Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Addio PlayStation Vita e le altre novità nel What's Up 18-24 marzo

Da non perdere: prime impressioni su Sea of Thieves e su God of War

Video Rubrica
A cura di del
Nuovo weekend e nuovo appuntamento con What's Up On SpazioGames, la nostra video rubrica che vi dice tutto quello che è successo nell'industria dei videogiochi in questa settimana che sta per concludersi.

Notizie della settimana

Apriamo con una lunga parantesi dedicata al mondo Sony, che ha fatto molto parlare di sé in settimana. Prima di tutto, possiamo chiacchierare di The Last of Us Part II, dal momento che il doppiatore Troy Baker ha fatto sapere di averne potuto visionare un playtest. Le uniche parole che l'artista ha espresso sono state "l'ho trovato magnifico", il che ovviamente accresce l'hype dei fan che sono in attesa del ritorno di Joel ed Ellie.
Parliamo anche di God of War, che è ormai ad un passo dal suo debutto su PS4: Sony Santa Monica ha fatto sapere che il gioco offrirà quattro diversi livelli di difficoltà, il che significa che avrete molta libertà nella scelta del livello di sfida. Si andrà così da quella basica, pensata per chi vuole soprattutto godersi la storia, a quella più alta, che modifica anche i pattern utilizzati dai nemici e vi darà parecchio filo da torcere. Il creative director Cory Barlog ha anche parlato di una possibile Modalità Foto, che arriverebbe dopo l'uscita del gioco e sulla quale Sony Santa Monica vuole lavorare accuratamente. L'idea dell'autore, infatti, è di realizzarla in modo che possa tenere testa a quelle migliori viste di recente nell'industria. Attendiamo di scoprire se ce la faranno. Intanto, il gioco è entrato in fase gold e tutto è pronto per il lancio, fissato per il prossimo 20 aprile.
Ha fatto parlare di sé, e non è una cosa abituale, anche PlayStation Vita: in settimana, infatti, PlayStation Spagna ha evitato di girarci troppo intorno e, tramite i suoi account social ufficiali, ha confermato che la console portatile è ormai fuori produzione. Anche in Europa, quindi, la console è arrivata al capolinea, come lasciava già pensare anche il fatto che da marzo 2019 i giochi PlayStation Plus saranno riservati solamente a PS4 e non più né a PS3 né, appunto, a Vita. Nata come erede di PSP, Vita ha perso per strada il supporto dei first-party, con Sony che la ha relegata prima a console per le terze parti e per le produzioni indie e poi ad accessorio per giocare in remoto PS4. Una notizia che ispira delle riflessioni, considerando che altre piattaforme portatili (o ibride, come Switch), hanno dimostrato che c'è ancora interesse per questa fetta di mercato.

