Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

L'addio a Visceral e le altre novità nel What's Up 15-21 ottobre

Una settimana di scossoni

Video Rubrica
A cura di del
Anche questo weekend, è giunto il momento di What's Up On SpazioGames, la video rubrica che fa il punto sulle novità più calde della settimana. Passiamole tutte in rassegna come al solito.

Notizie della settimana

Apriamo con quella che è senza dubbio alcuno la notizia della settimana, ossia la chiusura di Visceral Games da parte di EA. La compagnia statunitense ha annunciato la dipartita dello studio, che aveva firmato anche la serie Dead Space. Inoltre, ha fatto sapere che il progetto Star Wars che stava venendo sviluppato sarà rinviato e rivisto nella sua realizzazione, che punterà ora su una filosofia più orientata al multiplayer.
La notizia ha colpito l'industria come un fulmine a ciel sereno, al punto che sia Sony Santa Monica che Ubisoft si sono proposte di assumere i dipendenti Visceral che saranno licenziati da EA. La situazione è estremamente delicata e, tra una notizia e l'altra, sono arrivate anche le parole dello sviluppatore Zach Wilson, che ha dichiarato che le aspettative di EA sono spesso eccessive: Dead Space 2, ad esempio, riuscì a vendere 4 milioni di copie, ma EA si dichiarò non soddisfatta del risultato ottenuto e spinse per inserire le microtransazioni nell'episodio successivo, in modo da monetizzare di più.

Proprio l'evoluzione dei videogiochi è divenuto un tema caldo, fianco a fianco con il caso Visceral Games: il game designer Rami Ismail è intervenuto sul suo profilo Twitter, dichiarando che per quanto ne sa Star Wars sta venendo rivoluzionato proprio con l'intento di favorire le microtransazioni in un ambiente online. Inoltre, un gioco persistente garantisce introiti nel lungo corso e pubblicità gratuita grazie agli streaming. Per questo motivo, secondo Ismail, chi ama i titoli lineari in singolo giocatore deve supportarli acquistandoli, perché a suo dire diventeranno sempre più dei veri e propri «miracoli».
Anche Cory Barlog, director del nuovo God of War, si è espresso in difesa dei giochi single player lineari, sottolineando che trova molto triste che questa natura dei titoli sia ormai considerata come qualcosa di negativo. Lineare, insomma, corrisponde ormai ad una sorta di dispregiativo all'interno dell'industria. Intervenuta in merito, la testata statunitense Kotaku afferma invece che la volontà di favorire le microtransazioni non sarebbe il motivo del cambiamento di filosofia di Star Wars: la causa risiederebbe invece nel cattivo stato del progetto, che secondo i colleghi era davvero in altissimo mare e lontano da trovare la quadratura del cerchio. Per questo, EA avrebbe deciso di prendere in mano la situazione e di chiudere Visceral.

L'addio a Visceral e le altre novità nel What's Up 15-21 ottobre
Rimaniamo su una questione estremamente scottante perché, sulla scia del caso Weinstein al cinema, anche un dipendente del mondo videoludico ha denunciato delle molestie sessuali sul posto di lavoro. La denuncia è stata affidata a Twitter da David Ballard, che afferma di essere stato gravemente molestato da un lead quando lavorava per Naughty Dog. Da allora, dopo essere stato licenziato quando ha segnalato la cosa, il dipendente è disoccupato. Ballard riferisce, inoltre, che la sezione delle risorse umane di PlayStation gli avrebbe offerto $20.000 per insabbiare la vicenda ed accettare di comune accordo la cessazione del contratto di lavoro con Naughty Dog. Dal canto suo, la stessa Naughty Dog ha emanato un comunicato nel quale dichiara che presso i suoi studi non sono ammesse molestie sessuali e afferma di essere attenta ad offrire ai suoi dipendenti un ambiente di lavoro il più ottimale possibile.
Vedremo quali saranno le conseguenze legali della vicenda dall'una e dall'altra parte, se ce ne saranno.

Parliamo anche di Crash Bandicoot N. Sane Trilogy, dal momento che in settimana un sito aveva svelato la possibile versione Nintendo Switch del gioco. Tuttavia, si è scoperto solo in seguito che si è trattato di un errore nell'inserimento in catalogo, con l'approdo di Crash sulla console Nintendo che è stato quindi smentito, almeno per ora. Vedremo se in futuro ci sarà spazio per l'uscita della trilogia pubblicata da Activision anche su piattaforme diverse da PS4.
Altro argomento molto chiacchierato, per rimanere in casa Nintendo, è il futuro delle sue console mini: dopo il successo di NES e SNES Mini, i colleghi della rivista Famitsu hanno chiesto direttamente ad un esponente della grande N se sia lecito attendersi, in futuro, anche Nintendo64 Mini e Game Boy Mini. Per ora, lo sviluppatore si è rifiutato di commentare ed ha dribblato la domanda, dichiarando che Nintendo è interessata, prima di tutto, a vedere NES e SNES Mini fianco a fianco nei negozi. Chissà però che questo silenzio non possa nascondere un annuncio che per ora non deve ancora essere svelato...
A proposito di Nintendo, in settimana è arrivato l'aggiornamento 4.0.0 di Nintendo Switch: grazie a questo update maggiore, la console consente ora di registrare brevi video gameplay da condividere. Inoltre, è ora possibile anche spostare i salvataggi da una Nintendo Switch all'altra. Si tratta di piccoli passi verso possibilità più moderne da offrire al giocatore, in attesa che sia magari possibile caricare i propri salvataggi anche online, così da essere sicuri di non perderli in caso di difetti hardware della propria Switch.

