Recensione 5 min

OlliOlli World | Recensione – Lo skateboard adatto a tutti

La prova finale di OlliOlli World è una gradita conferma di tutte quelle piacevoli sensazioni captate durante i precedenti test.

Fin dal primo annuncio di OlliOlli World abbiamo nutrito un discreto e genuino interesse per il progetto Roll7. Interesse cresciuto via via che abbiamo potuto testare alcune sezioni specifiche di un titolo che non ha paura di uscire in un mese paradossalmente strabordante di produzioni, ma che siamo sicuri possa ritagliarci una propria fetta di mercato sia tra gli appassionati dello skateboard sia tra i semplici curiosi.

OlliOlli World

Piattaforma:
PC, PS4, PS5, SWITCH, XONE, XSX
Sviluppatore:
Roll7
Distributore:
Cidiverte

Finalmente abbiamo potuto mettere le mani in modo completo e senza vincoli sul coloratissimo prodotto realizzato dal talentuoso team con sede a Londra, dopo un primo test necessario per iniziare a capire la portata del progetto e un secondo nelle scorse settimane che ci aveva lasciato sensazioni estremamente positive sulla curva di difficoltà.

OlliOlli World, lo anticipiamo subito, è una vera e propria dichiarazione d’amore di Roll7 nei confronti non solo dello sport su tavola e ruote, ma soprattutto di quello stuolo di appassionati che ha seguito la crescita della software house con i primi due capitoli e che adesso si prepara per quella che può a tutti gli effetti rappresentare una piccola, ma estremamente gratificante, maturazione.

Come diventare un Mago dello Skateboard

La prima vera novità di OlliOlli World rispetto ai suoi predecessori è l’implementazione di un comparto narrativo che non solo fa da cornice alle vicende, ma si prende anche la briga di dare un nesso tanto fantasioso quanto logico alle motivazioni che spingono i giocatori ad attraversare i vari territori per migliorare le abilità sulla tavola.

Il regno di Radlandia è il mondo ideale per tutti gli appassionati di skateboard, una vera e propria utopia incentrata sulla tavola dove tutti possono esprimersi liberamente e trovare il posto più adatto alle proprie esigenze, senza preoccuparsi di alcun freno o giudizio morale. Un luogo di pace e acrobazie, coloratissimo e per certi aspetti bizzarro, dove gli atleti più in gamba vengono celebrati ed elevati al grado di vere e proprie divinità fonte di conoscenza.

I dialoghi sono leggeri, ma utili a scoprire retroscena sul regno di Radlandia.

Dalle strade e le spiagge di una Sunshine Valley, che ricalca in tutto e per tutto una visione stereotipata e stravagante di Venice Beach, inizia il nostro viaggio in OlliOlli World, attraversando le cinque macro-aree del regno di Radlandia per incontrare le rispettive divinità, con l’obiettivo di poter ottenere la qualifica conferita solo ai più esperti di Mago dello Skateboard.

Ogni area è associata ad uno specifico e curato bioma, suddiviso tra piste e livelli tanto variegati quanto ricchi di dettagli, dove la cornice narrativa sopra menzionata garantisce fin da subito quella piacevole sensazione tipica di chi intraprende un viaggio mistico. Una vera e propria odissea, assieme ad alcuni compagni fidati con i quali scambiare brevi battute prima e dopo ogni circuito, senza dimenticare conoscenze sempre nuove legate indissolubilmente a uno specifico territorio.

Adesso lo confermiamo, la personalizzazione di OlliOlli World causa assuefazione.

Abbiamo impiegato circa una dozzina di ore per completare le quest principali di OlliOlli World, senza però snervarci nell’ottenere tutti gli obiettivi opzionali e secondari presenti, utili a garantire una buona rigiocabilità pad alla mano e un’impennata delle ore a favore degli amanti delle sfide più ardue.