Addio PlayStation Vita e le altre novità nel What's Up 18-24 marzo

Sembra sempre più sicuro che il nuovo Battlefield si intitolerà Battlefield V. Ne sapremo certamente di più alla conferenza EA Play a ridosso dell'E3, ma intanto è emerso in Rete un cartellone pubblicitario che mostra il possibile logo del gioco. Tra le indiscrezioni, si parla di un ambientazione nella Seconda Guerra Mondiale, con un comparto narrativo che punta su diverse storyline, come già visto in Battlefield 1. Attendiamo ovviamente conferme ufficiali e fino ad allora siamo costretti a trattare tutte queste notizie sul prossimo Battlefield come indiscrezioni e nulla più.
Parliamo anche di Call of Duty, perché rumor insistenti e confermati da diverse fonti autorevoli danno per prossimo al debutto un remaster di Call of Duty: Modern Warfare 2. Secondo le informazioni si tratterebbe di un rifacimento della sola campagna, che non includerebbe il popolarissimo online del gioco, e che potrebbe debuttare già il 30 aprile su PS4 e Xbox One. Come sempre, però, consideriamo queste informazioni come rumor fino a prova contraria.
Apriamo anche una breve parentesi tecnica dedicata ai giocatori PC, dal momento che pochi giorni fa NVIDIA ha presentato la nuova tecnologia RTX. Grazie a quest'ultima, gli sviluppatori potranno realizzare giochi con un rendering in tempo reale di livello cinematografico. Il primo ad avvalersene per il suo comparto grafico, scopriamo, sarà Metro Exodus, atteso su PC per il prossimo autunno. Il gioco, ricordiamo, uscirà anche su PS4 e Xbox One.
Mentre i fan continuano a sperare che prima o poi piovano dal cielo dettagli sull'eventuale esistenza di The Elder Scrolls VI, Bethesda ha fatto sapere che gli autori della serie fantasy e di quella Fallout sono già in fase di piena produzione con un nuovo titolo. La nuova opera di Bethesda Game Studios è per ora avvolta nel più totale mistero, però. Oltretutto, il dirigente Todd Howard ha fatto sapere che è in lavorazione anche un altro titolo, per ora ancora in pre-produzione, che potrà contare su un sistema di animazioni completamente rinnovato, sul quale il team è impegnato. Le novità che stanno bollendo in pentola, insomma, sembrano parecchie, ma i dettagli latitano e possiamo solo aspettare che ne emerga qualcuno. Nei momenti in cui vi domandate perché Bethesda non abbia alcuna fretta di dare un erede a Skyrim, ricordatevi che in settimana la compagnia ha annunciato Summerset, la nuova espansione maggiore per il suo The Elder Scrolls Online. Il prossimo 5 giugno, l'MMORPG della compagnia statunitense accoglierà questo nuovo scenario, che non era giocabile dai tempi di The Elder Scrolls Arena, datato 1994. L'uscita è fissata su PC, PS4 e Xbox One.

Cresce l'elenco dei videogiochi dedicati a Dragon Ball: pochi giorni fa abbiamo assistito all'annuncio di Dragon Ball Legends, nuovo picchiaduro mobile che si servirà della cloud platform di Google per coordinare le sfide tra gli utenti di tutto il mondo. Ora come ora non ci è dato conoscere molti altri dettagli, ad eccezione del fatto che nel roster troveremo sicuramente Goku Super Saiyan, Piccolo, Pan, Vegeta, Frieza e Nappa. Attendiamo ovviamente di scoprire quando uscirà.
Ritorno in pista per Atari, che in settimana ha annunciato la sua nuova console Atari VCS, che sta per Video Computer System. La nuova piattaforma, che avrà in bundle un controller moderno e uno classico e prima era nota come Ataribox, punta sia a rispolverare alcuni grandi classici del passato, sia a proporsi come odierna soluzione per l'intrattenimento nel salotto di casa. Rimane da scoprire, quindi, quali titoli potrà accogliere nella sua libreria. I pre-order dovrebbero aprire nel prossimo futuro, con la data che sarà annunciata nel corso del mese di aprile. 
Tempo di novità anche  per la VR, con l'annuncio del visore HTC Vive Pro: questo nuovo visore, che migliora la risoluzione, ha un peso ridotto, cuffie removibili e una seconda camera, ha un costo di listino di 879€ per il mercato europeo. Come conseguenza, in vista del suo arrivo si riduce invece il prezzo dell'originale HTC Vive, che potete ora portare a casa con 599€.
Chiudiamo con un'indiscrezione che suscita curiosità: i dataminer hanno infatti scoperto nell'aggiornamento 5.0 di Nintendo Switch alcuni riferimenti che farebbero pensare ad una possibile versione aggiornata della console. La prima cosa notata sono i riferimenti ad un passaggio da Nvidia Tegra 210 a Nvidia Tegra 214, che sarebbe in realtà necessario per impedire alcuni casi di pirateria che stavano cominciando a verificarsi. Se, però, questa modifica è legata ai pirati che vogliono accedere ai software da gioco senza pagare, è anche vero che ci sono dei riferimenti ad una RAM da 8 GB, mentre al momento Switch monta 4 GB. In questo caso, oltre ad una possibile versione aggiornata, bisogna anche tenere conto che i dati potrebbero riferirsi solo ad un devkit, ossia ad una delle console che vengono fornite agli sviluppatori, generalmente più potenti di quelle per i consumatori, per realizzare i loro giochi. Come sempre, ci rimane solo da attendere per scoprire qualcosa di più: Nintendo sta pensando ad un hardware migliorato per le future Switch o, semplicemente, si tratta davvero di cambiamenti pensati per impedire la pirateria e per far lavorare agevolmente le software house? Staremo a vedere.

