Mortal Kombat X

Anteprima
A cura di Nitro - 11 Giugno 2014 - 0:00

Los Angeles – Insieme a Batman: Arkham Knight, nello stand Warner Bros. all’E3 2014 abbiamo avuto l’enorme piacere di assistere anche a un hands off di Mortal Kombat X, il nuovo capitolo della pluripremiata serie picchiaduro che ha tanto fatto parlare di sé nel corso delle ultime settimane. Già nei giorni antecedenti la fiera losangelina, infatti, numerosissimi sono stati i leak da vari insider e gli annunci fatti dalla compagnia stessa, e nella giornata di ieri siamo stati finalmente in grado di vedere, durante un incontro di solo quindici minuti a porte chiuse, cosa ci proporrà questo titolo in uscita nel 2015.

Mortal Kombat X

Sub zerooo
La demo presentata dai ragazzi di NetherRealm Studios prevedeva solo sei dei ventiquattro guerrieri attualmente disponibili, e gli sviluppatori sono partiti alla grande con uno scontro tra Sub-Zero e Scorpion, due delle più note figure del roster di gioco. Già da questa schermata di selezione abbiamo potuto apprendere una delle grandi aggiunte del titolo, ovvero l’introduzione di una sorta di perk tra tre disponibili per ogni lottatore, che oltre al moveset ad esso dedicato gli permetterà, ad esempio, di evocare un demone in grado di immobilizzare per un breve periodo di tempo il nemico o di creare un proprio alter ego di ghiaccio e utilizzarlo come scudo o come arma da lanciare all’avversario. Nel corso della presentazione abbiamo potuto constatare come la presenza di questo fattore influenzi notevolmente l’esito della partita, in quanto scegliere quello corretto e saperlo utilizzare al momento giusto si rivela spesso la chiave di volta verso la vittoria, ma in ogni caso ci è stato più volte segnalato come la scelta dei vari potenziamenti sia stata fatta in maniera ragionata e NetherRealm sia continuamente al lavoro per cercare di mantenere il miglior bilanciamento possibile ad ogni nuova aggiunta.

Mortal Kombat X

Oltre ai volti già noti di Scorpion e Sub Zero, già citati poco fa, tra i personaggi selezionabili erano presenti D’Vorah e Ferra/Torr, che si sono per la prima volta mostrati in azione. D’Vorah è una sorta di regina degli insetti, in grado di evocare sciami di api e di infliggere status alterati al proprio nemico che possono anche causare danni progressivi nel tempo, mentre Ferra/Torr è un bestione coadiuvato da un minion che lo cavalca in groppa e che può contribuire allo scontro o rimanere al di fuori della battaglia per incitare il proprio compagno. Tutte queste varianti dipendono ovviamente dal sopracitato sistema di specializzazione presente al momento della selezione del personaggio, e anche in questo caso, dopo aver visionato tutte le possibili combinazioni, siamo abbastanza sicuri del fatto che non ci siano problemi di sbilanciamento.

Mortal Kombat X

Much power
Il comparto grafico di Mortal Kombat X è spaccamascella. Non stiamo esagerando, dovete crederci. I ragazzi del team di sviluppo americano hanno infatti svolto un lavoro più che egregio in questo senso, che riesce a mantenersi a un frame rate inchiodato a sessanta fotogrammi al secondo a una risoluzione di 1080p senza mai mostrare il fianco, persino in una versione di gioco che molto probabilmente può essere catalogata come beta e che poteva giustificare la presenza di eventuali imperfezioni. Il livello di frenesia è dunque altissimo, la caratterizzazione dei personaggi è davvero strepitosa e si può dire lo stesso degli scenari con i quali è possibile interagire, scagliando ad esempio oggetti di varia natura all’avversario per infliggere danni aggiuntivi.
Sensazionali anche le animazioni delle mosse, che unite alla spettacolarità offerta dall’effetto a raggi X e dai toni un po’ splatter in alcuni casi, riusciranno sicuramente ad esaltare il giocatore dopo una combo o una fatality particolarmente sofferta. Vedere la testa di uno dei personaggi venir letteralmente fatta a pezzi dagli insetti di D’vorah o lanciare una palla di fuoco da Scorpion in grado di lasciare un enorme buco nel torso del nemico ci ha lasciato davvero a bocca aperta, e se questo è solo un assaggio di quello che potrà offrirci il roster finale non siamo davvero in grado di immaginare cosa NetherRealm possa avere in serbo per noi.


– Nuovi personaggi
– Graficamente eccellente
– Nuovo sistema di specializzazione






La presentazione di soli quindici minuti di Mortal Kombat X ci ha soddisfatto appieno, dandoci finalmente la possibilità di vedere in prima persona l’uitlimo capitolo della celeberrima serie nata nel lontano 1992, seppur non nella maniera sperata vista la mancanza di dettagli extra. I due nuovi personaggi, D’vorah e Ferra/Torr, l’ottima interattività con lo scenario e una grafica da capogiro sono già riusciti a convincerci, e nel corso dei mesi le cose non potranno che migliorare. NetherRealm è sulla strada giusta, e il suo nuovo prodotto sarà davvero in grado di fare faville.




TAG: mortal kombat x