FIFA World Cup Brazil 2014

Provato
A cura di FireZdragon - 5 Marzo 2014 - 0:00

Milano – Ogni quattro anni i mondiali di calcio radunano milioni di telespettatori davanti allo schermo e altrettanti appassionati si riversano per le strade e negli stadi pronti a festeggiare il successo dei loro team preferiti. Per far rivivere la propria passione nei mesi successivi poi i videogiocatori mettono mano ai loro pad giocando ancor più assiduamente il loro titolo calcistico preferito.
Electronic Arts però, ormai da qualche anno, ripropone per il pubblico una versione leggermente modificata di FIFA e ovviamente il 2014 non poteva certo fare eccezione. Ci siamo quindi recati negli studi milanesi della compagnia per provare in anteprima FIFA World Cup 2014 e scoprire se e quanti cambiamenti sono stati fatti al gioco di calcio più venduto nel mondo.

FIFA World Cup Brazil 2014

Gioco di classe
Ad accoglierci da Electronic Arts c’era il Lead Producer del gioco, pronto a chiarirci le idee e a darci una panoramica invero particolarmente dettagliata su tutto quello che FIFA World Cup 2014 proporrà quest’anno. Siamo rimasti piacevolmente stupiti dalla numerosissima quantità di novità introdotte sia in termini di modalità che di meccaniche di gameplay.
Circa il 50% dei giocatori che acquisterà questo nuovo capitolo sarà pubblico nuovo per il brand FIFA e l’intenzione degli sviluppatori è quindi di rendere più semplice e veloce il gameplay, aumentandone al contempo spettacolarità e semplicità nei controlli
Una vera e propria rivoluzione quindi rispetto a FIFA 14 atta ad appagare tutti quei giocatori più casual che acquisteranno il gioco spinti esclusivamente dalla voglia di ripetere le gesta dei loro beniamini calcistici. E quindi una mera operazione commerciale ma in questo Electronic Arts sembra avere le idee abbastanza chiare e piuttosto che nascondersi dietro a inutili quanto ridicoli giri di parole punta dritto al bersaglio confermando che questo sarà si un titolo dedicato principalmente a quel genere di pubblico.
Non se la prendano però a male gli amanti del FIFA originale, questo nuovo capitolo intermedio potrebbe avere abbastanza modifiche da stuzzicare il palato anche di chi è acquirente abituale.
Ma come riuscire ad effettuare questo cambiamento senza stravolgere completamente tutto? Semplicemente modificando due o tre parametri nelle abilità dei giocatori e aggiungendo nuove animazioni e tattiche.
Proprio in questa ottica sono ben 100 i nuovi movimenti dei calciatori, dallo stop di tacco esterno a stop e go rovesciati in grado di dar maggior fluidità all’azione, un fluidità non casuale dato che proprio questo è uno dei punti cardine del gioco.
Per venire incontro ad un pubblico più generico infatti gli sviluppatori hanno deciso di semplificare i passaggi e, cosa ancora più importante di ridurre in maniera sensibile l’inerzia dei calciatori, proprio quel dettaglio che aveva fatto più discutere nel capitolo principale.
Con questi due elementi in meno tutta la squadra sembra muoversi ad una velocità quasi doppia rispetto al passato ed organizzare triangoli e tocchi di prima risulta di una facilità quasi imbarazzante. In questo modo è proprio il ritmo a subire i maggiori cambiamenti con continui rovesciamenti di fronte ed il corrispettivo aumento delle occasioni da goal.
Abbiamo infatti provato il gioco per circa un’ora e il risultato è stato quello di avere partite dal punteggio tennistico con più di quindici reti a match.
Parziale colpa di questo sfacelo è dovuta alla difficoltà tarata verso il basso e qualche miglioramento lo si ha avuto aumentando il livello dell’intelligenza artificiale, capace così di chiudere maggiormente gli spazi in difesa e spesso intercettare l’ultimo filtrante decisivo. Nel complesso tuttavia anche a difficoltà aumentata le modifiche si sentono eccome e in generale sembra di avere per le mani un FIFA nettamente più spinto verso l’arcade che in passato.

