Yakuza 0

Le origini del drago

A cura di Gamesforum - 27 Settembre 2019 - 16:49

Autore della recensione: Vc3nZ_92

Yakuza 0 è un piccolo gioiellino, forse troppo poco considerato quando si parla di grandi giochi, che riesce a regalare grandissime soddisfazioni, sia grazie alla sua componente ludica, nonostante sia rigido e grezzo in molte parti, sia, e soprattutto, grazie alla sua componente narrativa.

Yakuza 0 è un mix tra JRPG e picchiaduro a scorrimento old-school, che riesce ad amalgamare il tutto in modo sopraffino, regalandoci una delle esperienze più immersive e caratteristiche di sempre. Nonostante il Battle System sia un po’ grezzotto, rigido, anche a causa della sua natura cross-gen (ricordiamo che è un gioco di ben 4 anni fa e che in patria è uscito anche su PS3), grazie alla sua varietà e al suo carisma sempre sopra le righe riesce a non stancare mai. Se poi al piatto ci aggiungiamo un sacco di attività collaterali veramente fatte da dio e che aumentano l’offerta ludica in modo spropositato, non ci si può proprio lamentare. La parte ludica inoltre assume delle sfumature leggermente più tecniche nelle Climax Battles, delle sfide che esaltano il gameplay e che fanno assaporare delle sfumature di divertimento, più prelibate, che sinceramente non pensavo di trovare.

Narrativamente è stato fatto un lavoro eccezionale. Personaggi, recitazione, regia, colpi di scena a go-go, tutto funziona alla perfezione. E se da un lato la main quest esalta tutta la drammaticità della situazione, dall’altro le tantissime sidequest, molte delle quali veramente assurde e fuori di testa, riescono a conto-bilanciare alla perfezione l’atmosfera che si respira. C’è un grosso difetto però, che, insieme alla sua eccessiva rigidità ludica, me lo ha fatto leggermente penalizzare in fase di valutazione finale. Per evitare spoiler non voglio essere preciso, però diciamo che, nonostante la sospensione dell’incredulità, nonostante la loro natura propedeutica al gameplay, ci sono state certe situazioni che mi hanno fatto storcere il naso in quanto poi la parte finale dell’avventura si focalizza proprio su un argomento, che di fatto, fa perdere significato a tutte queste situazioni a cui mi riferisco, e non solo, crea proprio una brutta incoerenza… ripeto, capisco che in un certo senso è anche normale, e se non avessero usato QUEL leit-motiv per tutta la parte finale non ci avrei dato molto peso, ma la cosa è TROPPO EVIDENTE.

Yakuza 0

Artisticamente, come accennato, sente il peso degli anni e della sua natura, anche se il colpo d’occhio può ancora dire la sua, così come i video in CG con delle espressioni facciali sopraffine. Comparto sonoro più che buono, con un doppiaggio in giapponese superbo e delle musiche sempre puntuali, nonostante forse ne manchino un paio di veramente memorabili. Ah, giusto per ribadirlo, il gioco non è doppiato, né sottotitolato in italiano, dobbiamo accontentarci dei sub in inglese.

Longevità pazzesca. Per finire la prima run al 100% ci ho messo 120 ore e per finire l’avventura all’ultima difficoltà e quindi platinarlo ce ne vogliono minimo un’altra decina. Solo la main quest, la prima volta, non dura meno di 20 ore, comunque.

+ Narrativamente sublime
+ Atmosfera e senso di immersione impeccabile
+ Ampia offerta ludica
+ Longevità alle stelle
- Gameplay poco rifinito in molte sue parti
- Incongruenza ludico-narrativa sul finale

8.5

In definitiva, un prodotto superbo a cui non mi sento di affiancare la parola capolavoro giusto per onestà intellettuale, nonostante il problema riguardante la parte narrativa segnalato prima mi abbia fatto storcere un minimo il naso: diciamo che forse, soggettivamente, per me lo è, perché mi ha rapito e mi ha fatto vivere un pezzo di Giappone in modo viscerale, ma oggettivamente le lacune del gameplay e qualche altro piccolo problema di contorno minore lo rendono ‘solo’ un ottimo prodotto. Ad ogni modo è un titolo che mi sento di consigliare a tutti, perché riesce a regalare un’esperienza immersiva e molto peculiare. Yakuza 0 è molto di più della somma delle sue parti, è un esperienza ludica che tutti i videogiocatori dovrebbero provare, nonostante i suoi difetti.




TAG: sega, yakuza, yakuza 0