News 2 min

Il nuovo video di Xbox vi farà piangere (e abbracciare i vostri nonni)

"Quando tutti giocano, vinciamo tutti". Recita così il nuovo spot di Xbox che, se avete (o avete avuto) dei nonni che amate, vi commuoverà.

C’è un filo comune nelle vite di tantissimi di noi, che ci lega tutti e che tutti portiamo nel cuore, che si chiama nonni. Che siano tutt’oggi parte attiva della vostra vita o che siate stati vostro malgrado già costretti a salutarli, i nonni sono parte integrante di chi siamo ed è straordinario rendersi conto di quanto certe cose cambino, nel giro di due generazioni – ma anche di quante cose si possano avere in comune, a prescindere dalla data di nascita.

È su questo che si concentra il nuovo video promozionale pubblicato da Xbox sui suoi canali ufficiali, che rilancia uno slogan più chiaro che mai: «se tutti giocano, tutti vinciamo». Il video vuole dimostrare come, ancora di più in tempi come questi, i videogiochi siano un mezzo di unione, per fare qualcosa insieme anche non potendosi vedere – e questo non coinvolge solo coetanei, ma anche persone che hanno ampie differenze d’età. Come i nonni e i nipoti, appunto.

Mary e Jason

La signora Mary, di Bolton, racconta nel video che la sua famiglia «è in tutto il mondo, ci si può sentire soli», perché non ha modo di passare del tempo con i suoi cari. Meno che mai, in un periodo storico come questo. «Non saprei nemmeno come descrivere cosa si provi a non poter conoscere la tua famiglia». Alle sue parole fanno seguito quelle di Jason, che conosce Mary solo dai racconti dei suoi genitori e ammette «più a lungo si rimane lontani, più difficile diventa».

«Significherebbe davvero tantissimo, per me, poter condividere qualcosa con la mia famiglia» ammette Mary subito dopo.

Da qui, partono delle settimane di condivisione delle esperienze videoludiche, che si alternano a racconti toccanti tra nonna e nipote – il tutto, mentre Mary si dota anche di un headset per godersi le videochiamate che accompagnano le sue sessioni di gaming in compagnia di Jason. Potete vedere il video, del quale non vogliamo anticiparvi altro, direttamente in embed di seguito o su Twitter.

 

«La solitudine è diventata un grande problema tra le generazioni più anziane» scrive Xbox. «Non solo ti fa sentire isolato dal mondo, ma ha anche un impatto serio sulla salute e sul benessere mentale. Questa è la storia di Mary e Jason. Mary e suo nipote vivono lontani e non sono mai riusciti a conoscersi davvero. Segui il loro viaggio e vedi come Xbox li abbia aiutati a costruire un ponte sulla loro distanza e a connettersi, per conoscersi l’un l’altra attraverso il gaming».

E se ci eravamo già raccontati di quanto fossero stati importanti i videogiochi nel 2020, per tenerci almeno momentaneamente lontani da tutte le incertezze di un mondo reale in pandemia, pensiamo a quanto potrebbero fare anche per chi non è nativo digitale, ma sarebbe ben felice di condividere con noi le nostre passioni. E, quando sarà di nuovo sicuro e potremo farlo senza remore legate al COVID-19, magari soprattutto un abbraccio.

Se volete acquistare Xbox Series S, tenete d’occhio le disponibilità della console su Amazon.