Il nuovo Samsung Galaxy da 1.600 euro e le altre novità | SpazioTech

Le notizie della settimana ci parlano anche degli investimenti di Google e delle novità per Facebook

Anche questo martedì, sulle pagine tech di SpazioGames non manca l’appuntamento con SpazioTech, la nostra rubrica in cui ripercorriamo alcune delle notizie a tema tecnologico e social più interessanti degli ultimi sette giorni. Tra gli argomenti di rilievo, troviamo i leak relativi all’imminente annuncio di Samsung Galaxy S10 (con il suo vertiginoso prezzo), ma anche le novità per la chat su Facebook Messenger e gli investimenti di Google per correggere i problemi di Chrome e Android.

I 50 GB di Iliad per ritagliarsi una nuova fetta di utenza

Lo scorso anno, l’arrivo di Iliad in Italia era stato accolto in modo controverso. Per prima cosa, dagli operatori concorrenti, che come ricorderete avevano fatto ricorso con una certa convinzione alle vie legali contro l’operatore esordiente, puntando il dito soprattutto sui suoi slogan che sarebbero stati rei di pubblicità ingannevole.

iliad vodafone italia

Mentre le diatribe a colpi di tribunale e di offerte andavano avanti, Iliad sta proponendo una nuova offerta da 7,99€ che include minuti illimitati e 50 GB di traffico, con anche 4 GB in roaming. Basterà questo ammontare a ritagliare una ulteriore fetta di pubblico per l’operatore, che qualche mese fa non aveva convinto pienamente Altroconsumo? Vedremo come risponderanno i consumatori.

Google investe in chi le segnala i problemi

Nel 2010, Google ha lanciato il Vulnerability Reward Program, che consente a chi li scova di segnalare in modo più o meno approfondito dei bug o delle vunlerabilità presenti nei prodotti firmati dalla compagnia di Mountain View. I dati relativi al solo 2018 ci hanno rivelato che la compagnia ha investito lo scorso anno la bellezza di $3,4 milioni in questo programma, con la singola ricompensa più alta che è stata pari a $41.000. Purtroppo, non ci è dato sapere in cosa consistesse il bug che è valso una reward così alta allo zelante segnalatore, quindi dovremo tenerci la curiosità.

Ci sono anche altri importanti dati, relativi al Reward Program: Google ha fatto sapere che dei $3,4 milioni totali, ben $1,7 milioni sono stati pagati per problemi relativi ad AndroidChrome, che sono quindi le piattaforme su cui la grande G spende di più. Apprendiamo anche che nel 2018 sono state assegnate 1.319 ricompense, che sono anche valse $181.000 donati in beneficenza.

Cancellare i messaggi su Facebook Messenger

Ebbene sì: dopo aver testato la feature per qualche tempo su un numero limitato di utenti, Facebook ha lanciato per tutti la possibilità di cancellare i messaggi dalle conversazioni su Facebook Messenger. Importante, però, il fatto che non sia possibile cancellare vecchi trascorsi: potrete rimuovere un messaggio solo entro dieci minuti dall’invio, tenendo premuto su quest’ultimo e selezionando l’apposita voce. Inoltre, c’è la possibilità di decidere se cancellarlo solo per se stessi (magari per rimuoverlo da uno screenshot) o anche per il destinatario, che non avrà quindi più modo di recuperarlo.

facebook messenger

Nuovi Apple AirPods all’orizzonte?

Secondo le ultime indiscrezioni, Apple non sarebbe impegnata a lavorare solo sui futuri iPhone, ma anche su nuovi auricolari wireless AirPods. Le voci di corridoio, che li hanno battezzati “AirPods 2”, ci parlano di dispositivi con audio migliorato rispetto alla prima generazione (ovviamente), oltre che con un nuovo corpo rivestito dello stesso vetro che troviamo nel retro di Google Pixel 3.

La novità più appariscente tra quelle svelate dai rumor sarebbe l’idea di una colorazione nera, sicuramente più discreta della sola colorazione perla della prima generazione, che sarebbe stata richiesta a gran voce dagli utenti. Il prezzo, però, non sarà dei più abbordabili: i nuovi auricolari, sempre secondo i rumor, avrebbero un costo di $199 circa e verrebbero lanciati sul mercato nel corso della prossima primavera.

apple airpods

La nuova generazione di Microsoft Surface è anche in Italia

In settimana, abbiamo segnalato ai nostri lettori anche l’arrivo dei nuovi Microsoft Surface anche in Italia: le vendite per Pro 6Laptop 2Studios 2 sono ufficiali anche nel Belpaese, dopo che i dispositivi erano stati presentati lo scorso mese di ottobre.

Per  tutte le schede tecniche, le specifiche e i prezzi dei diversi device, vi raccomandiamo la nostra approfondita notizia dedicata a questo indirizzo.

microsoft-surface

Un Samsung Galaxy S10 da 1.600 euro

Mancano oramai pochi giorni al 20 febbraio, giorno in cui scopriremo ufficialmente tutti i dettagli e le specifiche relativi al prossimo Samsung Galaxy S10. Le voci ci confermano che dovremmo vedere ben tre diversi modelli per fasce di prezzo diverse: un modello più economico con display 5,8″ senza curve, due fotocamere posteriori e una fotocamera anteriore; un modello base con display curvo da 6,1″, due o tre fotocamere posteriori, fotocamera frontale e processore Exynos 9820; un modello di fascia alta (Samsung Galaxy S10+) con display curvo da 6,44″ Quad HD+, doppia fotocamera frontale, tripla fotocamera posteriore, fino a 12 GB di RAM e fino a 1 TB di archiviazione.

samsung galaxy s10

Proprio questo modello S10+ è quello che sta facendo chiacchierare in modo più vivace, perché secondo le indiscrezioni il modello con le specifiche più ricercate avrà un costo di listino che si aggirerà intorno a 1.600€, affine a quello massimo di iPhone XS Max che arriva a 1.689€.

Sarà effettivamente così? Non manca molto a scoprirlo, ovviamente sulle pagine tech di SpazioGames.

Si avvicina sempre di più il Samsung Galaxy S10 day, che ci rivelerà  con buona pace di indiscrezioni e contro-indiscrezioni quelle che saranno le effettive specifiche dei nuovi terminali della compagnia coreana. Probabilmente le sorprese saranno ridotte all’osso (più che altro perché difficilmente tanti rumor che puntano verso la stessa direzione si sbagliano), ma c’è curiosità anche per vedere conferme o smentite sui possibili prezzi.

Tra le altre novità, fari puntati anche sugli investimenti di Google per la correzione e la segnalazione dei problemi sulle sue app, che sono andati a crescere nel 2018 rispetto al 2017. Ci sarà una nuova crescita anche nel 2019?