Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Kirby Star Allies, provato il nuovo platform Nintendo

Ritorno a Dreamland

Anteprima
A cura di del

Tra i franchise più amati dai fan Nintendo c’è sicuramente quello di Kirby. Nonostante le molteplici apparizioni su 3DS, era da tempo che la pallina rosa non godeva di un capitolo della sua serie principale su home console, tralasciando l’esperimento di Kirby e il Pennello Arcobaleno su Wii U. Nintendo, però, sembra voler rimediare a questa assenza con Kirby Star Allies, platform in arrivo su Nintendo Switch tra poco più di una settimana. Nell’attesa della recensione completa, che troverete come da tradizione sulle nostre pagine, abbiamo pensato di offrirvi un piccolo assaggio di quella che sarà la prossima epopea del nostro amato mangiatutto.


Kirby Star Allies, provato il nuovo platform Nintendo


Le amicizie stellari di Kirby


Il gameplay di Kirby Star Allies pesca a piene mani dalla tradizione della serie. Nei panni della pallina rosa, dovremo attraversare livelli bidimensionali alla ricerca di segreti e punti stella da raccogliere, sconfiggendo i numerosi nemici sparsi lungo il percorso. Kirby potrà risucchiare i nemici, assimilandone, quando possibile, i poteri, dando così la possibilità al giocatore di utilizzarli a piacimento. Queste abilità si rivelano spesso fondamentali per l’interazione con l’ambiente: ad esempio, potremo bruciare l’erba, soffiare via le foglie secche e molto altro ancora, andando così alla ricerca dei numerosi segreti di cui i livelli di gioco sono cosparsi. 

La grande novità di questo Kirby Star Allies, però, consiste nella possibilità, per Kirby, di trasformare i nemici in propri alleati. Non tutti i nemici possono essere reclutati, ma in generale possiamo dire che la maggior parte dei personaggi presenti su schermo può rivelarsi fondamentale per la prosecuzione dell’avventura. Gli alleati di Kirby ci daranno man forte non solo nei combattimenti, ma anche nella risoluzione dei piccoli enigmi ambientali in cui ci imbatteremo di tanto in tanto nel corso dell’avventura. Un’altra possibilità fornita da essi è quella di potenziare le abilità possedute da Kirby, combinandole insieme alle loro. Per esempio, se Kirby è in possesso di una spada ed uno dei suoi alleati è in possesso dell’abilità di utilizzare il fuoco, Kirby può richiedere al suo compagno di infuocare la sua spada, aumentandone il potere d’attacco e garantendole la possibilità di spargere fuoco e fiamme. 

Nel corso dei livelli incontreremo molte situazioni che ruotano intorno a questa feature, e dovremo sempre stare attenti a tutte le possibili combinazioni che il gioco si offre: saranno fondamentali per accedere alle aree segrete che si celano in ciascun livello. Potremo accumulare fino a tre alleati contemporaneamente, e ciascuno di essi potrà essere controllato da un altro giocatore: elemento che, come c’era da aspettarsi, rende ancora più divertenti le avventure della pallina rosa.


Kirby Star Allies, provato il nuovo platform Nintendo


A Dreamland, di nuovo


A fronte di una piccola, grande novità, ciò che Kirby Star Allies vuole offrire è in piena linea con quello che i fan sono abituati ad aspettarsi dalla serie: fin dall’inizio veniamo accolti dalle atmosfere tranquille e rilassate dell’idilliaco mondo dell’aspiratutto di casa Nintendo, ritrovando anche quella veste grafica estremamente colorata e vivace che da sempre contraddistingue la serie. Pur non avvalendosi di un particolare stile grafico, come alcuni dei suoi più recenti predecessori (ci riferiamo, naturalmente, a Kirby e la stoffa dell’eroe e Kirby e il pennello arcobaleno), Kirby Star Allies mostra comunque un comparto tecnico di tutto rispetto, ricco di dettagli e senza alcuna sbavatura di qualsiasi tipo. 

Allo stesso modo, anche la colonna sonora si presenta in forma smagliante, presentando sia tracce classiche riarrangiate, sia nuove tracce che non mancheranno di entrarvi nel cuore nel corso dell’avventura. Sebbene l’azione parta da Dreamland, in cui ritroveremo anche una vecchia conoscenza a farci da primo, vero boss, subito dopo Kirby si ritrova a visitare ambientazioni molto lontane tematicamente dalla sua vecchia casa: dalle pianure calde e pacifiche di Dreamland passiamo quindi alle ambientazioni marittime del Pianeta Popstar, seconda location che andremo a visitare nel gioco. Sembra proprio, dunque, che non ci sia da dubitare sulla varietà che andremo a trovare anche nel resto dell’avventura. 

Per quanto riguarda, invece, il livello di difficoltà, Kirby Star Allies si pone in completa continuità con la tradizione della serie, fornendo un’esperienza che fa dell’accessibilità la sua parola d’ordine: non avrete alcun tipo di problema a portare a termine i livelli, e solo la scoperta dei segreti potrà costituire una vera sfida, che però si gioca sul piano dell’astuzia più che su quello dell’abilità. Chiaramente, quanto detto si riferisce alle prime ore di gioco: non escludiamo di dover rivedere le nostre opinioni una volta giunti allo scorrere dei titoli di coda.

  • [+] Solido gameplay della serie unito a sostanziali novità
    [+] Divertimento aggiunto in multiplayer
    [+] Esteticamente irresistibile

Kirby Star Allies si conferma come promettente nuovo episodio di una serie che, ormai, non ha più bisogno di presentazioni. Il classico gameplay platform di Kirby, unito alla novità costituita dalla possibilità di trasformare i propri nemici in alleati, si rivela più solido che mai, soprattutto grazie alla possibilità di giocare insieme a degli amici. In attesa della recensione, in arrivo come sempre sulle pagine di SpazioGames, fateci sapere quali sono i vostri dubbi e le vostre speranze verso questa nuova fatica targata Nintendo.

0 COMMENTI