Watch Dogs Legion composto da venti sceneggiature diverse

Ubisoft svela che, per farvi giocare con così tanti "NPC", ha dovuto preparare venti sceneggiature diverse per il suo Watch Dogs Legion

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 21 Giugno 2019 - 15:52

Watch Dogs Legion potrebbe affermarsi, a buon diritto, come uno dei videogiochi più ambiziosi che siano mai stati concepiti in questo medium. Come è stato confermato all’E3, il titolo proporrà al giocatore la possibilità di vestire i panni degli NPC che incontrerà nel suo cammino per Londra, reclutandoli nella resistenza di DedSec per riportare la capitale britannica agli antichi splendori e restituirle la libertà.

Se l’intento del giocatore non sarà facile, possiamo immaginare quanto difficile sia stato quello degli sviluppatori di Ubisoft, che per dare i natali a questa meccanica hanno dovuto lavorare immaginando tutti i possibili incastri tra i personaggi, vivi e morti (vista anche la possibile morte permanente dei protagonisti).

Wath Dogs Legon

A parlare dell’argomento è stato Clint Hocking, direttore creativo del gioco, ai microfoni della rivista EDGE.

Watch Dogs Legion? Venti sceneggiature per un gioco

Secondo quanto spiegato da Hocking, una delle parti difficili per rendere realtà quello che è «un grande sogno con una grande ambizione», è stata ovviamente la sua scrittura. Gli sviluppatori si sono accorti «di quanto fosse entusiasmante e terrificante» lavorare a un progetto simile, ma «è una di quelle cose che vuoi fare a ogni costo.»

Se, solitamente, i videogiochi vengono scritti con il loro protagonista in mente, intorno al quale vertono gli eventi nei tradizionali archi narrativi dello storytelling, qui le cose sono andate un po’ diversamente, perché la compagnia afferma di aver dovuto lavorare a venti sceneggiature, per arrivare a costituire Watch Dogs Legion.

Come raccontato da Hocking:

Ci sono venti diverse versioni della sceneggiatura di Legion, e non intendo semplicemente persone che dicono sempre la stessa battuta. Sto parlando di personaggi diversi, persone diverse, voci diverse, recitazione diversa.

Avete tante combinazioni possibili rende necessario anche un enorme lavoro dal punto di vista tecnico-attoriale, per il quale Ubisoft ha provato una sua soluzione:

Stiamo utilizzando la tecnologia per alterare tutte queste voci, in maniera tale che se finirete con il reclutare Joe e John, che magari hanno dietro lo stesso attore, non possiate accorgervene per via delle voci modulari. Abbiamo usato la fotogrammetria per catturare dozzine di facce diverse, che abbiamo combinato all’utilizzo di innovative tecniche di animazioni per produrre letteralmente migliaia di volti, tutti unici.

Il risultato di questi sforzi, secondo il creative director, è un’esperienza e un mondo di gioco che siano del giocatore, e suoi soltanto, perché difficilmente qualcuno farà il suo stesso percorso nel mondo di Legion.

Watch Dogs Legion arriverà il 6 marzo 2020 su PC, PS4, Xbox One e Google Stadia. Per tutti gli ulteriori approfondimenti sul gioco, fate riferimento alla nostra scheda dedicata.

Fonte: PSU




TAG: ubisoft, Watch Dogs Legion