Kingdom Hearts III: L’ultima storia – Parte 1

Riassumiamo la trama di Kingdom Hearts III nel modo più chiaro e lineare possibile.

By |02/04/2019|Categories: In Evidenza, Speciali|Tags: |

Alla fine ce l’abbiamo fatta: il 29 gennaio 2019 è uscito Kingdom Hearts III, il capitolo conclusivo della lunghissima saga Square-Disney. Primo capitolo numerato dai tempi di PlayStation 2, l’ultima opera di Tetsuya Nomura è la conclusione che (senza fare distinzione tra prequel e spin-off, perché tutti sono ugualmente importanti nell’economia della saga) porta a compimento la saga del Cercatore dell’Oscurità. A fronte di una sceneggiatura incaricata di tirare le fila di oltre diciassette anni di avvenimenti, in questo speciale in due parti vogliamo riassumere la trama di Kingdom Hearts III nel modo più chiaro e lineare possibile.

Non andremo quindi a caccia di dettagli, ma vi avvisiamo sin da subito che tanto questo articolo sia il successivo conterranno PESANTI SPOILER, quindi vi sconsigliamo fortemente di proseguire se non avete completato il viaggio almeno una volta.

Due Punto Nove

Riprendiamo dall’epilogo di Kingdom Hearts 2.8. A seguito del suo esame fallito come Maestro del Keyblade, Sora è tornato brevemente nei Mondi Dormienti per un saluto agli Spiriti. Conclusa la breve visita viene informato dal Maestro Yen Sid che la bocciatura ha comportato per lui una considerevole perdita di potere. Sora deve quindi ripartire per rafforzarsi, in modo da comprendere il significato di “essere un eroe”. Yen Sid incarica ancora una volta Paperino e Pippo di assisterlo, ben sapendo che i due avrebbero comunque scelto di seguire l’amico. Concluso il colloquio Sora capisce quasi subito che colui che può aiutarlo è Ercole, e pertanto apre con il Keyblade un passaggio verso il Monte Olimpo.

La situazione in cui giunge è drammatica: Ade ha infatti approfittato dell’allineamento cosmico per liberare i Titani dalla loro prigione sottomarina e scatenarli contro l’Olimpo. Sora, Paperino e Pippo raggiungono Ercole nella città di Tebe e lo aiutano a salvare gli abitanti. Contemporaneamente a Sora sono arrivati sul Monte Olimpo anche Malefica e Pietro Gambadilegno; tuttavia i due non sono interessati alla titanomachia in corso, rivelando piuttosto di essere alla ricerca di una misteriosa “scatola nera”. I due cattivi Disney hanno un breve confronto con i tre protagonisti, e malgrado Pietro si lasci sfuggire la questione della “scatola” non può fare a meno di notare anche lui che Sora appare assai indebolito rispetto all’ultima volta che l’ha incontrato. Quando tutti gli abitanti sono salvi si manifesta nientemeno che Xigbar. Il redivivo componente della Nuova Organizzazione XIII parla in maniera sibillina, avvertendo Sora che non potrà andare avanti all’infinito facendo solo del bene. Al netto dell’avvertimento però il Tiratore Libero lo incoraggia comunque a proseguire comunque per la via che riterrà più giusta, pure se farà degli errori.

Non c’è tuttavia tempo di preoccuparsi dei piani subdoli: i Titani stanno scalando l’Olimpo. Sora e i suoi amici riprendono l’inseguimento, sconfiggendo nel processo il Titano di Roccia. In cima aiutano Ercole a liberare il padre Zeus, abbattendo in successione il Titano del Ghiaccio, quello del Fuoco e infine quello dell’Aria. Conclusa la battaglia Ercole decide di restare sulla Terra insieme a Megara, la donna che ama. Tuttavia Sora ammette di non aver avuto la risposta alla sua domanda; comunque fiducioso che riuscirà a trovarla, torna da Yen Sid.