FIFA World Cup Brazil 2014

Un nuovo modo di giocare
A ricordarci che stiamo pur sempre parlando di una simulazione tuttavia ci si mettono i calci piazzati migliorati, rigori compresi, e nuovi schemi disponibili in maniera istantanea sui calci d’angolo. Ora con una semplice pressione del dpad è infatti possibile portare pressing sul portiere disturbandolo, far avanzare il centrale difensivo o allargare l’attacco per tentare una sortita da fuori area, soluzioni che portano indubbiamente maggior varietà nelle strategie offensive. Purtroppo i colpi di testa ci sono sembrati pericolosi come al solito, forse a causa anche della facilità con cui indirizzare i cross dalle fasce. FIFA World Cup 2014 fortunatamente non si dimentica delle modalità come qualche suo predecessore presentando una quantità di opzioni davvero ragguardevole.
La modalità online è ancora una volta presente, anche con le amichevoli, ma probabilmente non è proprio il fulcro della produzione vista anche la mancanza di FIFA ULTIMATE TEAM. A tenere in piedi il tutto ci pensa ovviamente la possibilità di ripercorrere l’intero mondiale, dalle qualificazioni alla fase finale, con la propria squadra del cuore ed interagire su di essa non solo sulle prestazioni in campo ma anche sulle statistiche singole dei giocatori. Tramite la modalità allenamento sarà possibile aumentare alcuni parametri dei nostri calciatori aumentando le caratteristiche indispensabili per fa funzionare al meglio la nostra squadra e sfruttare al meglio le capacità dei titolari. Ovviamente queste modifiche non potranno poi essere esportate online rimanendo orpello e vanto solo per il giocatore. Con una velocità di corsa aumentata, passaggi e dribbling più precisi e questa modalità non vogliamo nemmeno immaginare a cosa potremo tirare fuori da giocatori del calibro di Messi e Ronaldo: macchine inarrestabili perfette sotto ogni punto di vista.
Presenziano anche le vecchie finali, da rivivere minuto per minuto e anche le partite dei prossimi mondiali verranno aggiunte di volta in volta per essere rigiocate dagli appassionati, magari facendoli partire da un punteggio sfavorevole per raggiungere poi la vittoria con una prestazione eccelsa o richiedendogli di segnare una tripletta proprio con quel giocatore salito alla ribalda durante la competizione mondiale.
Chiudono il cerchio di FIFA World Cup 2014 gli stadi, alcuni dei quali completamente disegnati da zero e costruiti sulla base di tutti i dodici ufficiali brasiliani più altre nove generici per un pacchetto di ventun arene complessive. Anche i colori e i menu ovviamente hanno sentito l’influenza del Brasile e colori e colonna sonora sono stati rivisti completamente, mettendo in mostra ora l’oro e il verde della bandiera sudamericana.


– Gameplay maggiormente spinto verso l’arcade
– Maggior numero di animazioni
– Nuove tattiche sui calci d’angolo






FIFA World Cup 2014 ha un’obiettivo ben preciso, far giocare tutti gli appassionati di calcio sulla scia del prossimo mondiale brasiliano. Un gameplay scalato verso il basso in termini di difficoltà e dotato di animazioni più fluide e di una maggior velocità dovrebbero proprio fare al caso di un pubblico più casual, mentre gli appassionati potranno sempre godersi tutte le partite più calde del campionato più importante del mondo, licenziato completamente con tanto di allenatori riprodotti fedelmente e un bordo campo ancora più ricercato che in passato. Se le nuove idee vi intrigano non dovrete far altro che attendere il prossimo 17 aprile, data prevista per l’uscita del titolo in tutti i negozi.




TAG: fifa 2014 world cup brazil