Una struttura che funziona perché adeguatamente supportata dall’incredibile ventaglio di scelte legate alla personalizzazione del nostro colorato alter ego e il suo fidato skate, con un sistema di skin e oggetti sbloccabili attraverso varie sfide che non può non far la contentezza degli assuefatti dal più sfrenato completismo.

Abbiamo, infatti, una corposa varietà di costumi pronti a scatenare le fantasie dei videogiocatori e le varie combinazioni possibili – man mano che completiamo i livelli – ci hanno fatto perdere qualche minuto di troppo nella ricerca del completo ideale da sfoggiare.

Acrobazie per tutti

Per il gameplay di OlliOlli World, invece, è chiaro come i ragazzi di Roll7 abbiano fatto tesoro dell’esperienza accumulata con i suoi due predecessori. Un vero e proprio bagaglio di competenze saggiamente amalgamato alle più tradizionali analisi di mercato, con l’obiettivo di rappresentare su schermo il giusto compromesso tra la classica esperienza arcade ed impegnativa con quella più libera e accessibile anche per i semplici curiosi.

Questo non vuol dire che OlliOlli World pecchi sul piano della difficoltà, ma che presenta una curva decisamente meno ripida, utile ad accompagnare i novizi nelle prime aree per poi passare a sfide e piste sempre più articolate e complesse nella seconda metà dell’avventura.

Le piste garantiscono un incredibile livello di dettagli.

É possibile completare la maggior parte dei livelli senza troppi sforzi, magari sfruttando i checkpoint per non lasciarsi sopraffare da ostacoli e barriere continuamente, ma è proprio nel suo vortice fatto di trial and error e sfide opzionali che si mostra la vera natura di OlliOlli World.

Una natura fatta di concatenazione di trick e acrobazie con centinaia di possibilità, dove sfruttare le piste e le sue ramificazioni per scoprire tracciati tanto più complessi quanto soddisfacenti e ottenere il punteggio più alto. Ammettiamo come in alcune situazioni ci siamo ritrovati a covare un po’ di frustrazione per alcuni passaggi che necessitavano di uno studio mnemonico del tracciato, così come di uno sforzo di calcolo delle varie tempistiche legate al salto di un ostacolo – qualcosa che potrebbe far vacillare anche i giocatori più calmi. Per ottenere i migliori punteggi, insomma, bisogna un po’ soffrire, soprattutto nelle ultime aree.

Riprendendo le buone sensazioni lato responsività dei comandi evidenziate nel più recente test, sottolineiamo un ulteriore passo in avanti, con la combinazione degli analogici e dei grilletti utili per i trick – o grind tra superfici orizzontali e verticali – che trasmettono una migliorata precisione, al netto di rarissimi inciampi con la presenza di più ostacoli in successione, che rischiano di vanificare ogni sforzo di concentrazione proprio sul più bello.

Ogni area presenta eroi locali da battere, missioni opzionali e tracciati segreti.

Proprio, però, focalizzandoci sulla volontà della software house di dare uno scopo ai nostri avventurieri abbiamo particolarmente apprezzato la scelta di introdurre nei circuiti di OlliOlli World numerose biforcazioni e missioni secondarie. Tutti elementi sbloccabili esplorando e ripercorrendo le varie piste e mettendosi alla prova con obiettivi sempre più complessi.

Come ogni buon endless runner che si rispetti, anche in questo caso sarà necessario prendere dimestichezza con il pad per capire come sfruttare l’ambiente circostante e generare i più esagerati moltiplicatori di combo. Ovviamente, è necessario fronteggiare ostacoli delle più svariate forme e, soprattutto nelle aree finali di Sketchside e Los Vulgas, abbiamo notato una piacevole dinamicità delle piste che conferma l’incredibile coerenza tra resa estetica e gameplay implementata dai ragazzi britannici.