Addio PlayStation Vita e le altre novità nel What's Up 18-24 marzo

Recensioni della settimana


Sono diversi i verdetti molto attesi arrivati questa settimana: apriamo con quello su A Way Out, il nuovo videogioco cooperativo firmato dall'autore di Brothers: A Tale of Two Sons. La co-op offerta ai giocatori rimanda ai fasti dei bei tempi per questa tipologia di esperienza ludica, risultando solida e davvero convincente. Ad essa si affianca un comparto narrativo ben strutturato, dalla vocazione dichiaratamente cinematografica, capace di porre il giocatore di fronte ad alcune scene giocabili cariche di significato e che sapranno lasciare il segno. Il gioco non è scevro di difetti, tra cui un inizio un po' sottotono e una linearità innegabile, ma nel complesso la sua voglia di rischiare è da premiare e merita tutte le attenzioni di chi vuole giocare con un amico (Voto 8,0).
Voto positivo anche per Ni No Kuni II, il nuovo JRPG di Level-5, splendido nella direzione artistica e interessantissimo nel suo efficace battle system. Abbiamo inoltre apprezzato l'ottima colonna sonora, oltre alla Gestione del Regno, capace di intrattenervi e di coinvolgervi. Di contro, le battaglie campali non sono altrettanto magnetiche e il livello di difficoltà generale del titolo è bilanciato verso il basso (Voto 8,5).
Le cose vanno bene anche per Assassin's Creed Rogue Remastered, il ritorno dell'episodio navigante della serie Ubisoft. In questo rifacimento, ritroverete tutta la vastità del gioco originale, ora corretto in alcuni difetti a cui lo aveva costretto il rimanere relegato alla vecchia generazione di console. Bisogna però anche dire che si parla solo di problemi grafici, mentre tutti gli altri aspetti del gioco sono rimasti immutati (Voto 7,0).
Per l'elenco completo delle recensioni della settimana, fate riferimento a questo link.
 

Rubriche, anteprime e speciali


Al via le nostre guide per Fortnite, la prima delle quali dedicata al fucile a pompa pesante. Non può mancare nemmeno la nostalgia, con i nuovi appuntamenti con Zona Revival, stavolta a tema Mortal Kombat, e con il secondo capitolo della retrospettiva su Spyro. Tantissimi anche i nostri speciali: in evidenza soprattutto quello dedicato ai cattivi più strambi del mondo dei videogiochi, oltre a quello che celebra i primi dodici anni di The Elder Scrolls IV: Oblivion. Ci siamo anche interrogati sull'eventualità di un reboot di Pokémon su Nintendo Switch, prima di ripercorrere il percorso che ha reso Lara Croft un'icona. Per l'elenco completo degli speciali, tra cui le nostre analisi dei nuovi operatori di Rainbow Six Siege, non perdete la nostra sezione.
In evidenza, tra le anteprime, quella video che abbiamo prodotto dopo aver messo le mani su God of War. In attesa della recensione, abbiamo anche fornito le nostre prime impressioni su Sea of Thieves, senza dimenticare l'articolo dedicato a OnRush, nuovo gioco automobilistico dagli autori di DriveClub, ora al lavoro per Codemasters.

Settimana indubbiamente interessante: arriva la conferma dell'addio a PlayStation Vita anche nel Vecchio Continente, si parla tanto del futuro di Battlefield e Call of Duty, mentre i fan di The Elder Scrolls potranno presto vivere l'esperienza online di Summerset, atteso per giugno. Tra le altre novità, anche gli annunci ufficiali di Atari VCS e di HTC Vive Pro, in attesa di scoprire come risponderà il mercato.
Come sempre, SpazioGames vi augura buon weekend!

0 COMMENTI