Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Trials Rising, l’anteprima del nuovo titolo della serie Ubisoft

Approvato dal primo ministro finlandese

Anteprima
A cura di del
La conferenza E3 di Ubisoft è stata teatro di scene decisamente sopra le righe e personaggi piuttosto strambi. Il creative director del nuovo Trials Rising, Antti Ilvessuo, è sicuramente uno di questi: entrato in scena in sella a una moto e con sobrio abbigliamento, questa losca figura ha iniziato a parlare del titolo con il suo leggero accento non prima di essersi ribaltato sul povero monitor presente sul palcoscenico ed essersi proclamato primo ministro finlandese. Tutto questo perché, come dice lo stesso Ilvessuo, Trials Rising si basa su un solo concetto: prendere legnate con stile, e rialzarsi subito dopo.

Trials Rising, l’anteprima del nuovo titolo della serie Ubisoft

Eat Dirt. Taste victory
Il titolo nato dalla collaborazione tra Ubisoft RedLynx e Ubisoft Kiev promette di essere una versione migliorata e molto più chiassosa del precedente Trials Fusion, e dopo aver visto il trailer mostrato alla conferenza E3 non fatichiamo a capire perché il buon Ilvessuo sia così convinto delle capacità del suo nuovo gioco incentrato sulle evoluzioni in sella a una moto. Il titolo, dal punto di vista del gameplay, sembra voler proporre livelli piuttosto complessi e ricchi di elementi: si va dal parco di Yellowstone alla Torre Eiffel, ma non mancano le alternative più spiritose come discariche, piattaforme sospese tra i grattacieli e canyon desertici. Va da sé che l’aspetto più divertente del titolo sembra essere, già da ora, la possibilità di sfracellare il proprio avatar virtuale nei modi più spassosi e improbabili. I poveri motociclisti presenti nel trailer sono stati vittima, ad esempio, di barili esplosivi, demolitori, statue giganti e quant’altro. Insomma, proprio come il suo creative director, Trials Rising è un gioco non vuole prendersi più di tanto sul serio: tutto questo, però, non vuol dire che il gameplay sia così permissivo.

Trials Rising, l’anteprima del nuovo titolo della serie Ubisoft

Master your ride
Non sappiamo ancora bene quale sarà l’offerta complete di Trials Rising in termini di modalità di gioco e gameplay, anche se già da ora Ubisoft fa intendere che il titolo ci permetterà di esplorare numerosi livelli e tracciati, partendo da piccole competizioni fino ad arrivare alle gare sponsorizzate da Fox Racing e KTM. Questo nuovo titolo, inoltre, sembra puntare veramente molto sulla community, visto anche lo spazio dedicato durante la conferenza E3 all’esimio Professor FatShady, personalità nota all’interno della comunità di gioco e membro onorario della University of Trials. Anche su questo aspetto sarà necessario fare chiarezza in futuro, ma la direzione presa sembra veramente chiara. Tutto ciò, lo ripetiamo, non deve trarre in inganno: Trials Rising pare essere già da ora un titolo piuttosto profondo e che richiede maestria, tempismo e grande dedizione, e sarà divertente capire come superare le sfide offerte dalle varie location proposte. Sarà presente anche una nuova modalità multiplayer, chiamata Tandem Bike, in cui due giocatori dovranno controllare una sola moto, gestendo potenza e bilanciamento. Prima di passare al commento finale, ricordiamo che le registrazioni per la closed beta del gioco sono già partite: per saperne di più è possibile collegarsi a questo link. Trials Rising uscirà a febbraio 2019 su PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.
  • [+] + Chiassoso e divertente
    [+] + Sembra richiedere precisione e tanta maestria per essere padroneggiato al meglio

Chiassoso, pacchiano ed esplosivo (nel vero senso della parola): Trials Rising non è di certo un titolo che è passato inosservato, sia per la sua presentazione decisamente sopra le righe ma anche per le poche sequenze di gioco mostrate. In un gioco che sembra premiare la precisione e la maestria nei movimenti, spiccano i numerosi e spassosi modi per finire KO, ma anche la grande attenzione data alla community. Rimanete con noi per saperne di più su un titolo che sembra avere qualcosa da dire e che, considerato anche il lancio su Switch, si candida a essere particolarmente apprezzato non solo sul divano di casa o davanti al PC.

0 COMMENTI