Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Far Cry 5, provata la modalità Arcade

Abbiamo provato la peculiare modalità Arcade di Far Cry 5

Hands On
A cura di del

Pochi giorni fa vi abbiamo raccontato la nostra trasferta a Parigi dedicata a una corposa prova di Far Cry 5, il nuovo shooter open-world di Ubisoft ambientato nel Montana che ci chiederà di porre fino al violento credo pseudo religioso guidato dall'enigmatico Joseph Seed. Nell'anteprima vi abbiamo descritto Far Cry 5 come un'esperienza fortemente legata al passato del brand che però al contempo prova a innovare la sua formula di gameplay con un paio di features che alla lunga speriamo si dimostrino interessanti. La seconda parte del nostro hands-on si è concentrata invece sulla modalità Arcade. Un vero e proprio universo parallelo dove il gameplay e il gunplay di Far Cry 5 si prestano a game mode atipici, ispirati talvolta da alcune produzioni indie piuttosto che da classiche modalità a obiettivi. Se siete in cerca di un'esperienza diversa dal solito vi consigliamo dunque di non perdervi questo nostro articolo.


Sottosopra


La struttura della modalità Arcade è molto semplice: si tratta di un mondo parallelo a quello del gioco classico, dove i giocatori possono affrontarsi in mappe create da e per la community, guadagnano soldi e punti abilità spendibili nella campagna principale di Far Cry 5. Al lancio avremo la possibilità di affrontare tre modalità, una in giocatore singolo, l'altra in co-op e l'ultima in PvP con un massimo di sei contro giocatori contro altri sei. Nel nostro hands-on abbiamo provato alcune di queste modalità come per esempio quella in single player chiamata Journey sulla mappa Upside Down. Lo scopo era piuttosto semplice: raggiungere l'uscita. Per farlo però bisognava attraversare una serie di camere che componevano un puzzle sempre più strambo. In buona sostanza, Upside Down si è rivelato essere un labirinto di stanza l'una dentro l'altra che sfidavano e ribaltavano le leggi della gravità, elementi da cui deriva appunto il nome della mappa. Il soffitto diventa pavimento e viceversa, ogni riferimento visivo viene stravolto e il risultato è un'avventura breve ma intensa, a tratti addirittura in grado di mandarvi veramente in confusione.


Far Cry 5, provata la modalità Arcade


Il supporto post lancio a Far Cry 5 Arcade


L'ambientazione costruita dal team di sviluppo ci è sembrata dunque perfettamente funzionale a trasmetterci il tono dell'esperienza, che ha messo in evidenza ampi margini di miglioramento, soprattutto se pensiamo alle nuove mappe che arriveranno con il supporto post lancio, di cui parleremo in seguito. La seconda modalità che abbiamo provato è Bounty Hount sulla mappa Terminal Station. In buona sostanza si tratta di un game mode a obbiettivi dove dovremo, per esempio, uccidere diversi bersagli sensibili sparsi per la mappa, trovando il modo di eliminarli aggirando magari alcune difficoltà date dal doversi arrampicare in zone specifiche o quant'altro. Bounty Hount non ci è parsa particolarmente ispirata anche se il supporto della community potrebbe garantire nuova linfa vitale e soprattutto longevità, nonostante sia proprio l'archetipo della modalità a risultare poco convincente.


Far Cry 5, provata la modalità Arcade


Multiplayer 6vs6


Concludiamo infine con il multiplayer 6vs6, che sfrutta il gunplay di Far Cry proponendo un format piuttosto classico e che non brilla per originalità. Una volta scelto il loadout dovremo semplicemente tentare d'uccidere quanti più nemici possibili per portare a casa la vittoria, approfittando magari di alcune power weapon sparse per l'ambiente di gioco. Anche in questo caso le potenzialità risiedono principalmente nella possibilità di creare le mappe piuttosto che nel gameplay della modalità stessa. Vedremo come questa novità sarà accolta dalla community e che uso decideranno di farne. Il supporto post lancio garantito da Ubisoft è inoltre intrigante e comprende il season pass che vi darà diritto ad usufruire di tre DLC già programmati più la Classic Edition di Far Cry 3, inoltre ogni martedì e venerdì di aprile saranno organizzati degli eventi unici a tempo limitato, con lo scopo di creare una community coesa e numerosa.

  • [+] Journey ha un'anima e gode di un ottimo potenziale
    [+] Il supporto postlancio è, sulla carta, vasto e variegato

La modalità Arcade di Far Cry 5 ha certamente del potenziale e, almeno in parte, ci ha convinto. I dubbi riguardano più che altro la qualità del comparto PvP unito all'incognita della quantità di mappe che verranno rilasciate nel corso dell'anno. Certamente i presupposti sono intriganti e le modalità Journey ha catturato la nostra attenzione.

0 COMMENTI