Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK

Heroes of the Storm: sotto l’ala di Alexstrasza

Una dragonessa guaritrice: cosa si può chiedere di più?

Speciale
A cura di del
Heroes of the Storm non fa in tempo ad archiviare la Veglia delle Ombre, l’Halloween di casa Blizzard, che è subito tempo di addobbare nuovamente il Nexus. Il tema sono i Draghi, precisamente Alexstrasza ed Hanzo. Entrambi gli eroi infoltiranno le fila del roster del moba, ed Alextrasza è la prima a fare il suo ingresso trionfale.
Alexstrasza, la Regina dei Draghi, fu incaricata dai Titani di custodire la vita su Azeroth. Ha aiutato i mortali innumerevoli volte, anche a caro prezzo. Ora percorre in volo i cieli del Nexus, eseguendo il suo compito anche in questa dimensione. L’eroe è un support dalla doppia anima: guaritrice pura o flagello del campo di battaglia. In entrambi i casi fa il suo dovere egregiamente e, al momento, è il mio support preferito. Lasciate che vi spieghi perché.

Heroes of the Storm: sotto l’ala di Alexstrasza

Protettrice della Vita
Alextrasza è un campione in grado di dare un grandissimo sostegno ai suoi alleati ma, allo stesso tempo, può rappresentare una buona fonte di danni.

Partiamo dal suo tratto distintivo (D), tra i più peculiari dell’intero cast di Heroes of the Storm: Regina dei Draghi. Dopo 1,25 secondi di incanalamento (che può essere interrotto), Alexstrasza si trasforma in un drago e ottiene 500 Salute per 15 secondi. Finché Regina dei Draghi è attivo, le abilità base di Alexstrasza sono potenziate, i suoi attacchi base infliggono 143 danni e curano gli eroi alleati in un arco frontale di 43 Salute. Inoltre, la durata degli effetti di rallentamento, intrappolamento, accecamento e stordimento subiti è ridotta del 50%. Interessante che Regina dei Draghi parta disattivata, con un cooldown di 150 secondi che la rende un’abilità da usare con intelligenza. Personalmente, la uso spesso per fare da “tappo”, oppure aiutare gli alleati nella conquista di punti strategici, perché l’abilità Folata delle Fiamme (E) in questa forma diventa Battito d’Ali, che respinge i nemici in un arco di fronte a sé.

La prima abilità di Alexstrasza è Dono della Vita (Q). L’eroina sacrifica il 15% della salute attuale curando un alleato del 150% di quella quantità. In forma di drago, l’abilità ha un tempo di recupero ridotto e ne rimuove il costo in punti vita. È molto importante, quindi, mantenersi in buona salute, per così dire. Come guaritrice, Alexstrasza ha bisogno di una build incentrata tutta sulla rigenerazione, e in generale sul mantenere i punti salute sopra al 75%, perché in questo modo diventa tra i guaritori migliori del gioco.

La seconda abilità è Abbondanda (W). Alexstrasza pianta un seme curativo che germoglia dopo 3 secondi, curando gli eroi alleati vicini del 20% della loro salute massima. In forma di drago, la skill ha un’area più estesa ed è più efficace. L’abilità è molto utile nonché versatile, perché può essere giocata in difensiva raccogliendo gli alleati in sicurezza, oppure tirata in mezzo al teamfight dove i compagni di squadra hanno bisogno di sostegno per portare a casa lo scontro.

La terza abilità regolare è Folata delle Fiamme (E). Alexstrasza scaglia una sfera infuocata, bruciando i nemici colpiti e infliggendo loro 75 danni in 5,5 secondi. Colpire nemici già incendiati infligge 125 danni aggiuntivi all'impatto e li rallenta del 40%, esaurendosi nel corso di 2 secondi. Inoltre, rimborsa il costo in Mana. Si tratta dell’abilità più aggressiva dell’eroina, che funziona molto efficacemente sia in attacco che in difesa, magari per rallentare gli eroi al proprio inseguimento o degli alleati.

Per quanto riguarda le abilità eroiche, Alexstrasza ha a disposizione due skill diametralmente opposte tra di loro.
Protettrice della Vita (R) collega la forza vitale di Alexstrasza con quella di un eroe alleato. Dopo 2 secondi, l'eroe con la percentuale di salute minore ottiene la stessa percentuale di salute dell'altro. Si tratta ovviamente dell’abilità ideale per il ruolo da guaritori. Se si riesce a rimanere quasi illesi durante un teamfight, con questa skill si è in grado di ribaltare letteralmente lo scontro se lanciata al momento giusto. Buono anche il fatto che abbia un cooldown relativamente breve, 75 secondi.

La seconda abilità eroica è Fiamma Purificatrice (R). Dopo 1,25 secondi, Alexstrasza spicca il volo e fa piovere sfere di fuoco nella posizione del mouse ogni 1,2 secondi per 6 secondi. Ogni sfera rigenera 300 salute agli eroi alleati vicini e infligge 150 danni ai nemici vicini. Due secondi dopo il termine della pioggia infuocata, Alexstrasza atterra nella posizione del mouse. Ovviamente è un’abilità molto aggressiva, per aiutare gli eroi sia a rimanere vivi che ad abbattere i nemici. Si tratta anche di un’ottima abilità di fuga da usare in extremis, perché l’area di effetto viene ricalcolata in base all’impatto di ogni fiammata, pertanto ci si può muovere moltissimo durante l’esecuzione di questa abilità.

Heroes of the Storm: sotto l’ala di Alexstrasza

Regina dei Draghi e Madre

Alexstrasza è un’eroina di supporto ottima, attualmente nella “lista alta” dei support che gioco solitamente. Come guaritrice pura è ottima, in grado anche di aiutare attivamente il teamfight con Folata delle Fiamme (E), ma soprattutto di sostenere in modo energico gli alleati. Lavorando sui talenti, ed usando Fiamma Purificatrice (R) al posto di Protettrice della Vita (R), Alexstrasza sa essere un eroe di supporto aggressivo molto efficace. Questa seconda build, in particolare, è indicata nelle partite dove ci si deve muovere moltissimo per la mappa per collezionare gli obiettivi.
Molto versatile quindi, forte e in grado di generare un bel quantitativo di cure. Non è nemmeno troppo complicata da usare, ma bisogna stare attenti ad una sola cosa: rimanere vivi, ma soprattutto con tanta salute il più possibile. Molti talenti di Alexstrasza si basano proprio sull’avere il 75% o più di vita, pertanto bisognerà giocare in assoluta sicurezza, evitando di perdere anche poca salute ad ogni scontro.

Alexstrasza mi ha convinto moltissimo, ed è entrata di diritto tra i miei support preferiti. Non solo genera tantissime cure, ma con una build più accurata si trasforma anche in un ottimo aiuto offensivo per le partite che lo necessitano. Il suo tratto distintivo, poi, è davvero efficace per controllare una lane e riequilibrare le sorti di un teamfight perché la sua efficacia è pari, di fatto, a quella di una mezza-abilità eroica, per così dire.

0 COMMENTI