Streets of Rage 4

Ritorno alle strade!

A cura di GamesForum - 17 Maggio 2020 - 9:00

Autore della recensione: manuel99

A ventisei anni di distanza dal terzo capitolo, torna sugli scaffali (digitali) Streets of Rage. I primi tre titoli della saga usciti tutti nell’arco degli anni 90, vengono ricordati dai nostalgici per aver innovato un genere che andava un sacco in quel periodo: i picchia-duro a scorrimento. Questa categoria raccoglie tutti quei giochi in cui bisogna per l’appunto picchiare tutto ciò che capita a tiro mentre camminiamo in una serie di scenari bidimensionali.

Rispetto al passato gli stili di gioco di ogni eroe ora sono ancor più differenziati. Prima ogni personaggio vantava mosse differenti ma bene o male sembrava più un semplice cambio skin che altro. Ora ognuno è ben diversificato e vanta un gameplay ben preciso. Axel, ad esempio, è rimasto il classico personaggio bilanciato, mentre Blaze, fa molto affidamento sui salti ed è la migliore nel concatenare più colpi in successione sfruttando i rimbalzi dei nemici colpiti. Cherry, invece, è la mia preferita fra tutti in quanto agile e perché attacca con la sua chitarra elettrica. Floyd è quello che ho trovato peggiore fra tutti: brutto, lento e noioso seppur sia effettivamente forte ma veramente tedioso pad alla mano. Infine, abbiamo anche Adam, un altro ritorno dal passato, ben bilanciato e in grado di fare scatti sia in avanti che indietro per schivare meglio gli attacchi avversari.

Streets of Rage 4

Rispetto ai capitoli precedenti della saga troviamo una maggiore fluidità, una grafica che fa la sua figura e l’inserimento di una mossa speciale chiamata mossa Stella oltre ad un tecnicismo migliore visto come si possono concatenare i colpi. Come in tutti i giochi del genere, durante la nostra avventura, troveremo oggetti curativi, soldi e segreti seppur essa sia veramente breve in quanto ci sono solo 12 livelli, completabili in appena un paio d’ore. Ovviamente il gioco punta sulla rigiocabilità grazie ai tanti personaggi e alle maggiori difficoltà (l’ultima veramente tosta, tanto che non sono riuscito a fare quasi nulla).

Streets of Rage 4 fortunatamente ha anche una componente multiplayer, sia online che offline. È stato davvero piacevole giocare con i miei amici, e fortunatamente online ho trovato anche pochissimo lag.

Oltre alla grafica ben fatta, il gioco presenta anche dei brani bellissimi, che riescono sempre ad accompagnare ottimamente l’azione a schermo.

+ Gameplay vario
+ Direzione artistica
+ Rigiocabile...
- ... ma veramente corto

8.5

Streets of Rage 4 riesce a trasportare la saga nel 2020, modernizzando la formula ma senza snaturarla. Un titolo veramente ben fatto, consigliato sia alle nuove leve che ai più vecchiotti.




TAG: Dotemu, Lizardcube, Streets of Rage 4 , Yooreka Studios