Kingdom hearts III Lultima storia IMG 1

Vecchi amici e uno smartphone

Mentre Pietro e Malefica riesumano il Vaso di Pandora rendendosi conto che non è la cassa che stanno cercando (cioè quella trasportata da Luxu e vista in Kingdom Hearts X Back Cover, il cui contenuto è ancora misterioso), la scena si sposta su Riku e Re Topolino. I due sono nel Regno dell’Oscurità alla ricerca di Aqua, ma la missione si risolve presto in un nulla di fatto. Inoltre il Keyblade di Riku si spezza accidentalmente durante un combattimento, e il ragazzo decide di lasciarlo lì per colui che chiama il suo “altro sé”. Tornati a loro volta da Yen Sid, il Maestro dona loro dei nuovi abiti e li incarica di ripartire. Dove Riku e il Re indagheranno su come liberare Aqua, Sora si incarica di cercare Roxas fissando come prossima destinazione Crepuscopoli. Con Yen Sid che li saluta con la frase “possa il tuo cuore essere la tua chiave guida”, ufficialmente inizia Kingdom Hearts III.

Mentre sono sulla Gummiship il trio viene contattato tramite il Gummifono (uno smartphone costruito da Cip e Ciop) da Ienzo, uno degli assistenti di Ansem il Saggio. Visibilmente cresciuto, egli è tornato umano dopo la sconfitta del suo Nessuno Zexion. Lui ed altri ex dell’Organizzazione sono attualmente al lavoro sulle ricerche di Ansem il Saggio: i pochi dati che hanno raccolto finora lasciano intendere che il cuore di Sora ne ospita molti altri. Forti di questa nuova informazione Sora Paperino e Pippo raggiungono Crepuscopoli, dove incontrano i loro vecchi amici Hayner, Pence e Olette. Grazie a loro tre e al supporto telematico di Ienzo riescono a riattivare il collegamento per la Crepuscopoli virtuale (dove Roxas era stato rinchiuso alla fine di 358/2 Days), cosa che permetterà loro di decifrare i dati del Giardino Radioso più in fretta.

Pence rimane alla villa per continuare a lavorare sul computer, ma una volta uscito da lì Sora incontra nientemeno che Ansem e Xemnas, stranamente separati e indipendenti. Così come quelle di Xigbar le loro parole sono tentatrici, e dicono a Sora che l’unico modo perché Roxas ritorni è che il Custode si arrenda di nuovo all’Oscurità, esattamente come fece alla Fortezza Oscura anni prima (l’abbiamo visto nel primo Kingdom Hearts). Tuttavia il ragazzo non si arrende a una tale prospettiva e i due se ne vanno senza ingaggiare conflitti. Sora non ha tempo di capire il perché della loro mancanza di ostilità: deve riprendere il suo ruolo di Custode, viaggiando per i Mondi.Kingdom hearts III Lultima storia IMG 10

Tra parole ambigue e presenze inquietanti

Contemporaneamente ai viaggi di Sora, Riku e Topolino hanno capito che l’unico modo per trovare Aqua è cercare Terra. Giunti al Giardino Radioso per indagare raggiungono il punto dove più di un decennio prima (finale di Birth By Sleep) Ansem il Saggio aveva ritrovato Xehanort esanime. Riflettendo sul ritorno del Maestro Xehanort verificatosi durante l’esame di Riku (visto in Dream Drop Distance), Topolino realizza che il loro grande nemico ha preso possesso di un altro corpo, arrivando a intuire l’esistenza di Terra-Xehanort. I due gruppi si tengono reciprocamente aggiornati tramite il Gummifono, e Topolino inverte gli incarichi: lui e Riku avrebbero cercato Roxas e Naminé, mentre Sora avrebbe indagato su Terra. In un’altra breve scena ci viene poi mostrata Kairi, che si sta allenando insieme a Lea per padroneggiare i loro nuovi Keyblade. Lea continua a fissarla convinto che ci sia qualcosa che gli sfugge, finché un pomeriggio non vede la sagoma di Xion sovrapporsi a quella della ragazza. Sconvolto da questo scherzo della sua memoria comincia a versare lacrime sconosciute, mentre i suoi ricordi da Nessuno continuano a scivolargli tra le dita.

Tuttavia i viaggi del Custode dei Mondi continuano a essere popolati da presenze inquietanti. Marluxia sfrutta per scopi misteriosi le vicende del Regno di Corona, mentre alla Scatola dei Giocattoli il giovane Xehanort (tornato al presente durante gli avvenimenti di Dream Drop Distance) studia i giocattoli come potenziali “contenitori di cuori”. Xehanort e i suoi alleati sono sempre un passo avanti a Sora, dato che sfruttano quanto hanno appreso su di lui al Castello dell’Oblio e che lui chiaramente non può ricordare (quell’avventura era stata obliterata da Naminé per rimettergli a posto i ricordi).

