Creano app per usare cheat in Pokémon Go, Niantic gli fa causa

Niantic non ci sta e si scaglia contro gli autori di app volte ai cheat sul suo Pokémon Go

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 16 Giugno 2019 - 17:28

Niantic ha deciso di scagliarsi contro coloro che hanno sviluppato un’applicazione volta a utilizzare dei cheat all’interno di Pokémon Go. Secondo quanto apprendiamo, infatti, la software house ha avviato una procedura legale contro Ryan “ElliotRobot” Hunt, Alen “iOS N00b” Hundur e altri venti membri della compagnia nota come Global++.

pokemon go

Se il nome vi suona nuovo, sappiate che si tratta di un gruppo di hacker che, collaborando, hanno dato i natali a PokeGo++, applicazione che riprende Pokémon Go (senza autorizzazione) infarcendo però l’esperienza di cheat.

Niantic ha mosso la sua accusa verso Global++ non solo perché si stanno avvantaggiando della proprietà intellettuale senza averne alcuna licenza, ma anche perché consentendo di giocare con i trucchi questi finiscono con il rovinare l’esperienza ai giocatori che invece fanno il loro comune e regolare percorso di allenamento dei propri Pokémon.

Vedremo come questa diatriba legale si concluderà, anche considerando che Global++ è già alacremente al lavoro su Potter++ – che applica lo stesso metodo per l’utilizzo dei cheat a Harry Potter: Wizards Unite.

Fonte: Eurogamer.net




TAG: niantic, Pokémon Go