10 milioni di Nintendo Switch nel What's Up 10-16 dicembre - SpazioGames

10 milioni di Nintendo Switch nel What’s Up 10-16 dicembre

By |dicembre 16th, 2017|Categorie: RUBRICHE|Tags: |

Il 2017 corre verso il suo epilogo e noi di SpazioGames ci ritroviamo anche questo weekend nella nostra rubrica What’s Up per fare il punto sulle novità più calde di questi giorni.

Notizie della settimana

Apriamo con un viaggio all’interno di due esclusive PS4 estremamente attese, di cui abbiamo sentito molto parlare in settimana. La prima è The Last of Us Part II, con Naughty Dog che ha dichiarato di essere arrivata tra il 50 e il 60% dei lavori. Per rivedere il gioco ci vorrà un po’, considerando che dovremo aspettare l’E3 del prossimo mese di giugno. Per il momento, il team rimane molto abbottonato sul comparto narrativo e le tematiche, anche se ci ha già fatto sapere che si parlerà tanto di odio e che nessuno è al sicuro, nemmeno Joel ed Ellie. Possiamo aspettarci delle morti illustri? Non ci resta che attendere per scoprirlo. Nel frattempo, comunque, è arrivata la certezza che lo scenario principale delle vicende del gioco sarà una decaduta Seattle, nello Stato di Washington.
Passiamo anche a Death Stranding, con Hideo Kojima che ci ha tenuto a precisare che non sta affatto prendendosela comoda e che per realizzare un gioco AAA di qualità serve un periodo compreso tra i tre e i cinque anni. Se credevate di mettergli fretta, insomma, vi converrà rivedere i vostri piani. Per aiutare ad ingannare l’attesa, il leader di Kojima Productions ha anche svelato qualche dettaglio su quanto visto nel trailer dei The Game Awards: la schermata in cui il protagonista, Sam, è immerso sott’acqua è infatti quella del game over, anche se non ci sarà una vera morte del giocatore all’interno del gioco. L’autore ha infatti spiegato che potremo uscire dal corpo di Sam ed esplorare questo fondale, prima di decidere di tornare al corpo stesso e di riprendere le nostre attività nel gioco, in una sorta di rinascita. Non è tutto, perché abbiamo anche appreso che nel gioco avrà grande importanza la pioggia, ribattezzata come Timefall: la caduta di questo liquido non meglio precisato dal cielo, all’interno del gioco, causerà l’invecchiamento rapidissimo degli esseri viventi colpiti. Ovviamente, non possiamo che attendere di scoprire in che modo dovremo gestire questa feature nel gameplay.
Visto che siamo più o meno in tema, vi ricordiamo che in settimana si è parlato anche di Metal Gear Survive, ossia la prima release della serie nata da Hideo Kojima dopo il divorzio da Konami: la casa giapponese, dopo aver mostrato il gameplay della modalità single player, ha annunciato che il gioco andrà in beta pubblica su PS4 e Xbox One dal 18 al 21 gennaio. Se volete farvi un’idea sulla co-op online del gioco senza spendere un euro, quindi, potrebbe essere la vostra occasione. La release definitiva di Metal Gear Survive è invece fissata per il prossimo 22 febbraio.
In settimana sono arrivati anche i numeri ufficiali di Nintendo Switch comunicati da Nintendo: come si era già intuito nei mesi precedenti, la console sta avendo un enorme successo commerciale, dal momento che parliamo di una base installata di dieci milioni di unità in tutto il mondo a nove mesi dal lancio dello scorso marzo. Per confronto, ricordiamo ad esempio che la precedente Nintendo Wii U, dal 2012 al 2017, ha messo insieme una base installata di poco meno di 14 milioni di console vendute. C’è anche un altro dato interessante, che parla delle esclusive che hanno accompagnato il gioco: il 50% di chi ha comprato la console, infatti, ha acquistato anche The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Super Mario Odyssey e Mario Kart 8 Deluxe.
Parliamo anche di A Way Out, la nuova IP pubblicata da EA e firmata dall’istrionico autore di Brothers: A Tale of Two Sons. Quest’ultimo ha infatti annunciato che se vorrete giocare in co-op con un amico, avrete bisogno di una sola copia del gioco, e non di due. Basterà, insomma, che uno solo dei due giocatori abbia comprato il titolo, mentre l’altro dovrà solo scaricare un pass sulla sua console per potersi collegare alla partita e partecipare. Si tratta di una bella decisione, in contrasto con la direzione sempre più avida che di recente abbiamo notato in alcune scelte dell’industria videoludica. Segnaliamo anche che abbiamo appreso in settimana che One Piece: World Seeker, inizialmente annunciato per il solo Giappone, arriverà invece anche in Occidente. Non è tutto, perché mentre nel Paese del Sol Levante il titolo sarà esclusiva PS4, in Europa arriverà anche su PC e Xbox One. L’uscita dovrebbe essere fissata nel corso del 2018.
Torna protagonista anche Harry Potter, che dopo l’annuncio del gioco in realtà aumentata Wizards Unite, si prepara ad un altro sbarco su dispositivi mobile: questa volta, ci troveremo di fronte a Harry Potter: Hogwarts Mystery, gioco di ruolo per iOS e Android che vi consentirà di vestire i panni di un vero studente di Hogwarts. Creerete così il vostro personaggio e vi specializzerete in tutte le discipline, incontrando in cattedra i più iconici professori dell’universo firmato da J.K. Rowling. Rimaniamo ora in attesa di scoprire e riferirvi ulteriori dettagli e la data d’uscita del gioco.
C’è stato spazio, in settimana, anche per l’annuncio di Street Fighter 30th Anniversary Collection, cofanetto che celebra i trent’anni della celeberrima serie picchiaduro firmata da Capcom. Al suo interno troverete diversi episodi classici a prezzo budget, che in Europa dovrebbe ammontare a 39,99€. L’uscita del cofanetto è attesa per il prossimo mese di maggio su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch.
Abbiamo parlato anche della serie TV di Netflix che sarà dedicata a The Witcher, perché nei giorni scorsi abbiamo appreso chi sarà a firmarne la sceneggiatura: la serie è stata infatti affidata alla penna di Lauren Schmidt Hissrich, che è già stata sceneggiatrice di Daredevil, sempre per Netflix. Ora come ora non ci è dato conoscere troppi dettagli sui contenuti della serie The Witcher, ad eccezione del fatto che ci consentirà di seguire le vicende di diversi Witcher. Vi faremo sapere di più, appena trapelerà qualcosa.
Chiudiamo riportandovi l’annuncio del cambiamento del Premio Drago d’Oro: l’oscar italiano dei videogiochi si chiamerà ora Italian Video Game Awards e la sede sarà dell’evento da quest’anno sarà Milano. L’appuntamento è fissato per il prossimo 14 marzo, quando sul palco, oltre ad una giuria che vede anche la presenza di SpazioGames, saliranno anche degli ospiti internazionali ancora da scoprire. Ovviamente, seguiremo l’evento anche sulle nostre pagine, quindi rimanete con noi anche per tutti gli appuntamenti del 2018!