In parallelo a questo Riku e il Re si confrontano a loro volta con Ienzo, il quale parla loro che Even (persona originaria di Vexen) pur ricomposto non si trova da nessuna parte. Esattamente come aveva fatto con Sora, lo studioso racconta loro che quando Even era ancora un Nessuno aveva iniziato un “progetto replica”. Lo scopo era fabbricare involucri che, quando dotati di un cuore, potevano divenire praticamente identici a esseri umani. Era un’idea che portava avanti sin dal Castello dell’Oblio, dove aveva creato una copia quasi perfetta di Riku. Ienzo sospetta che il suo compagno accademico possa aver volutamente nascosto i suoi risultati, o peggio ancora aver fatto qualcosa di sconsiderato pur di portarli avanti. Purtroppo i suoi timori paiono fondati: Even è tornato nella Nuova Organizzazione XIII. Rinnegato il proprio nome umano e ripreso quello di Vexen, ha accettato di divenire un futuro involucro di Xehanort. Tale tradimento della propria natura appare decisamente folle, tanto che neanche Saïx, pur capendo che Vexen è un componente prezioso, riesce a spiegarselo.

Kingdom hearts III Lultima storia IMG 11

Nesciens ricomparsi e manici di Keyblade

Gli equilibri dei mondi di Kingdom Hearts III rimangono piuttosto disturbati. Tuttavia a Mostropoli si aggiunge una nuova minaccia: a invadere il mondo di Monsters & Co sono i Nesciens. Mentre aiutano Sulley e Mike a mettere al sicuro la bambina Boo, irrompe un misterioso uomo con una maschera nera. Altri non è che Vanitas, che rivela di stare studiando la tecnologia della Monsters in modo da poterla utilizzare per incapsulare le emozioni negative. Egli ha anche un breve confronto con Sora, che lo conosce in quanto lo aveva già incontrato alla Città delle Campane durante gli eventi di Dream Drop Distance. Vanitas intima al Custode dei Mondi di restituirgli la sua “metà” (cioè Ventus), ma viene fermato da Sulley e Mike, che lo intrappolano velocemente dentro una serie di porte della Monsters che successivamente distruggono.

Conclusa la breve avventura a Mostropoli, Sora riceve due chiamate sul Gummifono: il primo è il solito Ienzo, che è riuscito a decifrare un’altra porzione delle ricerche tanto di Even quanto di Ansem il Saggio. Da questo dialogo apprendiamo come il Saggio avesse capito che dentro Sora vi sono tre cuori distinti. Qualora fossero estratti e messi ciascuno in una replica adatta, potrebbero a tutti gli effetti tornare a vivere. Sora, Paperino e Pippo deducono che i primi due sono Roxas e Ventus, ma non riescono a capire chi possa essere il terzo. Non hanno tuttavia tempo di lambiccarsi oltre, visto che subito dopo la chiamata di Ienzo arriva anche quella di Cip e Ciop, che li informano che Merlino ha espresso il desiderio di incontrarli a Crepuscopoli. Il mago ha infatti ritrovato il libro di Winnie Pooh, e quindi Sora può visitare il suo vecchio amico orsetto al Bosco dei Cento Acri.

Kingdom hearts III Lultima storia IMG 2

Coscienze sporche e pezzi di luce

Nel frattempo continuano a manifestarsi altri esponenti della Nuova Organizzazione XIII: la missione ad Arendelle (mondo di Frozen) è stata affidata a una rediviva Larxen. La Ninfa Selvaggia giochicchia a sua volta con la coscienza di Sora, poiché anche lei era al Castello dell’Oblio. Tuttavia si lascia sfuggire che l’Organizzazione sta effettivamente cercando le Sette Parti di Luce che, per volere di Xehanort, si scontreranno con le Tredici di Oscurità ricreando quindi l’X-Blade. Larxen è convinta che la regina Elsa possa essere una di queste e pertanto sta osservando gli eventi del Regno di Ghiaccio. Tuttavia le cose vanno a buon fine con il salvataggio delle due sorelle, e la Ninfa Selvaggia non deve intromettersi. Come chiosa Larxen rivela a Sora che le tredici parti di Oscurità sono complete (da Dream Drop Distance gliene mancava infatti una). La minaccia si ingrandisce, ma Sora ha ancora altri due mondi da esplorare: i Caraibi e San Fransokyo.

