Dead or Alive 5

Anteprima
A cura di Mastelli Speed - 13 Dicembre 2011 - 0:00

Le buone notizie per gli amanti dei picchiaduro sembrano essere particolarmente succose, in questo periodo finale dell’anno: solo per restare agli ultimi giorni, SNK Playmore ha finalmente riportato in auge il brand The King of Fighter, con un titolo che farà la gioia degli appassionati della serie. Oltre questo, dopo una sequela di giochi incentrati soprattutto sulle rotonde doti delle sue protagoniste, il brand Dead or Alive tornerà a fare la sua comparsa presumibilmente nel 2012, con un picchiaduro lanciato simultaneamente su tutti i mercati. Vediamo di scoprire cosa ci riserverà, dunque, il nuovo Dead or Alive 5

Boob factor
Uno degli elementi che ha contribuito a far riconoscere la serie in questione negli ultimi tempi, al di là di raffinate considerazioni su gameplay e dinamiche di gioco, è stato sicuramente l’avvenenza delle lottatrici del roster dei precedenti Dead or Alive; nel prossimo capitolo della saga, stando anche alle prime immagini trapelate in rete, l’attenzione sembra si sposterà su un comparto di gioco dalle tinte un po’ meno casual e incentrato in misura minore sulla bellezza delle protagoniste, anche se è pur vero che è confermata la presenza, oltre che di Kasumi, anche di Ayane e Hitomi. Le notizie a nostra disposizione, seppur frammentarie, ci consentono di affermare che anche altri personaggi già ben noti, come Hyabusa, temibile ninja già protagonista della serie Ninja Gaiden, saranno della partita.
Per quanto riguarda il gameplay, le prime notizie emerse sembrano confermare che il carattere dei combattimenti sarà fortemente influenzato da quanto già visto nei precedenti della serie. Ciò significa che varie mosse e prese verranno presumibilmente effettuate grazie alla pressione di un singolo tasto, rendendo le combo una questione di tempismo e continua pressione sui tasti dedicati.
Da quanto emerso, quindi, il nuovo Dead or Alive 5 risulterà maggiormente permissivo rispetto ad altri concorrenti del genere, anche se esprimere giudizi a questo punto dello sviluppo sembra comunque un po’ troppo azzardato; di certo, questo sistema di gioco consentirà una certa fluidità e scorrevolezza

Ti faccio male!
La parola chiave di questo prossimo Dead or Alive 5 vuole essere interazione. In effetti al giocatore sarà concesso di spostarsi per tutto l’ambiente 3D del gioco, schivando così possibili attacchi; conseguenza diretta di ciò sarà anche la possibilità di sfruttare l’arena di gioco in modi assai creativi: per fare un esempio, sarà possibile infliggere danni notevoli scaraventando il proprio avversario contro barriere, taniche esplosive e altre strutture, andando a modificare l’aspetto dello scenario.
L’enfasi data a queste sessioni di gioco sono sottolineate anche dalla facilità con la quale sarà possibile realizzare reazioni a catena più o meno letali; grazie alla pressione di un determinato pulsante (presumibilmente uno dei due grilletti) sarà infatti possibile caricare l’avversario, di modo da lanciarlo dritto contro i muri che delimitano lo stage; una volta fatto questo partirà un quick time event dove il tempismo del giocatore sarà fondamentale nella riuscita dell’attacco.
L’interazione con l’ambiente verrà evidenziata anche in fase di difesa: nel caso in cui, per esempio, si venga lanciati contro una qualche barriera o struttura di contorno allo stage, il gioco darà la possibilità di risolvere queste situazioni a favore del giocatore, che grazie alla pressione di un determinato tasto potrà aggrapparsi alla struttura più vicina evitando così una sonora legnata.
Il feeling decisamente action che deriva da queste sessioni di gioco renderà il prossimo Dead or Alive 5 un prodotto che andrà presumibilmente a differenziarsi dagli altri titoli del genere, anche se è pur vero che per adesso l’impatto generale sul gioco di queste sequenze non sembra essere così importante; come detto prima, in ogni caso, si tratta di impressioni tutte da verificare, e che quindi necessitano di ulteriori elementi di conferma, ci auguriamo con una prova diretta nei prossimi mesi.


– Il ritorno della serie è sempre una buona notizia
– Attenzione sull’interazione dei combattenti con l’ambiente






Le prime notizie su Dead or Alive 5 non consentono ancora di esprimere un giudizio probante sul nuovo prodotto del Team Ninja; vero è che l’impressione sembra essere quella di un prodotto che abbia se non altro la volontà di discostarsi almeno parzialmente dalla reputazione creatasi intorno al brand. Resta da verificare, inoltre, come l’interazione con l’ambiente e le sequenze action andranno ad influenzare le dinamiche di combattimento; l’invito, quindi, è quello di rimanere con noi per ulteriori news e approfondimenti.




TAG: dead or alive 5