Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Fearful Symmetry & The Cursed Prince, la recensione del nuovo gioco Gamera

La simmetria è tutto

Recensione
A cura di del
Il team padovano Gamera Interactive è noto ai più per aver dato alla luce il divertente Unit 4, un platform 2D vecchio stile ispirato ad alcuni grandi classici del passato, forte di un level design e un bilanciamento della difficoltà realizzati con cognizione di causa. Così come saprete che lo stesso sviluppatore è anche al lavoro su Alaloth: Champions of the Four Kingdoms, ambizioso RPG fantasy realizzato in collaborazione con un certo Chris Avellone ma la cui uscita è purtroppo ancora piuttosto lontana. Com'è noto, i Gamera odiano starsene con le mani in mano, e hanno quindi deciso di pubblicare a sorpresa un divertente puzzle game che risponde al nome di Fearful Symmetry & The Cursed Prince. Scopriamo di cosa si tratta.

Fearful Symmetry & The Cursed Prince, la recensione del nuovo gioco Gamera

Simmetria portami via
Pubblicato da Soedesco e sviluppato internamente da Gamera, Fearful Symmetry & The Cursed Prince è un gioco a enigmi rigorsamente old style e con una visuale tipicamente a volo d'uccello, in cui saremo chiamati a controllare diversi personaggi contemporaneamente, ma in dimensioni parallele. Vale a dire che potremo muovere i protagonisti all'unisono ma in livelli separati tra loro, ricchi di trabocchetti, trappole di vario tipo e nemici dietro ogni angolo. La trama, semplice e francamente inutile ai fini della valutazione, è solo un pretesto per il raggiungimento del nostro l'obiettivo principale, ovvero raggiungere al più presto l’uscita finale dei livelli, recuperando contempo i vari tesori e bonus che troveremo lungo il cammino.
Come accennato poco sopra, in Fearful Simmetry due personaggi si muovono simultaneamente sullo schermo in maniera speculare, ma il giocatore potrà controllarne solo uno, ossia quello nella parte sinistra. Ogni movimento o azione viene eseguita quindi in una forma "specchiata" dalla parte opposta del monitor, costringendo il giocatore a fare molta attenzione circa i pericoli presenti nell'una e nell'altra parte dello schermo. Sicuramente non un'idea originalissima, ma mai come in questo caso implementata con cognizione di causa. Al di fuori di questo, il titolo Gamera Interactive non è in alcun modo accondiscendente nei confronti del giocatore, proponendo di fatti un livello di difficoltà tarato verso l'alto e regalando enormi soddisfazioni in caso di vittoria: il tutorial iniziale ci catapulterà presto in un inferno di trappole, mostri, spettri e chi più ne ha più ne metta, visto e considerato che - esattamente come accadeva con il precedente Unit 4 - la forza di volontà è tutto. E in Fearful Symmetry & The Cursed Prince è meglio che ne facciate una scorta considerevole, vi servirà.
 
Fearful Symmetry & The Cursed Prince, la recensione del nuovo gioco Gamera

Il Principe simmetrico
Nonostante quindi si tratti a conti fatti di un gioco seriamente impegnativo e che metterà a dura prova la nostra abilità mnemoniche (e non solo), Fearful Symmetry & The Cursed Prince non è mai frustrante o inutilmente punitivo. Si muore, sì, ma è anche vero che ogni enigma e ogni insidia è ben evidenziata all'interno del gioco. Tradotto, se fallirete sarà solo colpa vostra. Resta il fatto, inequivocabile, che alcuni livelli che saremo chiamati ad attraversare tenderanno ad assomigliarsi un po' troppo - forse vittima di un editor piuttosto pigro - cosa questa che abbasserà l'entusiamo che proverete nelle battute iniziali. A ciò si aggiunge anche una longevità piuttosto risicata - siamo sulle cinque ore circa per giungere alla fine dell'avventura - dettaglio che ci auguriamo possa essere corretto grazie alla consueta serie di livelli aggiuntivi rilasciati via DLC. Ci sarà quindi modo e tempo di scoprirlo.
Dove invece l'ultimo nato in casa Gamera e Soedesco non sbaglia, è dal punto di vista prettamente estetico: nonostante risulti meno incisivo e graffiante del precedente Unit 4 - che, diciamolo, era una spettacolare pioggia di pixel - Fearful Symmetry & The Cursed Prince sembra invece uscito dalla migliore generazione a 8-bit targata SEGA, per un tripudio di sprite e colori deliziosamente rétro e con uno stile sobrio e composto. Inutile quindi sottolineare che se cercate un comparto grafico sfavillante e all'ultimo grido, questo non è il titolo che fa per voi. Così come l'intera produzione risulta essere un videogioco appassionato e senza troppi proclami, atto a farvi trascorrere una manciata di ore in spensieratezza.
  • +Idea di fondo vincente
    +Impegnativo e mai soporifero
  • -Davvero troppo breve
    -Livelli un po' troppo simili tra di loro
voto
7,5

Pur non essendo particolarmente sorprendente come Unit 4, Fearful Symmetry & The Cursed Prince si rivela essere un puzzle game "simmetrico" alquanto intrigante e dotato di una buona dose di giocabilità vecchio stile, pur non ambendo a chissà quali vette di eccellenza. L'ultimo titolo di Gamera Interactive si lascia quindi giocare - e con gusto - dall'inizio alla fine, a patto di non pretendere troppo da un impianto di gioco realizzato solo ed esclusivamente al fine di intrattenere piacevolmente il giocatore per tutta la sua modesta durata.

0 COMMENTI