Recensioni della settimana

Anche a fine anno, non sono mancate alcune recensioni succose: partiamo ad esempio da Doom VFR, ossia il debutto dello sparatutto di id Software in VR. Il gioco si mantiene divertente ed è ben riuscito graficamente, anche se i controlli risultano macchinosi e non ci sono tutti i contenuti dell’originale (Voto 6,5). Momento del verdetto anche per Okami HD, rifacimento su PS4 e Xbox One dell’opera Capcom, sempre splendido nel concetto e nella direzione artistica, anche se non tutti i minigiochi del titolo sono invecchiati benissimo (Voto 8,0).

Rimaniamo in casa Capcom per i verdetti sui nuovi DLC di Resident Evil 7. Per quanto riguarda Not a Hero, il ritorno di Chris Redfield è credibile ed alcune sezioni sanno davvero come colpire. Di contro, però, il DLC è molto breve e la scrittura non osa mai uscire da una comfort zone che si limita al compitino (Voto 7,5). Sicuramente interessante anche End of Zoe, che vi fa giocare nei panni di un protagonista tutto nuovo e prova a rinnovare la formula ponendo al centro di tutto i cazzotti. Peccato che proprio questo approccio risulti stonato e che proprio il protagonista sia visibilmente troppo potente rispetto alla difficoltà del gioco. Nonostante un bilanciamento che era quindi da rivedere, il DLC si mantiene gradevole (Voto 7,0).
Altro giro, altro DLC: questa volta è Episode Ignis di Final Fantasy XV, che si è rivelato essere il migliore di quelli usciti fino ad ora. Dalla sua, l’espansione dedicata a Ignis ha un buon comparto narrativo e un combat system capace di rivelarsi avvincente.
Per tutte le recensioni della settimana, fate riferimento alla sezione dedicata.

Rubriche, anteprime e speciali

Tra le rubriche, nuovo numero di Va(le) Pensiero che riflette sulla comunicazione di Death Stranding e nuovo appuntamento con Why not famous?, questa volta dedicato a Quantum Break. Tra gli approfondimenti, occhio anche al nostro speciale che vi presenta John Kodera, il nuovo boss di PlayStation, e a quello che vi annuncia tutti i dettagli dei nuovi SpazioGames Awards. Per tutti gli speciali della settimana, fate riferimento a questa pagina.

Tra le anteprime, infine, non potete perdere quella dedicata alle novità di Sea of Thieves e la nostra prova sul campo di Far Cry 5, che abbiamo potuto testare direttamente negli uffici Ubisoft. Per tutte le anteprime, fate riferimento alla sezione dedicata.







Il 2017 corre a grandi passi verso la sua conclusione con i numeri ufficiali di Nintendo Switch, che forte della base installata messa insieme quest’anno si prepara sicuramente ad un 2018 scoppiettante. Fanno parlare di sé anche due attese esclusive PS4, con Kojima che ha anticipato qualche dettaglio sul suo Death Stranding e Naughty Dog che ha fatto sapere che rivedremo il suo The Last of Us Part II all’E3 del prossimo anno.
Come sempre, vi auguriamo buon fine settimana!

ATTENZIONE
Abbiamo cambiato il sistema per la gestione dei commenti.
Adesso è necessario registrarsi a Disqus tramite QUESTO LINK disponibile anche alla voce “iscriviti” presente nella sezione qui sotto dei commenti.
L’area privata è momentaneamente in manutenzione.