Resident Evil Village: tutto ciò che sappiamo sull’ottavo capitolo – Anteprima

I rumor si sono rivelati corretti e la presentazione ufficiale di Resident Evil Village ci ha già dato parecchie informazioni su cui fare il punto.

ANTEPRIMA
A cura di Domenico Musicò - 2 Luglio 2020 - 11:54

Resident Evil Village è stato uno dei pochi casi di titoli di grande importanza i cui rumor da fonti affidabili si sono rivelati finora tutti corretti: la presenza di licantropi, di streghe, di un villaggio e di uno strano culto sono stati al centro dell’attenzione proprio durante il filmato apparso qualche tempo fa nell’evento PlayStation 5, a dimostrazione del fatto che Capcom stava davvero lavorando su un capitolo principale della serie che potrebbe di fatto avere non pochi elementi di rottura all’interno della saga.

La domanda non è tanto se queste novità saranno o meno accettate dai fan, ma se possano in qualche modo funzionare senza alterare i connotati della serie. Al di là della questione che legittimamente può sollevare qualche dubbio, ma che potremo dirimere solo in fase di recensione, sono parecchi i dettagli emersi su cui è bene discutere, dalla storia fino ad alcune interessanti indizi che dicono già molto di più di quanto si possa immaginare.

Una nuova generazione di terrore

Resident Evil Village probabilmente chiuderà il ciclo di un personaggio iconico della saga, Chris. “His story comes to a close” potrebbe non riferirsi a Ethan, se consideriamo che già dalle prime immagini promozionali è proprio l’irreprensibile Redfield a essere messo sotto le luci dei riflettori, qui in chiave più cupa e per certi versi molto enigmatica, finalmente lontano dagli inaccettabili eccessi di Resident Evil 5.

Lo vediamo risoluto e determinato, con espressione glaciale mentre davanti a Ethan compie un omicidio a sangue freddo. Per il protagonista di Resident Evil 7 è l’inizio di un incubo, probabilmente peggiore di quello vissuto a villa Baker, capace di stravolgere per sempre la sua vita. È con Mia che Ethan era fuggito, ed è con lei che aveva ricominciato una nuova vita altrove, prima che un destino ancora più amaro cambiasse tutto per sempre.

Resident Evil Village: tutto ciò che sappiamo sull’ottavo capitolo – Anteprima

I motivi del gesto di Chris sono al momento insondabili, ma è grazie a un dettaglio che possiamo gettare le basi per alcune speculazioni su Resident Evil Village: attraverso un messaggio degli sviluppatori scopriamo che un elemento apparso nel trailer è stato oggetto di dibattito all’interno di Capcom, indecisa fino all’ultimo se inserirlo o meno. Parliamo di quell’immagine composta da un feto circoscritto e adagiato su un nido coronato da piume nere, venerato dagli abitanti del villaggio remoto che visiteremo in Resident Evil Village. Potrebbe essere il figlio di Ethan e Mia, colui che gli accoliti della setta adorano? E perché? E soprattutto, quel feto che eventualmente Mia aveva in grembo, è solo il feticcio di un’iconografia deviata o in qualche modo la sua presenza si riverbera ancora in quel mondo dove licantropi, streghe e creature mutate si agitano tra boschi, case malmesse e quel castello che svetta tra le montagne innevate? Eppure i leak, tutti azzeccati, parlavano anche di allucinazioni, pertanto non è ancora chiaro se alcune scene in cui appariva il bambino fossero reali o proiezioni di un desiderio di maternità estinto sul nascere.

Sappiamo però che sia Mia sia Ethan sono entrati in contatto con la sostanza che ha originato le creature di Resident Evil 7, motivo per cui il loro bambino potrebbe essere una potenziale B.O.W.. Oltretutto, sempre prendendo per buono che il feticcio del villaggio sia proprio quel nascituro, è bene notare come sul feto deforme siano presenti alcune protrusioni tentacolari appena abbozzate che potrebbero ricondurlo alle plagas o a un parassita alpha o – non lo escludiamo – a qualcosa di completamente nuovo.

Resident Evil Village: tutto ciò che sappiamo sull’ottavo capitolo – Anteprima

Ci sono tantissime domande su questa immagine ricorrente che nel trailer abbiamo visto a più riprese, e Capcom stessa ci suggerisce quanto avrà un ruolo di primaria importanza. E lo avrà anche il villaggio, definito da Tsuyoshi Kanda come un vero e proprio “personaggio”.

A corroborare queste parole c’è senz’altro la scelta della software house di Osaka di non far uscire Resident Evil Village sulle console di attuale generazione, poiché avrebbero frenato l’estro creativo e le nuove possibilità sceniche e di gioco che avevano in mente gli sviluppatori. Resident Evil Village uscirà su solo su PS5, Xbox Series X e PC, uniche macchine in grado di garantire le sicurezze di cui questo ottavo episodio canonico della serie ha bisogno.

