The Witcher: Il Guardiano degli Innocenti

Recensione libri
A cura di drleto - 4 Dicembre 2011 - 0:00

Nell’arco di pochi anni, Geralt di Rivia è passato dall’essere il protagonista di un fenomeno letterario dell’est Europa, al divenire uno dei personaggi più conosciuti ed amati da videogiocatori di tutto il mondo. Merito dei due splendidi giochi sviluppati da CD Projekt, ma soprattutto della penna di Andrzej Sapkowski, lo scrittore polacco che ha dato i natali allo strigo ed al suo mondo.

Grazie a Editrice Nord, anche in Italia abbiamo la possibilità di leggere le avventure che hanno contribuito a definire il personaggio, i comprimari e l’universo della saga di The Witcher.

Il Guardiano degli Innocenti è il primo romanzo della saga pubblicato nel nostro paese, strutturato come una serie di episodi autoconclusivi tenuti insieme da un sottile filo conduttore, narrato da Ranuncolo, il Dandellion del gioco. Tra gli episodi narrati spicca sicuramente il combattimento con la strige per spezzare la maledizione di Adda, evento narrato nell’introduzione video del primo videogioco, ma tanti sono i riferimenti a fatti e protagonisti che abbiamo incontrato nelle nostre avventure videoludiche.
Ad esempio verrà introdotta Yennifer, personaggio centrale per la saga letteraria, ma solamente accennato nei giochi CD Projekt, fondamentale per lo strano rapporto che la lega a Geralt. Ovviamente impareremo a conoscere ed apprezzare Ranuncolo, inguaribile dongiovanni e perditempo, ma soprattutto ad amare Geralt, enigmatico Witcher, conosciuto con i soprannomi più disparati, costantemente sempre in bilico tra il seguire le sue pulsioni ed il rimanere neutrale, a qualsiasi costo.
Durante la narrazione emerge un mondo in perenne conflitto e alle porte di un traumatico cambiamento: gli esseri umani stanno scalzando elfi ed altre creature dalle loro terre ed i nilfgardiani stanno affacciandosi bellicosi da sud. Guerra civile e intrighi politici dilaniano i regni degli uomini, incuranti di quello che succede intorno a loro. In questa situazione Geralt si barcamena come può, ultimo baluardo di un ordine guerriero in via di estinzione, conteso per la sua abilità con la spada da ricchi mercanti e regnanti, convinti di poterlo usare come una marionetta.

Le vicende narrate sono dunque piuttosto adulte e complesse, anche se lontane da quelle narrate dal macchiavellico G.R.R. Martin, con intrecci amorosi, intrighi di palazzo e tanta azione. Nonostante quello che ne pensa l’autore, leggere Il Guardiano degli Innocenti aiuterà molti ad apprezzare il lavoro svolto da CD Projekt per rendere fedele il videogioco all’opera ispiratrice, a capire la cura nella riproduzione delle ambientazioni, nei dialoghi e nella caratterizzazione dei personaggi.

Anche senza aver mai provato The Witcher, il primo romanzo di Sapkowski è un fantasy notevole, sufficientemente originale e ben scritto da catturare l’attenzione di tutti gli amanti del genere. Da questo punto di vista il lavoro svolto da Editrice Nord è encomiabile, grazie ad un’edizione hardcover con materiali di buona fattura e una traduzione italiana puntuale e curata, ricavata direttamente dal polacco (ecco spiegato il motivo del nome Ranuncolo) e dunque molto più fedele e ricca della mediocre edizione inglese.

Ha una spada di ferro, ma per i mostri ne usa una d’argento.
È un assassino efferato, ma uccide solo i malvagi.
Non ha una patria, ma arriva ovunque chiedano il suo aiuto.
Perché lui è Geralt di Rivia, il guardiano degli innocenti.

L’autore
Andrzej Sapkowski
è nato a Łódź, in Polonia, nel 1948. Nonostante gli studi di economia, ha sempre amato raccontare storie e, alla fine degli anni ’80, con la pubblicazione della serie che ha come protagonista Geralt di Rivia, ha ottenuto un travolgente successo prima in patria e poi all’estero, coronato, nel 2007, dall’uscita di The Witcher, il videogioco ispirato ai suoi romanzi. Attualmente è uno degli scrittori fantasy più letti d’Europa e di recente gli è stato conferito il prestigioso David Gemmell Legend Prize, attribuitogli dopo una votazione che ha coinvolto i lettori di 75 Paesi.

Il Guardiano degli Innocenti
(Ostatnie Życzenie, 1993)
di Andrzej Sapkowski
Traduzione di Raffaella Belletti
Editrice Nord, 13 maggio 2010
Collana: “Narrativa”
Pagine: 370
ISBN: 8842916595
ISBN-13: 9788842916598




TAG: the witcher 2 assassins of kings