Visceral Games: Un ex dipendente lascia su Twitter una lettera d’addio commovente

A cura di Antonello Buzzi - 21 Ottobre 2017 - 0:00

La chiusura di Visceral Games è stato un evento che ha colto di sorpresa un po’ tutti e ha sollevato un gran dibattito in rete nel corso dell’ultima settimana.Zach Mumbach faceva parte della software house e ha pubblicato su Twitter una lettera sia d’addio che di ringraziamento a tutte le persone che hanno mostrato il loro sostegno ai membri dello studio che ora si trovano senza lavoro e magari in una situazione un po’ problematica.Ecco le sue parole:”Apprezzo tutto il supporto e le parole di incoraggiamento che ho ricevuto negli scorsi giorni. Significano molto per me. Mia moglie ed io abbiamo avuto il nostro secondo bambino domenica e successivamente Visceral è stata chiusa il martedì successivo quindi è stato un colpo davvero duro. Sono molto triste per la cancellazione del fantastico gioco a cui stavamo lavorando e la chiusura dello studio dove ho speso la maggior parte della mia vita adulta e la presa di coscienza che non lavorerò più con le persone di questo team. Visceral ha significato molto per me. E’ la sola casa che abbia mai conosciuto e questo, non c’è bisogno di girarci attorno, mi spezza davvero il cuore.Sono incredibilmente fortunato ed onorato di aver avuto l’opportunità di lavorare con le persone di talento che hanno reso Visceral quello che era.Grazie a tutte le persone che hanno supportato il nostro studio e giocato ai nostri titoli nel corso degli anni.Presto scoprirò cosa mi riserverà il futuro ma per ora mi occuperò del mio nuovo bambino, giocherò a qualche videogame e rifletterò su tutti i bei momenti trascorsi durante gli ultimi 17 anni.“.

Ricordiamo che recentemente anche figure di spicco dell’industria come Rami Ismail e Cory Barlog, director di God Of War, si sono espressi sulla vicenda. Inoltre Amy Hennig ha a sua volta ricondiviso la lettera di Zach.




TAG: visceral games