Xbox 720

Speciale
A cura di ViKtor - 16 Dicembre 2011 - 0:00

Il 2 dicembre l’Xbox 360 in versione europea ha festeggiato i sei anni d’età. Un’era nel mondo videoludico, una lunga generazione. Nonostante le vendite e la qualità dei titoli più recenti facciano lecitamente pensare che la console di casa Microsoft sia ben lungi dall’appendere il pad al chiodo, tutto questo tempo non può più trattenere il gossip sullo scontato successore.
Trascinate dall’onda delle prime indiscrezioni sulla Playstation 4 e, soprattutto, dall’annuncio ufficiale da parte di Nintendo dell’imminente WiiU, sono spuntate voci e speculazioni sulla fantomatica Xbox 720. E’ ora che Spaziogames faccia il punto e scopra quanto c’è di vero.

Red Ring of the Gossip
Partiamo con una ovvietà: tutto ciò che sentiremo e scriveremo potrà trovare conferma solo nel momento in cui Microsoft deciderà di alzare il sipario sul suo hardware di prossima generazione. Quando questo avverrà è ancora oggetto di discussione, ma sembrano esserci poche alternative. Il CES e l’E3 2012 sono, in tal senso, i due eventi papabili. Noi diamo credito alla seconda ipotesi, per una semplice questione di tempo: il CES di Las Vegas aprirà i cancelli il 10 gennaio 2012, troppo presto. Più probabile, invece, che Microsoft punti tutto sull’appuntamento californiano di giugno, lasciando bollire i fan ancora per qualche mese.
Manco a farlo apposta, a smentire la nostra valida opinione (siete d’accordo, vero?) sono arrivate le dichiarazioni di Paul Thurrott, giornalista statunitense specializzato in articoli e saggi sui prodotti della casa di Redmond. Il buon Paul sostiene che sarà proprio il CES ad ospitare l’esordio della Xbox 720, ma non è tutto. In quella sede saranno infatti svelate le caratteristiche tecniche, le versioni e, rullo di tamburi, la data d’uscita mondiale. Andiamo con ordine.
Loop, questo il nome in codice secondo Thurrott, installerà una dashboard basata su una versione modificata di Windows 9 in grado di interagire con Windows Phone, avrà dimensioni ridotte rispetto alla Xbox 360 slim e il prezzo di lancio sarà relativamente contenuto per via del costo di produzione inferiore (se paragonato all’attuale console). Sempre ascoltando Thurrott, per vederla nei negozi non bisognerebbe aspettare molto, anzi: è plausibile addirittura un’uscita in concomitanza con il Natale 2012.
Ciò che scrive il collega potrebbe rivelarsi più di una mera serie di speculazioni. Tralasciando la data, che onestamente ci sembra improbabile, il resto verrebbe avvalorato dalle informazioni rilasciate recentemente da un blogger vicino agli ambienti Microsoft, una fonte indicata come credibile dall’intera community. Il blog confermerebbe le dimensioni e i costi di lavorazione minori e l’utilizzo di Windows 9. Inoltre, tra le righe si leggerebbe una caratteristica molto attesa, ovvero l’integrazione del sensore Kinect in versione debitamente migliorata.
Due indizi, si sa, fanno una prova, soprattutto se sono plausibili. E’ molto probabile, dunque, che gran parte di questi rumors si trasformeranno in comunicati ufficiali perché riguardano obiettivi tecnologici su cui Microsoft non ha mai fatto mistero di voler puntare.
Discorso diverso, invece, per quanto riguarda le caratteristiche hardware. La nebbia in questo senso è ancora lontana dal diradarsi, perché conferme e smentite si rincorrono non lasciandoci nulla di realmente considerabile. Anche in questo caso, però, è facile ipotizzare qual è la strada intrapresa dagli ingegneri per abbracciare la nuova generazione.
Volenti o nolenti, il futuro del videogame è nella fisica e, soprattutto, nell’intelligenza artificiale, prima ancora che nella grafica. Siamo praticamente certi, dunque, che la nuova Xbox godrà del lavoro di un’architettura multi-core, in cui ogni processore avrà il suo compito preciso, dalla IA al physics engine, dal sonoro al networking. Le potenzialità di un sistema simile sono enormi e regaleranno una profondità di gioco infinitamente superiore rispetto al presente, quasi rivoluzionaria.
Per combattere il problema legato ai consumi, vero tallone d’Achille della Xbox 360 e fautore principale del famoso RROD (Red Ring of Dead) che ha costretto una larga fetta di console a uno o più viaggi verso i centri d’assistenza, Microsoft potrebbe affidarsi alla famiglia di processori ARM che fa proprio del risparmio energetico il suo cavallo di battaglia. Utilizzata da molti sistemi mobile, l’architettura ARM è ormai uno standard assodato e di comprovata efficacia, sicuramente degno del compito che eventualmente gli verrà assegnato.
Tra un’indiscrezione e l’altra, il nostro primo speciale sulla Xbox 720, Loop o qualunque altro nome porterà finisce qui. L’ultimissima chicca la lasciamo per il commento finale.






Dopo averne scovato il logo in una scena di “Real Steel”, ultima fatica cinematografica di Steven Spielberg (produzione) e Hugh Jackman (interpretazione), l’intero mondo del videogiochi si è scatenato nella caccia alla Xbox 720. Invenzione mediatica o meno, il simbolo della prossima console di Microsoft è apparso davvero nella pellicola e lasciamo a voi il compito di trovarlo. A noi, invece, spetta iniziare a prendere in seria considerazione l’arrivo della nuova generazione, perché potrebbe sbarcare nei nostri salotti molto presto. Magari non nel 2012, ma il 2013, videoludicamente parlando, è comunque dietro l’angolo.




TAG: xbox one console