Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Il boom di God of War e l'avvento di PS5 nel nuovo What's Up 15-21 aprile

Le novità settimanali in un rinnovato formato

Video Rubrica
A cura di del
Nuovo weekend e nuovo appuntamento con uno sperimentale formato per il nostro What's Up On SpazioGames, che vi fa viaggiare tra i contenuti proposti nell'arco della settimana, dalle notizie alle recensioni.

Le notizie della settimana

Andare all'Olimpico a vedere Dzeko e Immobile? No, Kratos e Atreus da God of War

Si è trattato senza dubbio alcuno dell'argomento più chiacchierato della settimana: con l'uscita sugli scaffali di God of War, lo scorso venerdì, Sony ha deciso di promuovere il gioco spedendo allo Stadio Olimpico di Roma nientemeno che Kratos e Atreus in persona. Durante il derby di Roma, i due personaggi hanno fatto la loro comparsa in tribuna, attirando le attenzioni dei presenti e anche delle televisioni che stavano trasmettendo la gara in diretta. In breve, la questione è diventata un tormentone per i videogiocatori, che hanno pubblicato anche online immagini e video dell'evento, prima che la stessa Sony diramasse un filmato ufficiale che porta all'Olimpico anche coloro che non hanno presenziato alla stracittadina.
C'è da dire che, considerato il clamore suscitato dalle recensioni, sicuramente God of War sarebbe stato l'argomento della settimana a prescindere dalla scorribanda di Kratos e Atreus allo stadio: i numeri ci dicono, infatti, che la media voto ottenuta rende il gioco di Sony Santa Monica la miglior esclusiva PS4 mai uscita, anche davanti a mostri sacri come Bloodborne e Uncharted 4. Includendo anche i giochi di terze parti disponibili sulla console, God of War deve accontentarsi della seconda posizione come media voto nella classifica dei migliori giochi disponibili su PS4, preceduto solo da GTA V. Si tratta indubbiamente di un risultato importantissimo, supportato anche dalla nostra recensione, in cui abbiamo premiato il lavoro di Cory Barlog e compagni con una valutazione di 9,5/10.

Il boom di God of War e l'avvento di PS5 nel nuovo What's Up 15-21 aprile

PlayStation 5 dietro le quinte di Sony, Microsoft pensa all'E3 2018

Anche questa settimana, PlayStation 5 è stato uno dei temi di grande attualità. Sebbene la console non sia stata ancora nemmeno nominata ufficialmente da Sony, anche gli esperti di Digital Foundry hanno cominciato a parlarne sul loro canale. Dopo le voci che parlavano di dev-kit già spediti alle software house per consentire loro di creare giochi per PS5, i colleghi britannici sono sicuri che il system architect Mark Cerny sia addirittura già in tour. L'intento sarebbe quello di fare visita agli sviluppatori per presentare le caratteristiche della nuova console, con l'uscita per i consumatori che sarebbe prevista come minimo per fine 2019, se non per il 2020.
Anche Microsoft guarda al futuro, anche se al momento a quello un po' più prossimo: la casa di Redmond ha ricordato che terrà la sua conferenza all'E3 il 10 giugno alle ore 21 italiane. Ad attenderci sul palco ci saranno anche delle sorprese, visto che proprio Microsoft ha fatto sapere di avere in serbo alcuni annunci di videogiochi in uscita già quest'anno, oltre ad altri che arriveranno un po' più in là. Secondo delle voci di corridoio, tra questi potrebbero figurare anche un nuovo Halo ed un ritorno di Banjo-Kazooie, ma al momento si tratta di rumor e vi invitiamo a prenderli come tali.

Il futuro di Call of Duty è multiplayer?

