Call of Duty: Modern Warfare 2 Campaign Remastered – Recensione

Un titolo storico fa il suo ritorno, ma serviva davvero?

Recensione
A cura di Nicolò Bicego - 2 Aprile 2020 - 16:39

Le voci di corridoio su una remastered dello storico Call of Duty: Modern Warfare 2 avevano cominciato a diffondersi più di due anni fa; col tempo, l’esistenza del gioco era diventata praticamente una certezza, anche se non c’erano indizi su quando il titolo sarebbe effettivamente uscito. L’annuncio è arrivato a sorpresa pochi giorni fa: Call of Duty: Modern Warfare 2 Campaign Remastered è infatti disponibile dal 31 marzo, in esclusiva temporale su PlayStation 4.

Tra un mese, anche gli utenti PC e Xbox One potranno mettere le mani su questo titolo. Noi ovviamente abbiamo già sperimentato questo ritorno alle origini per voi e siamo pronti a dirvi se questa remastered vale i 24,99€ richiesti al lancio.

Guerra moderna… quella di una volta

La maggior parte di voi lo saprà già, ma è bene ribadirlo. Questo Call of Duty: Modern Warfare 2 Campaign Remastered (solo MW2 d’ora in poi) è una riedizione dello storico Call of Duty: Modern Warfare 2 del 2009. Non si tratta, ovviamente, di un sequel dell’ultimo Modern Warfare datato 2019; per comprendere le vicende narrate in questo capitolo, dovrete dunque aver giocato l’originale Modern Warfare, quello uscito nel 2007, anch’esso rimasterizzato su Playstation 4, Xbox One e PC.

Call of Duty: Modern Warfare 2 Campaign Remastered – Recensione

D’altro canto, la storia del gioco è abbastanza semplice da seguire anche senza aver giocato il primo episodio, dunque non consideratelo come un requisito necessario. Come si può intuire dal nome di questa remastered, questa versione di MW2 racchiude soltanto la campagna single-player, tagliando fuori spec ops e multiplayer – e su questo torneremo in seguito. Concentriamoci, per adesso, sulla campagna offerta dal gioco.

Non intendiamo, chiaramente, recensirla nuovamente, come se si trattasse di un titolo mai visto prima: quello che ci interessa capire è come la storia di MW2 si presenta a undici anni dalla sua data di uscita originale. E dobbiamo dire che, nonostante tutto, la campagna di gioco risulta ancora adrenalinica, grazie ad una storia dal ritmo serrato e a livelli ben congegnati, che risultano tra i migliori mai proposti dalla serie. Chiaramente alcune meccaniche risultano datate, e mancano molte delle migliorie introdotte dagli sviluppatori nei capitoli successivi, ma in generale il gioco risulta ancora divertente.

Call of Duty: Modern Warfare 2 Campaign Remastered – Recensione

C’è da dire però che chi non ha giocato MW2 a suo tempo difficilmente riuscirà a farsi conquistare da esso come i giocatori dell’epoca. Parliamoci chiaro, MW2 non è mai stato un titolo rivoluzionario, in grado di segnare un punto di svolta nel genere FPS; era però un tassello importante nell’evoluzione del franchise di Call of Duty. Questo però può renderlo obsoleto per chi si è affacciato alla serie soltanto molti anni dopo: tornare indietro, specialmente dopo l’ottimo Modern Warfare del 2019, potrebbe essere difficile per i nuovi fan.

Il punto è che MW2 oggi ha davvero poco di nuovo da dire: manca dei livelli memorabili del suo predecessore e non fa niente che non abbiano fatto, successivamente, altri capitoli. L’opera di svecchiamento si è concentrata, come era lecito aspettarsi, sul comparto tecnico: migliora la risoluzione, migliorano gli effetti di luce, migliora anche il frame rate. Il lavoro di Beenox è stato certosino e non si sarebbe potuto richiedere molto altro da una “semplice” remastered. Il dilemma però rimane: basta uno svecchiamento grafico a rendere un gioco valevole dell’acquisto? E qui veniamo al grande, grosso problema di questa remastered.

Call of Duty: Modern Warfare 2 Campaign Remastered – Recensione

Quello che aggiungi e quello che perdi

A fronte di un comparto tecnico aggiornato, MW2 perde completamente le componenti spec ops e multiplayer. La giustificazione di Activision è stata quella di non voler far disperdere i giocatori su due titoli diversi: le mappe di MW2 saranno quindi aggiunte, nel tempo, a Modern Warfare 2019 attraverso aggiornamenti gratuiti. Il sospetto, però, è anche quello che Activision abbia cercato di monetizzare al massimo con un titolo che, indipendentemente dalle sue criticità, occupa un posto speciale nel cuore di molti fan.

La verità è che MW2, come qualsiasi Call of Duty, perde gran parte del suo senso di esistere senza multiplayer, perché la campagna è invecchiata tutt’altro che bene, e perché già al lancio il multiplayer (sia co-op che competitivo) rappresentava il cuore del pacchetto. Senza contare che la stessa campagna, da sola, dura intorno alle 4-5 ore, come da standard della serie.

Call of Duty: Modern Warfare 2 Campaign Remastered – Recensione

Non finisce qui. Il prezzo di lancio è di 24,99€, che sarebbe stato adeguato se la remastered avesse offerto il pacchetto completo di MW2. Così, invece, non è. E se è vero che PlayStation 4 non è retrocompatibile con i titoli PlayStation 3, su PC e Xbox One è possibile recuperare la versione originale per cifre davvero irrisorie, potendo così accedere anche a spec ops e multiplayer.

Qual è allora il senso di questa remastered? A chi si rivolge? I nostalgici, probabilmente, hanno ancora la loro copia, o possono facilmente entrare in possesso della versione originale (e più completa) con una spesa minima. I nuovi arrivati non troveranno, nella sola campagna, qualcosa che non abbiano già trovato (in versione migliorata) nell’ultimo Modern Warfare. Gli unici che davvero potrebbero essere interessati sono coloro che vorrebbero rivivere la campagna di MW2 ma, avendo solo una PlayStation 4, non potevano farlo fino ad ora. Anche in questo caso, però, vi consigliamo di attendere: 24,99€ per una remastered che taglia contenuti anziché aggiungerli sono tanti, troppi.

+ La campagna è ancora divertente...
- ... ma non offre nulla di unico
- Senza multiplayer perde di senso
- Prezzo di lancio eccessivo

6.0

Dispiace dover praticamente bocciare un titolo che avevamo amato undici anni fa, ma non è possibile fare altrimenti. Call of Duty: Modern Warfare 2 Campaign Remastered è un tentativo di monetizzare su quei fan che hanno riservato al titolo originale un posto speciale nella loro carriera da videogiocatori. Una remastered che toglie contenuti anziché aggiungerli suona già come una presa in giro; se a questo aggiungiamo un prezzo di lancio esorbitante (in rapporto ai contenuti offerti) e il fatto che due piattaforme possono ancora far girare la versione originale (e completa), questa storia assume dei contorni un po’ grotteschi. Purtroppo, però, così stanno le cose, e non possiamo fare altro che regolarci di conseguenza.




TAG: call of duty modern warfare 2 campaign remastered