Benvenuto nel Gnarvana

OlliOlli World presenta anche un interessante componente multigiocatore che mette gli utenti costantemente alla prova online su tracciati generati casualmente. Attorno alla dimensione mistica del Gnarvana – dove ascendono giocatori più abili – ruota la possibilità di potersi confrontare contro gli utenti di tutto il mondo, attraverso delle ranked che tengono conto di punteggi e risultati per ottenere oggetti estetici unici.

Il Gnarvana è un approccio nell'online che ci convince nella sostanza, ma un po' meno nella forma.

Parlare di vero e proprio ambiente competitivo come nel senso classico del termine ci sembra però sbagliato, perché si tratta più di una possibilità che i ragazzi di Roll7 concedono ai giocatori per mettersi alla prova tenendo traccia di traguardi e risultati ottenuti da amici e non; la regola d’oro sia offline sia online sembra essere quella di garantire il divertimento più puro e sfrenato.

In quest’ultimo caso – sfruttando la sezione Portale del Gnarvana – è possibile condividere un codice per competere sullo stesso tracciato con altri utenti, sfruttando le meccaniche online di OlliOlli World per giocare su piste generate secondo parametri quali difficoltà, lunghezza e area di riferimento, come in un vero e proprio sandbox.

Parliamo di un’introduzione interessante e che almeno nel breve periodo riuscirà senza troppi sforzi a tenere alta l’attenzione dei videogiocatori, ma con delle potenzialità nel lungo corso che solo il tempo riuscirà effettivamente a valutare, a seconda della percezione della community.

Quando credi di aver ottenuto un buon punteggio, potresti renderti conto di essere solo all'inizio.

Menzione speciale per il comparto tecnico di OlliOlli World, con uno stile cartoonesco e ricco di colori accesi che è uno degli aspetti più apprezzati dell’intera produzione. Il livello estetico ricercato sia per piste che per paesaggi sullo sfondo è un continuo crescendo di sorprese, il che fa apprezzare lo sforzo di Roll7 per la creazione di piste incredibilmente evocative e curate, frame dopo frame.

Nel nostro test tramite PC di ultima generazione non abbiamo evidenziato particolari problematiche, con un frame rate ballerino solo durante alcune animazioni tra i brevi scambi di battute con altri personaggi. I 120 fps ci hanno permesso di affrontare le piste anche più complesse con fluidità, mostrando l’alternanza di salti e acrobazie senza nessun particolare inciampo.

Ultima, ma non per importanza, una colonna sonora ricca di brani e arrangiamenti che spaziano su più generi – tra musica elettronica e sue diramazioni – per accompagnare il giocatore in ogni area e aggiungere ulteriori enfasi a ogni prova.

Versione recensita: PC

Se volete prepararvi a godervi al massimo OlliOlli World, date un’occhiata a questi controller disponibili su Amazon a prezzo scontato.

8,4

OlliOlli World

Piattaforme: pc, ps4, ps5, switch, xone, xsx
OlliOlli World è un titolo divertente con tutte le carte in regola per farsi apprezzare sia dagli appassionati dello skateboard sia dai neofiti. L’ultimo capitolo di Roll7 è un’esplosione di colori e illustrazioni che segna un’incredibile maturità artistica del team britannico, mentre la struttura realizzata per il gameplay – tra missioni secondarie e tracciati dalle molteplici biforcazioni – garantisce una piacevole rigiocabilità. Che sia per la caccia al record di punti più alto o per una semplice partita a cervello spento nella quale impratichirsi, nel regno di Radlandia ci sarà sempre un'occasione per tornare e macinare ore davanti allo schermo, e va benissimo così.

Pro

  • Gameplay divertente e appagante, adatto a tutti
  • Artisticamente sprizza personalità da ogni poro
  • La personalizzazione del proprio alter ego scatena le fantasie dei videogiocatori
  • Il Gnarvana garantisce un piacevole approccio sandbox per il multigiocatore…

Contro

  • Le sezioni più avanzate lasciano spazio a una certa dose di frustrazione
  • … ma per il competitivo ci vuole qualche lavoro ulteriore sulla struttura delle leghe
8,4