Il focus sull’esplorazione sarà molto importante, e si prevedono già ampie porzioni in cui bisognerà vagare per il villaggio mentre si affrontano le nuove minacce, si risolveranno enigmi e si scopriranno i nuovi risvolti di una storia che si prospetta già avere tantissima carne al fuoco. Avverrà tutto senza caricamenti di sorta, con naturalezza, mentre in uno scenario che non può fare a meno di richiamare alla memoria Resident Evil 4 si consumano orrori indicibili, da affrontare con più dinamismo rispetto al capitolo precedente, ma senza sfociare nell’action sguaiato visto nel quinto e sesto capitolo.

Resident Evil Village: tutto ciò che sappiamo sull’ottavo capitolo – Anteprima

Il villaggio dei dannati

Attraverso un messaggio degli sviluppatori notiamo altri interessanti dettagli di Resident Evil Village: innanzitutto, pochi secondi di video ci lasciano intravedere la magnificenza degli interni, impossibili da riprodurre con un simile livello di dettaglio nelle vecchie console. E, probabilmente, ci hanno lasciato vedere anche quello che corrisponde al grande salone del castello mastodontico che domina dall’alto il villaggio.

Anche stavolta, esattamente come in Resident Evil 4, il castello potrebbe avere un ruolo chiave per spiegare sia le origini delle mostruosità di Resident Evil 7, sia quelle che vedremo nel suo seguito diretto, ambientato due anni dopo i deliri della famiglia Baker.

Altri elementi importanti sono l’ambientazione che ricalca la natura quasi medievaleggiante del villaggio e la presenza terrorizzante di una strega dal sorriso beffardo che nel trailer s’intravedeva in prossimità di un capra nera: immagini, queste, che richiamano alla memoria il capolavoro di David Eggers, The Witch, e in generale la filmografia e la letteratura a tema. Non è da escludere che le allucinazioni (presunte o reali) possano provenire dalle sue malie, anche se ad onor del vero Ethan iniziò ad averle già sul finale di Resident Evil 7.

Resident Evil Village: tutto ciò che sappiamo sull’ottavo capitolo – Anteprima

È anche chiaro, però, che Resident Evil Village dovrà spiegare con buona logica la presenza di tutte queste creature. E sebbene si sposino alla perfezione con le architetture gotiche del castello e dei suoi magnifici interni che abbiamo ammirato, anche la presenza di vampiri potrebbe al momento apparire come l’ennesimo ingrediente di un pot pourri sin troppo eterogeneo.

Nel trailer vediamo una donna con abiti di gran classe suggere il sangue da quello che sembra il polso mozzato di Ethan, circondata poi dalle sue accolite di cui ancora nulla si conosce. Al di là di ciò, sebbene possano concorrere a variare un monster design che ad esempio nel settimo capitolo si mostrava poco ispirato, facciamo fatica già da ora ad accettare completamente dei cambi di rotta così importanti.

Tornando al trailer, un altro dettaglio che emerge è la gestione dell’inventario, tornato in sostanza come quello di Resident Evil 4, con cui Resident Evil Village sembra avere parecchi punti di contatto. Ethan (ma si parla di tre personaggi giocabili, tra cui Chris) ha una vera e propria valigetta da cui può gestire armi e oggetti, e i grandi spazi presenti lasciano pensare già, come accennavamo, a una forte enfasi su esplorazione e aree piuttosto ampie, con obiettivi multipli e zone in cui non sarà così semplice avere le meglio se non si è degnamente equipaggiati.

Resident Evil Village: tutto ciò che sappiamo sull’ottavo capitolo – Anteprima

E ancora, nella stessa schermata, è possibile vedere una sorta di valuta che lascia presagire la possibilità di scambi con un mercante, proprio come avveniva nell’avventura europea di Leon. Per chiudere, un altro quesito è legato a quella squadra d’assalto con passamontagna che potrebbe essere ricondotta alle attività di contenimento della Blue Umbrella, la quale potrebbe avere ulteriori approfondimenti – assieme alle reali intenzioni e alle diverse inclinazioni caratteriali più cupe e poco raccomandabili mostrate da Chris.

Se volete prepararvi all’uscita di Resident Evil Village, vi raccomandiamo di recuperare Resident Evil VII a un prezzo speciale.

+ Si tratta di un Resident Evil di nuova generazione e dalle grandi potenzialità
+ Manterrà l'impostazione del settimo capitolo apportando grandi migliorie
+ Crea già enorme curiosità attorno alla trama
- Licantropi, vampiri, streghe possono integrarsi davvero in un Resident Evil?

Resident Evil Village si farà vedere di nuovo nel prossimo futuro, con più informazioni e presumibilmente con un filmato in cui si potrà finalmente vedere qualche spezzone di gioco in tempo reale. Nel frattempo, il primo Resident Evil di nuova generazione ha già fatto capire che vuole mantenere l’impostazione del settimo capitolo aggiungendo non poche novità sia dal punto di vista del gameplay, sia da quello dei contenuti, su cui aspettiamo il momento giusto per poterci esprimere.




TAG: Capcom, resident evil village