Segnaliamo anche che in settimana Sony ha annunciato un nuovo controller per PS4, pensato per il pubblico dei giovanissimi. Il fratello minore di DualShock 4, che si chiamerà Mini Wired Gamepad, avrà un corpo ridotto del 40%, una forma più ergonomica per le mani piccole ed un prezzo molto ridotto, pari a $29,99. Mancheranno diverse feature come lo speaker, il jack per le cuffie e il touch pad, ma Sony assicura che può essere utilizzato comodamente per giocare e lo consiglia per i videogiocatori più giovani. L'uscita in USA e Canada è fissata per Natale e siamo in attesa di apprendere se e quando questo controller sbarcherà anche in Europa. Rimanete ovviamente sulle nostre pagine per scoprirlo!
Chiudiamo parlandovi di CD Projekt RED, dal momento che dopo alcuni addii qualcuno temeva che il progetto Cyberpunk 2077 potesse essere a rischio. Il team polacco ha pubblicato una nota per rassicurare i fan, facendo sapere che si sta prendendo tutto il tempo necessario per sviluppare il gioco e tutto sta andando secondo la scaletta. In merito agli addii, ci sono sempre state persone che decidono di andarsene e sempre ci saranno: secondo il team polacco, la sua filosofia che porta ad insistere anche quando realizzare delle cose sembra impossibile potrebbe frustrare qualcuno e non risultare ideale per tutti. Sempre secondo il team, però, è fondamentale pensare di poter «reinventare la ruota» ogni volta, per creare videogiochi che siano davvero significativi e che valgano i soldi dei consumatori. Per quanto ne sappiamo, non ci sono dubbi che questa filosofia abbia pagato con il pluripremiato The Witcher 3: Wild Hunt.

L'addio a Visceral e le altre novità nel What's Up 15-21 ottobre

Recensioni della settimana

Apriamo con la recensione di South Park: Scontri Di-Retti, scorretto esattamente come ce lo aspettavamo. Il gioco è splendido nella sua narrativa ricca di personalità ed è fedelissimo alla serie animata—una caratteristica che non passerà inosservata sotto gli occhi degli appassionati. Peccato per alcune sub-quest completamente trascurabili, ma nel complesso ci troviamo di fronte ad un prodotto davvero ben fatto e riuscito (Voto 8,0).
Stesso voto anche per Fire Emblem Warriors, che sbarca su Nintendo Switch mettendo insieme tanta azione e tanta strategia e riuscendo nell'intento di farle funzionare bene insieme. I contenuti sono tanti ed il gioco è molto benfatto anche dal punto di vista tecnico. Avremmo solo gradito qualche ritocchino al roster (Voto 8,0). Voto positivo per Il mondo nuovo, il secondo episodio di Life is Strange: Before the Storm, che ci ha colpiti per la scrittura del personaggio di Rachel e per la gestione della narrazione, gestita con sapienza dal team di sviluppo. Occhio però agli abusi di corridoi nelle fasi giocabili e ai ritmi non impeccabili delle sequenze centrali (Voto 7,5).
Si accontenta di una valutazione discreta, invece, WWE 2K18, che ha dalla sua un roster estremamente ampio ed una valanga di contenuti, ma il comparto tecnico è da rivedere, i tempi di caricamento rischiano di stufare e il gameplay dovrebbe avere qualche rinnovamento (Voto 7,0). In attesa del verdetto finale, segnaliamo anche la recensione in corso di Gran Turismo Sport, in cui Domenico Musicò ha fatto il punto, a caldo, su pregi e difetti del nuovo titolo automobilistico firmato Polyphony. Aspettiamo ora il verdetto finale.
Per tutte le recensioni della settimana, fate riferimento alla nostra sezione dedicata.

Rubriche, anteprime e speciali

Sono stati diversi gli appuntamenti con le nostre rubriche: primo numero per Videogiochi su tela, che mette di fronte arte e videogiochi e che questa volta vi ha parlato di Horizon: Zero Dawn. Nuovo appuntamento con Why not famous, che ha riflettuto sul caso Sleeping Dogs, e con Cappuccino e videogioco, grazie, che questa settimana vuole offrirvi un dolce risveglio riportandovi nel mondo di LEGO Il Signore degli Anelli.
Sono stati diversi anche gli speciali, come la nostra prova sul campo di Commodore 64 Mini e il nostro confronto tra due giochi del momento: PlayerUnknown's Battlegrounds e Fortnite. Da non perdere anche la prova sul campo della modalità Sopravvivenza di The Elder Scrolls V: Skyrim. Per tutti gli speciali, vi rimandiamo alla sezione apposita.
C'è stato tempo anche per le anteprime, dove vi abbiamo parlato della nostra prova della campagna di Star Wars: Battlefront II, attesa nuova opera EA dedicata a Star Wars e, questa volta, non al centro di polemiche—che come avete capito sono state il tormentone di tutta la settimana.

La settimana è stata indubbiamente quella dell'addio a Visceral Games e del cambiamento di prospettive per il suo Star Wars. Per rimanere su temi simili, ricordiamo anche la risposta di CD Projekt RED a chi ipotizzava un clima poco sano all'interno del team polacco, oltre alle accuse arrivate a Naughty Dog da un ex dipendente.
Venendo ai videogiochi, che per fortuna non sono mancati, la notizia più letta da voi in tutta la settimana è stata indubbiamente il nuovo controller per PS4 pensato per i giovanissimi—che a quanto pare non ha riscosso però il vostro entusiasmo!
SpazioGames vi dà appuntamento come sempre al prossimo weekend e vi augura buon fine settimana!

0 COMMENTI