News 2 min

Final Fantasy XVI, spunta un’analogia con Final Fantasy XII (e Balthier)

Parla Naoki Yoshida

In tempi recenti sono arrivate buone notizie sullo sviluppo di Final Fantasy XVIaccompagnate da qualche piccola (ma tollerabile) delusione.

Il successore di Final Fantasy XV è comprensibilmente molto atteso, gli sviluppatori ne sono consapevoli e di conseguenza forniscono ciclicamente nuove informazioni sul titolo.

È molto probabile che il sedicesimo episodio della saga targata Square Enix salterà un appuntamento importante, ma nonostante questo i lavori procedono spediti.

Sulla data di uscita non sappiamo ancora molto, se non che il gioco rischierebbe di slittare a causa di alcune nuove IP attualmente in sviluppo.

A prendere ancora una volta la parola è Naoki Yoshida (o Yoshi-P, che dir si voglia), director di Final Fantasy XIV e producer di Final Fantasy XVI, che nel corso del programma televisivo Washagana ha fornito ulteriori dettagli sul gioco.

Yoshida ha specificato ancora una volta che il doppiaggio inglese è terminato, e stavolta ha colto l’occasione per precisare che anche la performance capture è stata completata.

A sorprendere è il fatto che il doppiaggio (totalmente in inglese britannico) in lingua occidentale ha preceduto quello in lingua giapponese per quella che sembra essere la prima volta nella storia del franchise.

Anche per quanto riguarda il motion capture è stata compiuta una scelta analoga, che collega il gioco a quanto avvenuto all’epoca con Final Fantasy XII, dove venne impiegato un attore occidentale per dare vita a Balthier.

Il doppiaggio giapponese verrà comunque portato a termine nel corso delle prossime settimane, a differenza di quanto avvenuto nel corso dello sviluppo di Final Fantasy VII Remake, durante il quale venne data precedenza alla lingua originale.

Tornando rapidamente al personaggio di Balthier, è vero che in quel caso l’attore era occidentale, ma il doppiaggio inglese avvenne comunque in un secondo momento rispetto a quello giapponese.

Se siete dei cultori della saga, tremerete all’idea che un capitolo della serie (uscito nel lontano 2002) ha rischiato di perdere la numerazione ufficiale.

I fan sono sempre pronti a omaggiare i loro episodi preferiti, e Final Fantasy X è indubbiamente tra questi: un ammiratore dell’aventura di Tidus ha voluto ricrearla con l’aiuto dell’Unreal Engine (e il risultato è imperdibile).

Restando in tema, Panasonic ha finalmente reso disponibile la nuova soundbar HTB01 dedicata a Final Fantasy XIV. Se siete in cerca di un prodotto del genere, o se siete inclini al collezionismo, non perdete l’occasione di leggere la nostra recensione.

Non avete ancora provato Final Fantasy VII Remake Intergrade? Adesso potete farlo grazie all’ottimo prezzo di Amazon.