Rivoluzione Football Manager 2018: ora dovrete gestire anche le gerarchie dello spogliatoio

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 9 Ottobre 2017 - 0:00

Chi segue il calcio, sa che oltre alle performance e all’amalgama sul campo, c’è un altro ingrediente fondamentale per la vittoria: lo spogliatoio. Sempre più spesso, sentiamo di progetti sportivi non andati esattamente come previsto proprio a causa di divisioni interne dello spogliatoio, di un mancato cameratismo tra compagni di squadra, fino ad arrivare a veri e propri ammutinamenti contro l’allenatore. Sono tanti, ad esempio, a ritenere che il calo avuto dall’Inter nello scorso campionato sia stato legato alle fratture interne del gruppo, come riferì perfino il centrocampista nerazzurro Roberto Gagliardini, o addirittura ad un ammutinamento contro il mister, Stefano Pioli. Più di recente, diversi organi di stampa riferirebbero di malcontenti nel Milan tra i nuovi arrivati ed i vecchi giocatori della precedente gestione, che non sarebbero felici di essere stati scalzati e della fascia da capitano sul braccio del nuovo acquisto Leonardo Bonucci.La coesione del gruppo, insomma, non si può mai sottovalutare all’interno di una squadra: ecco perché Football Manager 2018, per avvicinarsi ulteriormente alla simulazione della gestione di tutti gli aspetti della propria squadra, introdurrà la nuova feature delle Dinamiche.Si tratta di un nuovo strato strategico a cui dovrete pensare, che come abbiamo visto non è affatto sottovalutabile: i nostri giocatori si organizzeranno nello spogliatoio in vere e proprie gerarchie, che si baseranno sia sulle lingue conosciute dagli atleti, sia sul tempo che hanno trascorso insieme nel club. Senatori di una squadra costituiranno via via un gruppo solido, mentre i nuovi acquisti dovranno inserirsi a piccoli passi. Non è tutto, perché all’interno dello spogliatoio si distingueranno anche dei veri e propri leader carismatici, che influenzeranno il pensiero del gruppo: averli felici remerà in direzione del bene della squadra, ma un malcontento per uno dei giocatori-simbolo trascinerebbe nell’insoddisfazione anche gli altri, portandovi al rischio di un vero e proprio ammutinamento. Attenzione anche agli acquisti—come accennavamo, è difficile spiegare ad un giocatore che è stato acquistato un titolare per rimpiazzarlo e relegarlo in panchina—e ai contratti che offrirete, perché i malcontenti sono sempre dietro l’angolo.Ad aiutare il giocatore a gestire lo spogliatoio, tra un impegno sul campo e l’altro, ci sarà un apposito assistente, che vi aiuterà a tenere traccia delle Dinamiche e vi offrirà dei report completi sull’andamento delle cose nello spogliatoio. In base alle Dinamiche e al cameratismo dei vostri ragazzi, muteranno valori come Atmosfera dello spogliatoio, Coesione della squadra e Supporto all’allenatore.Riuscire ad avere un gruppo fedele e coeso potrebbe portarvi anche ad un exploit come quello avuto dall’ormai storico Leicester di Claudio Ranieri, mentre avere una corazzata stile Paris Saint-Germain, con acquisti faraonici, potrebbe essere inutile se Cavani dovesse sentirsi messo in secondo piano rispetto a Neymar.Sports Interactive promette, con questa meccanica, un nuovo livello di profondità per il suo Football Manager 2018, che è atteso su PC per il prossimo 10 novembre.Come sempre, tenete d’occhio la nostra scheda dedicata per tutti i dettagli e gli approfondimenti sull’atteso nuovo manageriale della stagione 2017/2018.Fonte: Eurogamer.net




TAG: football manager 2018