The Amorous Adventures of Bold Sir Hans Capon Recensione | Il nuovo DLC di Kingdom Come: Deliverance

A diversi mesi di distanza, Kingdom Come: Deliverance è un videogioco abbastanza diverso da quando è stato lanciato nel febbraio scorso. Da molti discusso e criticato, da queste parti l’abbiamo invece apprezzato parecchio come ricorderete dalla nostra recensione. In un modo o nell’altro, si è decisamente parlato del simulatore di vita medievale di Warhorse Studio. Mentre i ragazzi dello studio hanno lavorato senza sosta per correggere molti dei problemi, tecnici e di gameplay, segnalati dai giocatori, abbiamo potuto anche provare il deludente, primo DLC: From the Ashes.

Kingdom Come Deliverance Recensione DLC

Nonostante la buona idea di partenza, questo contenuto aggiuntivo basato sulla ricostruzione del villaggio di Pribyslavits, aveva dei gravi problemi strutturali in termini di game design che lo rendevano di fatto una serie di fetch quest poco interessanti. Ma con The Amorous Adventures of Bold Sir Hans Capon (che tradotto è qualcosa come “Le Avventure Amorose del Coraggioso Sir Hans Capon”) lo studio cambia completamente marcia. Siamo di fronte ad un contenuto completamente narrativo, scritto con il solito misto di ironia, intelligenza, e cura per i dettagli storico-sociali che contraddistingue i migliori momenti della storyline principale (sullo stile della quest legata alla notte brava con il prete). Un DLC riuscito complessivamente, pur non rappresentando un contenuto eccessivamente corposo.

Kingdom Come Deliverance Recensione DLC

L’amore ai tempi della Boemia

Non poteva che essere l’amore cortese il tema di un DLC legato ad un titolo come Kingdom Come: Deliverance. Se possiamo definire la storyline principale un vero e proprio romanzo cavalleresco, The Amorous Adventures of Bold Sir Hans Capon è più una commedia romantica “in costume”. L’idea è questa: Hans Capon vorrebbe conquistare il cuore della bella Karolina, ma purtroppo è un idiota.

L’ardito Sir Hans è infatti un donnaiolo, uno sciupafemmine per definizione, ma di ars amatoria ne sa poco o niente. Ne sa poco o niente anche di rapporti con le persone in generale. Per questo chiederà al nostro buon Henry di aiutarlo a compiere l’impresa. L’incarico parte infatti da una chiacchierata con Hans Capon (quindi, per giocare il DLC dovrete almeno aver compiuto la missione in cui due rinsaldano la propria amicizia), che confesserà ad Henry di volersi sistemare per così dire, di conquistare finalmente il cuore, e non solo il corpo, della donna che ama.

Kingdom Come Deliverance Recensione DLC

Da lì partiranno una serie di incarichi, tre corpose missioni a molteplici step, in cui dovremmo recuperare una serie di oggetti, o comunque creare le condizioni migliori per la parte finale della missione, in cui Hans Capon dovrà esibirsi in una struggente declamazione di una poesia romantica sotto la finestra della bella Karolina (che può andare benissimo, bene, male o malissimo). Ovviamente, in pieno stile Kingdom Come: Deliverance, niente di tutto questo si rivelerà una passeggiata: intrighi politici, omicidi, vendette, alchimia e misteri esoterici, e molte altre cose sarà necessario affrontare. Viste le molte diramazioni a livello di trama e scelte non vogliamo farvi troppi spoiler, ma sappiate che per libertà di approccio gli incarichi somigliano molto al momento in cui, nella storyline principale, bisogna sabotare il fortilizio in quella che è la missione più bellica dell’intera campagna.

Ognuna di queste tre storie è approcciabile in tante maniere. In una di queste, ad esempio, bisogna avere a che fare con un poco affabile gestore di una bisca clandestina. L’obiettivo è quello di recuperare un gioiello che Hans ha perso ai dadi, ed Henry potrà arrivare a questo scopo in vari modi: rubarlo, affrontare verbalmente o fisicamente il gestore, vincere ai dadi, oppure uccidere tutti e lasciarsi dietro una scia di sangue. The Amorous Adventures of Bold Sir Hans Capon gioca anche molto sulla superstizione ed il folklore dell’epoca (ricordate la missione dell’unguento miracoloso per le donne?), e ad un certo punto dovremo anche inscenare una maledizione satanica per indurre una suggestione a qualcuno che, poi, potremmo manipolare psicologicamente.

Kingdom Come Deliverance Recensione DLC

Questa avventura extra è molto brillante, ormai l’avrete capito. Non fate l’errore di aspettarvi però un contenuto corposo come i DLC di un The Witcher 3, ad esempio, perché siamo pur sempre di fronte ad un gustoso extra. A seconda di quale sarà il momento in cui affronterete le avventure amorose di Hans Capon potreste impiegare più o meno tempo a completare le missioni, ma difficilmente andrete troppo oltre la decina di ore (anche abbondanti, perché no). Infatti se il vostro Henry sarà particolarmente abile nell’oratoria, nel combattimento o nella furtività ad esempio, potreste trovare alcuni frangenti delle missioni sicuramente meno impegnativi rispetto a come le potreste affrontare in una fase più acerba dell’avventura, e quindi della crescita del personaggio. Allo stesso modo, le ricompense ottenute dalla missione non sono “scalate”, quindi completare il DLC ad avventura conclusa significherà ottenere qualcosa di meno determinate rispetto a chi lo porterà a termine in corso d’opera, per così dire.

Kingdom Come Deliverance Recensione DLC

Nota a margine per l’aggiornamento, stavolta gratuito, dedicato al torneo di Rattay introdotto contestualmente a The Amorous Adventures of Bold Sir Hans Capon. Sarà possibile, infatti, esibirsi in un classico duello tra cavalieri nel cortile del castello nella parte alta della città. La particolarità è che si tratta di un vero e proprio sfoggio di abilità, perché ad Henry verranno forniti equipaggiamento ed armamentario di base. Vincendo i duelli si otterrà un set di equipaggiamento esclusivo, ma soprattutto gli sviluppatori hanno confermato che in futuro verranno aggiunte delle missioni secondarie, delle vere e proprie piccole storyline dedicate alle vicende del torneo e dei suoi partecipanti. Sarà difficile abbandonare Kingdom Come: Deliverance una volta per tutte.

+ Divertente e ben scritto
+ Missioni ben strutturate per varietà d’approccio
+ La sequenza della serenata finale
- Le ricompense ottenute potrebbero essere inutili nell’endgame
- Non estremamente longevo

7.6

The Amorous Adventure of Bold Sir Hans Capon è un ottimo contenuto aggiuntivo di stampo puramente narrativo. Ben scritto, ben costruito, genuinamente divertente ed appassionante, brillante come (e forse di più) i migliori momenti della storyline principale. Non dura moltissimo, ma vale sicuramente il tempo speso, anche solo per la spassosa parte finale dedicata alla serenata.