Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK

Captain Tsubasa: Dream Team, la recensione del titolo mobile

Holly e Benji approdano su smartphone e tablet

Recensione
A cura di del
Per chi è cresciuto negli anni ’80 e ’90 è impossibile non aver mai sentito parlare, almeno una volta, di "Holly e Benji" (Capitan Tsubasa in giapponese), la serie animata nipponica che ha contribuito ad aumentare la passione per il del calcio di molti ragazzi del nostro paese. Se gli appassionati stanno ancora aspettando un ritorno della serie su console di questa generazione, per chi utilizza smartphone e tablet è arrivata un'applicazione con cui poter saziare la nostra fame di pallone, complice anche l’imminente uscita del nuovo anime.

Captain Tsubasa: Dream Team, la recensione del titolo mobile

Un cannoniere ed un portiere...

Captain Tsubasa: Dream Team è infatti un'applicazione free-to-play in cui ripercorreremo la storia del manga, costruendo allo stesso tempo il nostro team di promesse del pallone.  Nonostante la localizzazione in italiano sia decisamente ben fatta, in molti potrebbero rimanere spiazzati nel leggere nomi diversi da quelli che ricordavamo nel cartone: questo perchè, ai tempi tutto veniva occidentalizzato e i nomi dei protagonisti subirono forti modifiche rispetto alla loro controparte originale, mantenuta in questa app anche nella nostra traduzione, e di conseguenza scopriremo che Oliver Hutton era Tsubasa Ozora, Benjamin Price e Mark Lenders si chiamavano rispettivamente Genzo Wakabayashi e Kojiro Hyuga e così via; potrebbe comprensibilmente volerci un po' di tempo per noi italiani per abituarci ai nuovi (ma in realtà vecchi) nomi. Durante le partite controlleremo i giocatori sotto forma di “pedine” che si muovono lungo il campo, indicando loro dove muoversi, a chi passare la palla e quando eseguire un tiro. Naturalmente ci sarà largo spazio anche alla spettacolarizzazione dei contrasti e dei tiri, grazie alle tecniche speciali come il Tiro della Tigre di Hyuga, ben realizzate nella visualizzazione anche in questo titolo.

Captain Tsubasa: Dream Team, la recensione del titolo mobile

Il pallone nel cuore

Per risolvere le azioni di gioco dovremo scegliere tra una delle opzioni disponibili: i difensori potranno bloccare, intercettare o contrastare, mentre l’attaccante potrà scegliere se tirare, passare la palla oppure dribblare l’avversario; il funzionamento di queste tecniche sarà deciso anche dall'efficacia della mossa scelta dal nostro rivale (il blocco funziona contro il tiro, l’intercettazione contro i passaggi mentre il contrasto contro i dribbling), ma se l’abilità del calciatore è particolarmente superiore a quella del suo avversario potrebbe riuscire ad ignorare l’effetto avversario, potendo vedere anche difensori spazzati via da tiri particolarmente potenti. Bisognerà stare attenti a non abusare delle tecniche, in particolar modo quelle speciali, dato che ogni azione compiuta consumerà una certa quantità di stamina e che, una volta arrivata allo 0, renderà anche le mosse più semplici decisamente meno efficaci. In nostro soccorso può dunque servire il Full Soccer Power che, se attivato, dimezzerà il consumo di stamina e ci renderà particolarmente pericolosi; un'opzione che sarà disponibile solo a partire da un determinato momento e che si riempirà più facilmente se ci troveremo in difficoltà o in svantaggio. Sarà inoltre possibile effettuare delle sostituzioni, ma solamente durante l'intervallo: dunque diventa importante anche imparare a risparmiare le energie per tutta la partita.
 
Captain Tsubasa: Dream Team, la recensione del titolo mobile

La vittoria ha un prezzo

Per poter reclutare nuovi membri sarà necessario utilizzare le Dream Ball che permettono di “evocare” e sperare di ricevere i calciatori più forti o dei potenziamenti per gli stessi; un meccanismo ormai diventato praticamente obbligatorio per qualunque app freemium in circolazione, mentre per potenziare i nostri beniamini dovremo raccogliere i relativi oggetti necessari per farli salire di livello ed, eventualmente, aumentarne in seguito la rarità e relative statistiche. Da segnalare, anche se completamente facoltativo, l’utilizzo degli spot pubblicitari: se sceglierete di guardarne uno dalla durata di 30 secondi, potrete ottenere un boost alle statistiche durante una partita della modalità storia oppure ricevere più punti esperienza durante gli allenamenti; la feature è limitata a 3 volte al giorno per attività e, per incentivarne ulteriormente la possibilità, al termine potreste anche riuscire a ricevere una Dream Ball in omaggio. L’utilizzo delle pubblicità non risulta invasivo e, come già detto, è interamente accessorio, al punto che il gioco offre la possibilità di disattivarle per intero dalle opzioni del menu principale.

Captain Tsubasa: Dream Team, la recensione del titolo mobile

Team di campioni

Proseguendo nella storia non otterremo solamente nuove Dream Ball, ma anche le maglie ufficiali delle squadre che affronteremo e nuovi moduli da poter applicare alla nostra squadra. Potremo anche scegliere di creare noi la nostra maglietta ufficiale, sfruttando alcuni template ed utilizzando i nostri colori preferiti, non solo per le partite in casa ed in trasferta ma anche per la variante utilizzata dal portiere. Lo stile grafico, che richiama rigorosamente l’anime, è di buona fattura e sicuramente aiuta a coinvolgere gli appassionati della serie. Sul gameplay dobbiamo però sottolineare che a causa delle (inevitabili) meccaniche dei titoli freemium e di una componente fortuna abbastanza elevata, l’abilità vera e propria farà sempre più largo alla potenza vera e propria della nostra squadra ed ai livelli dei calciatori e delle loro tecniche, sopratutto accedendo alle partite in serie ed online (disponibili una volta raggiunti rispettivamente i livelli 3 e 7). Questo non significa che sarà impossibile vincere “se non paghi”, anzi tutt'altro dato il buon bilanciamento delle modalità online; semplicemente potrebbe risultare frustrante perdere non perchè effettivamente tu sia stato più scarso dell’avversario, ma solo perchè non hai avuto abbastanza fortuna o, più semplicemente, perchè non sei riuscito a pescare i giocatori più forti. Ma anche questa non è certo una novità in giochi di questa categoria.
  • +Stile grafico manga coinvolgente
    +La spettaccolarità delle azioni è ben resa
    +Creare e personalizzare il proprio team è divertente
  • -Le meccaniche freemium potrebbero pesare alla lunga
    -Semplice, ma ripetitivo
    -La fortuna spesso incide più della strategia
voto
7

Captain Tsubasa: Dream Team si è rivelato essere un piacevole passatempo per tutti coloro che sono (o erano) appassionati della saga, ed un degno adattamento del franchise su smartphone e tablet. Alla lunga le meccaniche freemium potrebbero risultare pedanti, ma se preso a piccole dosi può rivelarsi un piacevole compagno di pomeriggi spensierati.

0 COMMENTI