Kingdom hearts III Lultima storia IMG 3

Ai Caraibi il gruppo partecipa alla lotta contro Beckett e Davy Jones. Stavolta dietro le quinte ci sono ben due membri dell’Organizzazione, Luxord e il già citato Vexen. Lo Sfidante del Destino e il Freddo Accademico hanno comunque difficoltà a lavorare insieme, in quanto Vexen appare dedito unicamente a concludere la sua ricerca sul Progetto Replica. Il tutto mentre Sora prende possesso del veliero Leviatano e aiuta la Confraternita dei Pirati a vincere di nuovo la libertà nei mari. Luxord fa praticamente tutto da solo, ma quando Vexen vede lo scrigno con dentro il cuore di Davy Jones capisce che hanno dato la caccia alla scatola sbagliata e se ne va. La storia quindi finisce come vuole il film originale: mentre la tempesta si calma, Will Turner diviene il nuovo capitano dell’Olandese Volante.

A San Fransokyo invece la storia si ambienta successivamente alle vicende del film Big Hero 6. Il team capitanato da Hiro e Baymax ha iniziato la propria carriera vigilante, tuttavia l’invasione degli Heartless è qualcosa contro cui neanche loro possono alcunché. Provvidenzialmente aiutati da Sora e dai suoi amici (che in uno slancio si rinominano Keyblade Hero 3), si ritrovano ad affrontare gli Cuboscuri, masse ronzanti di cubetti digitali che si ricombinano. Dietro a questa minaccia si rivela esserci un Riku in abito nero, che sta sperimentando per capire se un cuore può essere ottenuto da dei dati digitali. Ha rivolto la sua attenzione proprio a Baymax, prendendone il primo esemplare realizzato da Hiro e suo fratello e trasformandolo in una versione corrotta con primo chip del robot. Fortunatamente i Big Hero 6 e Sora riescono a sconfiggerlo, ma questo Riku dice a Sora che Xehanort ha viaggiato nel tempo per venire a contatto con i corpi giusti per ospitarlo e creare le due Organizzazioni. Lui altro non è che il Riku posseduto da Ansem ai tempi della Fortezza Oscura, portato al presente per scopi futuri.

Infine, sulla spiaggia del Regno dell’Oscurità Aqua e Ansem il Saggio si tengono vicendevolmente compagnia. Aqua ha deciso per adesso di aspettare sul bagnasciuga, capendo che presto qualcun altro arriverà. A giungere però non è colui che si aspettava: si manifesta infatti Ansem (cioè l’Heartless di Terra-Xehanort): l’allievo ancora una volta cerca informazioni dal suo vecchio maestro. Ai tempi degli esperimenti sui cuori stavano usando una ragazza come “cavia” e adesso vuole sapere dove sia. All’intromettersi di Aqua nasce una breve colluttazione in cui la Maestra tiene testa al nemico addirittura a mani nude, ma si interrompe quando il Saggio si costringe ad accontentare il suo ex-allievo. Costui tuttavia, per assicurarsi che Aqua non gli noccia, la colpisce con un proiettile di Oscurità facendola finire nel mare. La donna sprofonda per l’ennesima volta nel buio profondo.

 

In questa parte dell’Ultima Storia abbiamo ripercorso il primo arco di Kingdom Hearts III. Il viaggio di Sora si riconferma a metà tra il ciclico e il messianico, in quanto egli sistema i problemi dei mondi ma contemporaneamente è braccato da oscure presenze che si muovono dietro le quinte. Stavolta tuttavia ha l’aiuto tanto di Paperino e Pippo quanto di Riku e del Re, tutti uniti contro il grande cattivo Xehanort. Chiaramente già da ora si capisce quanto possa essere stato complesso il lavoro di sceneggiatura, avendo la necessità di tirare le fila di tutti gli elementi e i personaggi susseguitisi nel corso di quasi vent’anni. Rimanete con noi per la seconda e conclusiva parte!