Altra notizia della settimana particolarmente in vista è un'indiscrezione relativa a Call of Duty: Black Ops IIII, secondo la quale Activision avrebbe intenzione di proporre il gioco privo di una campagna in singolo giocatore. Se la cosa venisse confermata, appare chiaro che l'esperienza porrebbe pesantemente l'accento sul multiplayer online, con Black Ops IIII che sarebbe da vivere come un vero e proprio game as a service da giocare in Rete. Tornerebbe, secondo le fonti, anche la modalità Zombie. Interpellata in merito ai rumor, Activision si è rifiutata sia di confermarli sia di smentirli, limitandosi a dire che non offre nessun commento e che è impaziente di presentare tutti i dettagli del gioco, che scopriremo il prossimo 17 maggio.
Ci sono indiscrezioni anche a tema Battlefield, anche se al momento attendiamo ancora l'annuncio ufficiale del gioco. Il nuovo shooter di EA, che dovrà tenere testa proprio al concorrente nuovo Call of Duty, dovrebbe essere intitolato Battlefield V e secondo delle voci di corridoio includerebbe una modalità battle royale. Dopo i successi straordinari di Fortnite e PUBG, anche la celebre serie FPS seguirebbe questa strada, anche se pare che la modalità non sarà disponibile fin dal lancio del gioco, ma sarà aggiunta solamente in seguito. Come sempre, quando si tratta di indiscrezioni, vi invitiamo a trattarle con tutta la cautela del caso, in attesa di conferme o smentite da EA.

SEGA tra Shenmue e Mega Drive Mini: le altre notizie

In evidenza, in settimana, anche SEGA, che aveva da parte diversi annunci: dopo mesi di voci di corridoio, è arrivata la conferma ufficiale di Shenmue I & II in uscita con una riedizione su PC, PS4 e Xbox One. I due giochi arriveranno già nel corso di quest'anno con grafica in HD ma senza altri interventi, visto l'intento degli autori di tenerli il più fedeli possibili alle release originali. Mentre siamo in attesa di scoprire quale sarà la precisa data di release, sappiamo che il cofanetto contenente i due Shenmue sarà pubblicato sia in digitale che in edizione retail, al prezzo di listino di 29,99€.
Spazio anche a SEGA Mega Drive Mini, ennesima console ridotta pensata per i videogiocatori che amano concedersi momenti nostalgici: al momento non sappiamo davvero nulla del prodotto, se non che è stato annunciato e che in Giappone uscirà già nel corso di quest'anno. Aspettiamo ora di scoprire quando sbarcherà in Europa e, soprattutto, quali giochi includerà per chi vorrà portarsela a casa. Rimanete come di consueto sulle nostre pagine per tutte le novità in arrivo in merito.

Il boom di God of War e l'avvento di PS5 nel nuovo What's Up 15-21 aprile

Brutta notizia per i giocatori su Nintendo Switch che erano in attesa dello sbarco di Dark Souls Remastered: nei giorni scorsi, Bandai Namco ha annunciato che l'edizione del gioco per la console ibrida è slittata alla prossima estate, mentre sulle altre piattaforme l'uscita rimane fissata per il 24 maggio prossimo. Slitta, insieme a quella del gioco, anche la data d'uscita della statuetta amiibo dedicata. Aspettiamo ora che il publisher stabilisca una nuova definitiva data di release per Dark Souls Remastered su Switch, che segnerà il debutto della serie sulla console della casa di Kyoto.
Notizie non esaltanti anche per i fan della serie calcistica Pro Evolution Soccer: Konami e la UEFA hanno annunciato la fine del loro decennale accordo di esclusiva per le competizioni continentali, il che significa che dal prossimo anno la UEFA Champions League, la UEFA Europa League e la Supercoppa UEFA non saranno più esclusive della serie PES. Vedremo se EA Sports vorrà cogliere la palla al balzo per includere queste competizioni nel suo prossimo FIFA, o se la celeberrima Coppa dalle grandi orecchie non troverà nuove rappresentazioni nel mondo dei videogiochi.

Le recensioni della settimana: il meglio e il peggio

In questo nuovo formato della nostra rubrica vogliamo riassumervi alcune delle recensioni della settimana evitando di renderle una sorta di elenco, ma facendo in modo che possiate subito adocchiare il migliore e il peggior gioco della settimana. Ecco, quindi, il meglio e peggio giocato da SpazioGames nei giorni scorsi.

