Recensione 2 min

Alien: la clonazione

Il gioco è estremamente fedele al film, personaggi, armi a disposizione, tipologie di alieni e ambientazioni in generale sono l’esatta riproduzione di quanto si visto sulla pellicola cinematografica.
La storia si svolge a bordo dell’astronave USM Auriga dove un gruppo di scienziati ha riportato in vita attraverso la clonazione Ripley con lo scopo di recuperare la regina aliena che alberga dentro di lei. L’esperimento riesce e Ridley dovrà combattere sia contro i mostri che contro i militari che proteggono l’astronave.
La Playstation non sembra sentire il peso degli anni in questo gioco e sfodera una delle sue migliori realizzazioni tecniche di sempre: gli ambienti sono accuratamente riprodotti, ricchi di poligoni e texture raffinate, i movimenti dei personaggi e degli alieni sono fluidi e convincenti.
Tutto questo però non basterebbe a ricreare il feeling del film se non ci fosse anche un comparto sonoro degno della situazione: le urla, i rumori metallici che rieccheggiano nei corridoi, le esplosioni e un’infinità di altri effetti vi caleranno in un atmosfera da incubo che vi riserverà non pochi attacchi cardiaci.
Durante il gioco oltre a Ridley controllerete altri tre personaggi, ognuno con le proprie armi e caratteristiche. Gli alieni non saranno degli avversari facili in quanto sono dotati di una buona intelligenza artificiale: si nasconderanno e cercheranno di sfruttare tutti gli anfratti migliori per sferrare i loro attacchi e sapranno schivare agilmente i vostri colpi se non sarete abbastanza precisi. Sono presenti tutti gli alieni storici della serie: gli alieni soldato, le gigantesche regine madri e i guardiani delle uova: i Face Hugger. Ogni specie si distinguerà per delle diverse strategie di attacco proprio come avveniva nel film.
Il sistema di salvataggio non è molto comodo infatti potrete salvare solo in alcuni punti della mappa. Da un lato la longevità ne tra beneficio ma dall’altro non è divertente dove ripetere più volte alcuni tratti molto lunghi ed impegnativi.
Notiamo con piacere che il controllo, vero punto debole di questa tipologia di giochi su console, è migliorato rispetto ad altre occasioni. Anche senza il mouse si riescono a gestire bene i movimenti e le armi a disposizione. E’ comunque consigliabile utilizzare un pad analogico che garantisce una migliore precisione.

Piattaforma:
PSX
Genere:
sparatutto
Data di uscita:
Sviluppatore:
Argonauts
Distributore:
C.T.O.







9

Se amate i titoli ad alta tensione questo è il gioco che fa per voi. L’ottima realizzazione tecnica riesce infatti a ricreare perfettamente il clima di terrore che si respira nella serie di Alien. La giocabilità è convincente e il titolo vi riserverà molte ore di sfida.
Ancora una volta constatiamo come sia prematuro abbandonare una console che è ancora in grado di fornirci titolo di ottimo livello.