Satya Nadella, CEO di Microsoft, spiega l’iniziale avversione a Xbox

"Da allora, quello che è cambiato è il tessuto connettivo di questa compagnia, che è il cloud"

News
A cura di Paolo Sirio - 2 Agosto 2019 - 19:02

In un’intervista concessa a Fortune, il CEO di Microsoft Satya Nadella è tornato a parlare della sua iniziale avversione alla divisione Xbox e al suo cambio di vision nell’ultimo biennio.

L’intervistatore ha ricordato esplicitamente che Nadella aveva dichiarato che “il gaming non era centrale a quel tempo”, interrogandosi su cosa sia cambiato nel mentre.

“Volevo riconoscere che il gaming era una cosa importante, e invece di provare a tracciare una linea diretta con tutto il resto che la compagnia stava facendo in quel momento, possiamo ancora amare il gaming per il piacere di giocare”, ha spiegato Nadella.

xbox one

“Da allora, quello che è cambiato è il tessuto connettivo di questa compagnia, che è il cloud”, ha aggiunto, come a sottolineare che l’arrivo di Project xCloud sarà decisivo nei prossimi anni.

Va ricordato, del resto, che Satya Nadella è stato il responsabile di Azure prima di approdare alla carica di amministratore delegato, e che la scelta come successore di Steve Ballmer sia ricaduta su di lui proprio in previsione dell’ascesa del cloud.

C’è voluto un po’ per riportare Xbox al centro del discorso, insomma, ma a quanto pare il focus iniziale su Azure (e, perché no, la debacle della prima Xbox One) ha dato un contributo importante per portare la situazione allo stato attuale.

In un altro passaggio dell’intervista, dai toni sicuramente più leggeri, Nadella ha raccontato quali siano i suoi giochi preferiti.




TAG: microsoft, satya nadella