Il meglio della settimana: I Pilastri della Terra

La nuova fatica firmata da Daedalic, I Pilastri della Terra, si rivela un'ottima riproposizione dell'opera letteraria di Ken Follett, trasposta in modo fedele in quest'avventura grafica dalla direzione artistica di straordinaria personalità e di grande ispirazione. Il risultato è un videogioco sicuramente godibile, accompagnato nei suoi eventi da una colonna sonora che difficilmente vi toglierete dalla testa. Peccato solo per un gameplay che non trabocca di originalità e per qualche incertezza tecnica che Daedalic avrebbe sicuramente potuto curare prima di mettere il gioco nelle mani degli utenti.
Voto: 8

Il boom di God of War e l'avvento di PS5 nel nuovo What's Up 15-21 aprile

Il peggio della settimana: MX vs ATV All Out

Il tentativo di rilanciarsi della serie MX vs ATV è riuscito solo in parte: sicuramente lo è nel prezzo, dal momento che il prodotto viene proposto ad un prezzo budget, il che non è male se siete amanti dei giochi di guida dalla forte ispirazione arcade. Nonostante una buona varietà di contenuti, però, il titolo viene penalizzato prima di tutto da un'IA deficitaria e non all'altezza, ed in secondo luogo anche da un comparto tecnico che appare ormai vetusto. A questo, si affiancano problemi di cali improvvisi del frame rate ed anche alcune scelte di interfaccia che fanno poco per mettere a suo agio l'utente. Nel complesso, quindi, i compromessi sono più dei vantaggi ed il gioco si rivela poco più che mediocre.
Voto: 5,5

Per tutte le ulteriori recensioni della settimana, ricordate di vistare la sezione dedicata del nostro sito!

SpazioGames consiglia: approfondimenti da non perdere

Non sono mancati, ovviamente, gli approfondimenti e gli speciali. Se siete tra coloro in attesa di Detroit: Become Human, sarete curiosi di vivere il nostro viaggio nella narrativa dei videogiochi firmati da David Cage, in cui abbiamo messo in evidenza alcuni dei problemi di scrittura riscontrati in giochi come Fahrenheit, Heavy Rain e Beyond: Due Anime. La speranza, ovviamente, è che Quantic Dream non li ripeta nella sua prossima ed attesa opera.
Forse non ci crederete mai, ma nel nuovo numero della rubrica Va(le) Pensiero siamo anche riusciti a riportarvi ai tempi d'oro di Jerry Calà, gli stessi in cui libidine e controlibidine erano uno stile di vita e il celeberrimo artista era testimonial di SEGA in Italia. Ovviamente, l'intento non era quello di ripercorrere la vita dell'attore, ma quello di far notare che, anche nell'industria dei videogiochi, spesso può essere il nome che porta un videogioco a fare la differenza tra il successo e l'oblio. Estendiamo la nostra riflessione anche alle tanto chiacchierate esclusive, dal momento che i dati di vendita in Italia diffusi da AESVI ci hanno rivelato che, a fronte dei giochi multipiattaforma, la loro nel 2017 è stata praticamente una Caporetto. Ha ancora senso ripeterci che sono le esclusive, quelle che fanno la differenza sul mercato?
A proposito di grandi IP multipiattaforma, visti i rumor relativi al possibile addio alla campagna in singolo di Call of Duty: Black Ops IIII, ci siamo concessi un po' di righe per immaginare come sarebbe il nuovo sparatutto di Activision se davvero si concentrasse solo sul comparto online. Se volete scoprire le nostre previsioni ed aspettative, c'è un bell'articolo che vi aspetta a braccia aperte.

In quella che è la settimana della consacrazione di God of War, continuano ad inseguirsi con un'insistenza sospetta i rumor relativi a PlayStation 5, che sembra oramai molto più di un'ipotesi. Nel frattempo, PES dice ciao alla Champions League e Call of Duty, a quanto pare, al single player. Si tratta di un arrivederci, invece, tra Nintendo Switch e Dark Souls Remastered, slittato alla prossima estate.
Speriamo infine che il nuovo formato del testo della nostra ormai storica rubrica What's Up possa essere di vostro gradimento: abbiamo voluto renderlo di più facile consultazione e, perché no, dotato di un po' più di personalità, per condividere al meglio con voi una vetrina sulle pubblicazioni del nostro sito. Aspettiamo ovviamente le vostre impressioni nei commenti!
SpazioGames vi augura come sempre buon fine settimana!

0 COMMENTI