Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK

Rainbow Six Siege: Operazione Para Bellum, tutto ciò che sappiamo

In attesa del reveal ufficiale di Ubisoft.

Speciale
A cura di del
La seconda stagione dell’anno tre di Rainbow Six Siege vedrà l’arrivo di Operazione Para Bellum, l’attesissimo aggiornamento che, tra le tante cose, aggiungerà finalmente gli altrettanto attesi operatori italiani che entreranno a far parte del già nutrito roster di personaggi presenti nello shooter di Ubisoft.
L’annuncio ufficiale è stato dato tramite i social network del gioco, ma pochissimi dettagli sono stati esposti ufficialmente. Sappiamo ad esempio che ci sarà un nuovo gadget per la raccolta di informazioni, un cambiamento abbastanza drastico della mappa Clubhouse, un potenziamento per Echo, la solita lista generosa di aggiustamenti e correzioni varie, l’introduzione della funzionalità Scegli e banna, tipica di buona parte dei titoli multiplayer (soprattutto MOBA). Altre novità comprendono una rinnovata gestione dei mirini e l’introduzione di una nuova animazione per quanto riguarda il sabotaggio del disinnescatore nelle partite Artificieri. Infatti, era poco credibile che un team di agenti super addestrati prendesse a botte un sofisticato congegno all’avanguardia per poterlo disattivare. 
Ora gli agenti del Team Rainbow useranno un altro gadget, che potrà essere impiegato ad una leggera distanza (di fatto, non troppo oltre la distanza che attualmente serve a distruggere il disinnescatore) per dare al tutto una nuova luce in termini di tatticismo (il tutto sarà meno rumoroso) e realismo.
Sebbene non ci siano ancora delle informazioni ufficiali, per le quali bisognerà attendere la fase finale della Pro League il 19 e 20 maggio, grazie alle incursioni nel server di test tecnico e qualche indiscrezione qua e là siamo in grado di farci un’idea di cosa succederà nel prossimo aggiornamento.
Rainbow Six Siege: Operazione Para Bellum, tutto ciò che sappiamo
Innanzi tutto, a meno di clamorosi annunci, non ci sarà l’inserimento di una modalità temporanea come Outbreak in Operazione Chimera. Para Bellum arriverà nei lidi virtuali di R6 Siege nelle solite modalità: nuova mappa e nuovi operatori.
Intanto, quando possiamo aspettarci l’arrivo dell’aggiornamento? Non c’è una data ufficiale, ma solo speculazioni. Una notifica all’interno del gioco dichiara che la data ultima per ottenere le attuali skin stagionali è il 6 giugno, ed è quindi probabile che tutte le novità arriveranno proprio in concomitanza del turn over dei contenuti estetici.
I nuovi operatori sono ormai dati per certi: Alibi e Maestro. Il leak arrivò lo scorso marzo, ed è stato più volte confermato da altrettante indiscrezioni e screenshot non definitivi. Alibi dovrebbe essere un operatore di difesa, in grado di usare un dispositivo olografico per ingannare i nemici. I leak dal server tecnico hanno dimostrato inoltre che sparare a questi ologrammi renderebbe gli attaccanti visibili per pochissimi istanti, rivelandosi quindi degli strumenti di difesa incredibilmente letali.
Maestro è invece l’operatore d’attacco, specializzato nei calibri pesanti, con un punteggio di armatura a tre ed uno di velocità. L’operatore sembrerebbe in grado di schierare una torretta completamente automatica, un gadget inedito in attacco che finora era riservato solo a Tachanka.
Rainbow Six Siege: Operazione Para Bellum, tutto ciò che sappiamo
La nuova mappa sarà ambientata in Italia, ovviamente, ma ancora non ci sono dettagli in merito. Il cambiamento a Clubhouse invece sempre davvero drastico, stando alle prime immagini trapelate. I cambiamenti più importanti riguardano una zona del tetto e del bar a piano terra. Le stanze dei piani superiori, la camera da letto e la stanza dei soldi, ora saranno collegate da un corridoio chiuso, eliminando tutta la dinamica di high ground tipica delle partite Artificieri e Presidio. Nel bar verranno aggiunti nuovi muri, e la stanza del biliardo sarà spostata dove al momento c’è l’ingresso.
Tra le altre misure che verranno introdotte c’è anche un nuovo sistema di punizioni per chi uccide i propri compagni. Il sistema verrà aggiornato per monitorare più a lungo chi si macchia di questo crimine contro la squadra, pertanto ci saranno più provvedimenti ed, eventualmente, sospensioni di vari giorni dalle partite.
L’ultimo elemento, il più interessante in grado di cambiare drasticamente le partite, è l’inserimento della telecamera antiproiettile. Si tratta di un gadget che Mute, Castle, Doc, Frost, Vigil e Caveira potranno avere in dotazione e, come suggerisce il nome, si tratta di un dispositivo di rilevamento immune alle pallottole. Effettivamente, a livelli avanzati, le telecamere standard diventano inutili perché i giocatori più esperti sono in grado di distruggerle sempre tutte. La stessa Valkyrie risulta poco efficace, a meno che non venga giocata da mani molto esperte. Le telecamere in questione possono essere applicate a muri e pavimenti, sono totalmente antiproiettili se non in un piccolissimo angolo laterale, in cui basta infilare qualche pallottola per abbatterle.

Come di consuetudine, il changelog che Operazione Para Bellum porterà in Rainbow Six Siege è ben più lungo di queste prime anticipazioni. Sul finire di maggio ne sapremo sempre di più, e non vediamo onestamente l’ora di impersonare i nostri connazionali virtuali nello shooter di Ubisoft. Nella speranza che siano anche due Operatori forti, ovviamente. L’appuntamento è per il 19 e 20 maggio con il reveal completo di Operazione Para Bellum.

0 COMMENTI