Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK

Natale 2017: 5 giochi da regalare a 5 tipi diversi di videogiocatori

Regali natalizi per tutti i palati

Speciale
A cura di del
Natale non è solo cibo, reunion familiari, ancora cibo e regali. Per noi giocatori è soprattutto una delle migliori occasioni dell'anno per dedicarsi totalmente al nostro hobby preferito, rimediando i titoli più apprezzati dalla critica e dal pubblico o portando a termine una sessione di gioco lasciata in sospeso troppo a lungo. Eppure, soprattutto nel 2017, di videogiochi ne abbiamo visti anche troppi, al punto da complicarci la scelta del regalo più adatto per i nostri amici e parenti appassionati - o, magari, per noi stessi.
Oggi siamo qui per aiutarvi, selezionando per voi cinque titoli per altrettante tipologie di videogiocatore, da quello occasionale a quello hardcore, passando per un paio di categorie non proprio scontate.

Natale 2017: 5 giochi da regalare a 5 tipi diversi di videogiocatori

Lo Streamer Wannabe: Overwatch

Non sarà uno dei titoli protagonisti del 2017, ma Overwatch resta senz'altro uno dei giochi più trasmessi dagli utenti sulle principali piattaforme di streaming. Il titanico sparatutto competitivo di Blizzard è ormai riconosciuto come uno dei migliori esponenti nel suo genere, un titolo che continua ad espandersi nei contenuti - attraverso gli aggiornamenti periodici che introducono nuovi personaggi - e nella stessa lore, approfondita da preziose opere di supporto quali fumetti e cortometraggi come questo. Insomma, il regalo ideale per chi è alla ricerca di un gioco con cui avviare la propria "carriera" da streamer.

Per ciascun regalo abbiamo scelto anche una seconda opzione, un Piano B, nel caso il destinatario del vostro regalo sia già in possesso del gioco da noi consigliato.
In questo caso dunque, potreste optare per il sempre valido Tom Clancy's Rainbow Six Siege, altro FPS competitivo che ha letteralmente conquistato milioni di giocatori, pro player e non.

Natale 2017: 5 giochi da regalare a 5 tipi diversi di videogiocatori

Il Sadico: Nioh

Dopo aver permesso alla serie Souls di coccolarvi a suon di umiliazioni e morti brutali, tocca a NioH torturar- deliziare i giocatori più hardcore. L'action RPG realizzato da Team Ninja è impegnativo quanto basta per far imprecare i vostri amici e parenti durante le feste - un'originale vendetta per aver ricevuto l'ennesimo orribile maglione natalizio. Questo longevo soulslike catapulterà il giocatore in un Giappone premoderno invaso dagli yōkai, contro cui sfodereremo le nostre abilità da samurai sfruttando un sistema di combattimento profondo e a dir poco appagante.

Piano B: NieR: Automata. Il capolavoro di Yoko Taro non vanta solo un gameplay sfaccettato e impegnativo, ma gode anche di una narrazione toccante. Il regalo ideale per gli hardcore player più sensibili.

Natale 2017: 5 giochi da regalare a 5 tipi diversi di videogiocatori

L'Indiana Jones: Uncharted: L'Eredità Perduta

Se anche voi avete in famiglia lo zio assetato d'avventura, quello che ogni anno divora l'intera saga di Indiana Jones - e che maledice Il regno del teschio di cristallo - allora non potete non regalargli un gioco della serie Uncharted. Il nostro consiglio ricade su L'Eredità Perduta, uno spin-off tutto al femmile che questa volta ruoterà intorno a Chloe Frazer e Nadine Ross, due volti familiari ai veterani del franchise. L'ultima produzione di Naughty Dog non si limita a proporre una nuova storia, ma amplia la formula originale offrendo una maggiore libertà nelle fasi esplorative, strizzando l'occhio agli open-world.

Piano B: Rise of the Tomb Raider. Non volete rinunciare allo spirito d'avventura e alla protagonista femminile? Non c'è problema, Lara Croft saprà accontentarvi ancora una volta.

Natale 2017: 5 giochi da regalare a 5 tipi diversi di videogiocatori

L'Incazzato: Tekken 7

Quante volte avrete dovuto consigliare corsi di yoga o altre tecniche di rilassamento al vostro amico costantemente incavolato? A Natale potrete regalargli un gioco su cui sfogare lo stress accumulato a lavoro - o ai fornelli, dopo essere stato costretto a preparare il cenone della Vigilia. E cosa c'è di meglio di un picchiaduro come Tekken 7 per sbollire gli animi più caldi? L'ultimo episodio dello storico franchise gode del miglior bilanciamento di sempre, oltre che di un variegato roster di personaggi in cui troviamo vecchie glorie, come i mai troppo lodati Yoshimitsu e King, e nuovi membri, tra cui l'italiano Claudio Serafino.

Piano B: Wolfenstein II: The New Order. Se alle scazzottate il vostro amico preferirà le sparatorie, il nuovo capitolo della serie Wolfenstein gli offrirà tanti nazisti su cui riversare la propria rabbia.


Lo Stratega: 
Mario + Rabbids: Kingdom Battle

Ammettetelo, nessuno riesce a infastidirvi più del vostro insolente cugino amante degli strategici. Ma resta pur sempre un vostro familiare, dunque il regalo tocca anche a lui. Potreste allora sorprenderlo con un titolo diverso dal solito, uno strategico che vede protagonisti due icone provenienti da ben altri generi. Ovviamente ci riferiamo a Mario + Rabbids: Kingdom Battle, un coloratissimo crossover per Nintendo Switch che unisce un sistema di combattimento à la XCOM alla folle simpatia dei suoi personaggi. Non dimentichiamoci, inoltre, che dietro questa produzione ci sono gli italiani di Ubisoft Milan.

Piano B: Total War: Warhammer II. Avete paura che i toni vivaci e scanzonati di Mario + Rabbids non riescano a soddisfare il vostro parente? Con Total War andrete sul sicuro.

Questo Natale non correte rischi. Che siano appassionati degli action/adventure o dei più impegnativi titoli strategici, i vostri cari avranno in regalo i migliori giochi attualmente disponibili, un'ottima soluzione per smaltire le calorie del mega-pranzo natalizio. La scelta delle produzioni più longeve non è stata casuale, dopotutto l'imminente periodo sarà quello ideale per lasciarsi trasportare per decine di ore, prima di dover tornare a lavoro.

0 COMMENTI