Recensioni degli utenti 4 min

The Last of Us

Gli ultimi sopravvissuti

Autore della recensione: eug1990

The Last of Us è un videogioco che rientra nel genere delle avventure dinamiche con elementi stealth e da survival horror, pubblicato da Sony Interactive Entertainment e sviluppato da Naughty Dog, quest’ultimi creatori delle serie Uncharted, Jak & Dexter e Crash Bandicoot.

Il mondo non esiste più, o perlomeno, il mondo in cui noi esseri umani siamo abituati a vivere attualmente. Il gioco infatti è ambientato in uno scenario post-apocalittico ove il 60% della popolazione mondiale ha visto la morte per colpa del Cordyceps, un fungo parassita che inizialmente infettava insetti, soprattutto formiche, ma in seguito ha incominciato ad infettare anche gli esseri umani, trasformando quest’ultimi in esseri aggressivi e privi di senno e portandoli sul baratro dell’estinzione.

Joel è un sopravvissuto che a distanza di vent’anni dal caos scatenato dall’infezione del Cordyceps cerca di sopravvivere in un mondo popolato da infetti e da esseri umani ormai senza scrupoli. Joel per procurarsi da vivere fa il contrabbandiere insieme alla sua partner Tess nella zona di quarantena di Boston. Sono due persone ciniche e senza scrupoli che guardano soltanto il proprio tornaconto. I due partner, dopo uno scontro con il contrabbandiere d’armi Robert, incontrano Marlene, leader di un gruppo miliziano di ribelli chiamato “Le Luci”. I due contrabbandieri durante la fuga con Marlene dalle autorità governative, incontrano Ellie, una ragazzina di 14 anni intelligente e molto sveglia, molto più furba e matura delle altre ragazzine della sua età. Marlene chiede a Joel e Tess di scortare la ragazza verso il palazzo del governo per una consegna importante alle “Luci”. I due contrabbandieri accettano. I tre partono all’avventura in un mondo sgretolato dalla furia di infetti ed esseri umani senza scrupoli, ove il rapporto di Joel ed Ellie man mano diventa sempre più intenso. Ed è proprio questo rapporto il punto focale della trama di The Last of Us, in cui lo scenario post-apocalittico è solo il contorno. Una trama veramente coinvolgente e pieni di colpi di scena, nonché una delle migliori degli ultimi anni. Per quanto riguarda le caratterizzazioni dei personaggi, il tutto è gestito pressoché in un modo perfetto.

Lato gameplay, The Last of Us è un riuscitissimo mix tra avventura, stealth e survival horror. I nemici del gioco sono gli infetti (con diversi stadi di infezione) e gli esseri umani che cercano in tutti i modi di contrastare i protagonisti nella loro avventura. Man mano che avanziamo nel gioco gli infetti diventeranno sempre più forti grazie alle loro trasformazioni avanzate, mentre gli esseri umani saranno più corazzati e armati fino ai denti. In The Last of Us come in Uncharted il giocatore può esplorare le varie aree circostanti per trovare munizioni, materiali per la creazione di oggetti come medikit, molotov, coltelli per uccidere i nemici silenziosamente alle spalle o aprire porte chiuse per trovare altri materiali, pezzi per potenziare le armi nel banco da lavoro, integratori per potenziare le statistiche del protagonista, etc. Durante l’esplorazione il giocatore può trovare anche dei collezionabili, come le piastrine delle Luci, fumetti, e documenti da leggere che aiutano a comprendere la trama di gioco e lo scenario post-apocalittico. Il controllo del personaggio è semplice ed intuitivo grazie anche la configurazione del controller abbastanza comoda.

Una delle grandi novità di questo titolo è la modalità ascolto. Questa modalità permette al giocatore di “ascoltare” i nemici nelle vicinanze, anche attraverso i muri. Essa potrebbe dare fastidio ai giocatori più navigati, dato che rende le sezioni stealth molto più facili, ad ogni modo è disattivabile dal menu Opzioni. Il corpo a corpo di The Last of Us è molto realistico e coinvolgente, viscerale. Il giocatore per combattere può usare sia le mani nude, sia le armi da mischia trovate durante le sessioni di esplorazione. Anche il gunplay è molto realistico e pesante, con un sistema di riparo intuitivo e con l’oscillazione dell’arma migliorabile con gli integratori.

Il gioco ha tre livelli di di difficoltà più una sbloccabile dopo aver completato la storia: facile, normale, difficile e sopravvissuto. E’ inoltre presente la modalità + (sempre sbloccabile dopo aver completato la storia) che permette al giocatore di giocare con i potenziamenti già salvati precedentemente a partita completata.

Uno dei difetti del gioco è la gestione dei checkpoint: sono troppi e troppo vicini, con la conseguenza che non c’è mai ansia durante la partita. Un’altro difetto del gioco è sicuramente l’alleato invisibile: il partner nelle sessioni stealth, alle volte “si butta a capofitto” per cambiare riparo davanti agli occhi dei nemici, e quest’ultimi indifferenti continuano per la loro strada. Oltre a questo difetto molto fastidioso, l’intelligenza artificiale dei nemici è gestita in maniera ottimale con comportamenti consoni alle varie situazioni di gioco.

La longevità di The Last of Us è molto buona anche se la cosa è abbastanza soggettiva, ma in media dura più o meno 8-10 ore di gioco. Grazie alla grande esplorazione e la difficoltà massima, si può arrivare anche a 12-15 ore.

La grafica in generale è pressoché perfetta con assenza di difetti: effetti di luce ben realizzati, lineamenti dei personaggi ben definiti, texture definite e le superfici sono dettagliate. Le cutscene sono gestite perfettamente con le varie espressioni e movimenti molto realistici. Il sound design è eccezionale, dal rumore delle bocche da fuoco, ai passi, passando per i vari rumori ambientali. Le voci italiane dei personaggi sono veramente ottime. La colonna sonora è veramente sublime. Insomma, comparto grafico e sonoro veramente eccellenti.

+ Trama emozionante
+ Ambientazione americana ricreata alla perfezione
+ Gameplay vario e versatile
+ Comparti grafico e sonoro al top
– “Alleato invisibile” nelle sezioni stealth
– Gestione dei checkpoint approssimativa

9.8

The Last of Us è un titolo da giocare, senza se e senza ma. Un capolavoro senza eguali che da forti emozioni soprattutto grazie alla trama straordinaria. Consigliatissimo a tutti i tipi di gamers, non deluderà nessuno!