Call of Duty Black Ops 4, nuovo report rivela pessimo trattamento per i tester

Quando viene preparato del cibo, a volte viene concesso loro di prendere quello che resta un'ora dopo, e altri esempi disumani

News
A cura di Paolo Sirio - 26 Giugno 2019 - 19:02

In un nuovo articolo pubblicato da Kotaku vengono descritti trattamenti sul posto di lavoro per i tester di Call of Duty Black Ops 4 in Treyarch abbastanza allarmanti.

Alcuni esempi sono stati portati nel corso del lungo report, tutti volti a dimostrare come i membri del reparto QA vengano trattati come cittadini di seconda categoria nella compagnia.

Per menzionarne uno, questi non possono parlare con sviluppatori di altri reparti e lavorano su un piano diverso rispetto al team principale.

call of duty black ops 4

Inoltre, devono parcheggiare in uno spazio apposito, diverso da quelli riservati al team e più lontano dall’ufficio, e quando viene preparato del cibo viene detto loro che è soltanto per gli sviluppatori; peggio ancora, a volte viene concesso loro di prendere quello che resta un’ora dopo.

Un ultimo esempio è relativo ad una festa tenuta qualche settimana fa, di venerdì sera, per dare il benvenuto agli stagisti per l’estate: ai tester è stato permesso di stare soltanto 20 minuti al party e non è stato concesso di bere alcolici, dal momento che subito dopo sarebbero dovuti tornare al lavoro. Qualcuno si è detto persino “sorpreso” dal fatto che sia stato permesso loro di essere al party.

Insomma, senza girarci troppo intorno, si tratta di un comportamento disumano nei confronti di questi dipendenti, e speriamo che Treyarch e la proprietà di Activision vogliano prendere dei provvedimenti al più presto per eliminare il problema alla radice.

Probabilmente, casi del genere potrebbero venire evitati se ci fosse un sindacato a proteggere queste fasce di lavoratori negli Stati Uniti, come auspicato da Bernie Sanders, candidato alla Casa Bianca.

Fonte




TAG: call of duty black ops 4, treyarch