Yakuza 7 reinterpreterà le classi dei giochi di ruolo

Sappiamo che Yakuza 7 sarà molto diverso dai precedenti e rischierà sperimentazioni in molti suoi aspetti

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 3 Ottobre 2019 - 15:52

Sappiamo che Yakuza 7, conosciuto anche come Yakuza: Like a Dragon, proverà a sperimentare con diverse novità rispetto agli altri capitoli della serie, lanciando delle peculiari commistioni con il genere dei giochi di ruolo. In particolare, tra questi ultimi ci sarà anche una reinterpretazione del sistema di classi.

Yakuza 7 reinterpreterà le classi dei giochi di ruolo

Gli sviluppatori, infatti, hanno spiegato che Ichiban Kasuga non potrà contare sulla stessa forza dirompente di Kazuma Kiryu, per cui bisognerà giocare in modo diverso e collaborando con altri personaggi. Ciascuno di questi avrà delle caratteristiche uniche, in un sistema di job ereditato proprio dai giochi di ruolo classici. Tre di queste classi sono state già svelate dalla rivista Famitsu e, come noteranno gli appassionati degli RPG, hanno un sapore molto familiare.

La classe del Fortuneteller è specializzata in attacchi elementari, ma ha una difesa debole. Il Riot Police, invece, sarà in grado di fare da tank, accentrando gli attacchi nemici su di sé per proteggere il gruppo e proteggendo gli altri con il suo scudo. Gli Idol, invece, saranno una classe in grado di far recuperare l’energia ai compagni, oltre che di attivare status positivi. E, sì, potranno colpire i nemici con il microfono – sul serio.

Yakuza: Like a Dragon arriverà nel 2020 in Occidente. In Giappone, sbarcherà su PS4 il 16 gennaio del prossimo anno.

Fonte: Videogamer.com




TAG: yakuza 7