Da PlayStation Now a The Division 2 | Le novità della settimana in SpazioWeekly

Settimana ricca di approfondimenti: vediamo in SpazioWeekly gli articoli da non perdere, tra Left Alive, Inside Xbox e PS Now

By |16/03/2019|Categories: In Evidenza, Rubriche|Tags: |

Nuova settimana di grandi appuntamenti per il mondo dei videogiochi, che in questi giorni ha assistito alle uscite di Tom Clancy’s The Division One Piece: World Seeker. Come sempre, noi di SpazioGames abbiamo parlato approfonditamente degli argomenti di questi giorni con i nostri articoli, tra i quali figurano anche i viaggi tra le novità di PlayStation Now — ora anche in Italia — e da Inside Xbox.

Vediamo tutto da vicino nella rubrica del sabato, SpazioWeekly!

One Piece World Seeker: il cuore non basta

Il nostro Matteo Bussani si è dedicato anima e corpo alla recensione di One Piece: World Seeker, che però purtroppo non è stato all’altezza delle aspettative. Il nuovo videogioco dedicato alla celebre saga è, infatti, molto povero dal punto di vista narrativo ed è minato anche da alcune scelte di gameplay e di game design discutibili: oltre ad alcune meccaniche non efficaci, ci sono infatti anche delle missioni secondarie così così e delle fasi stealth che abbiamo dovuto, purtroppo, bocciare.

one-piece-world-seeker

Era lecito, per i fan di One Piece, attendersi un lavoro migliore di questo, anche in virtù del fatto che ci sono alcune cose che World Seeker fa sicuramente bene, come farvi vivere le sue fasi di esplorazione. Il risultato nel complessivo, però, rimane al di sotto della sufficienza.

Le ultime da Inside Xbox

È come sempre Paolo Sirio il redattore che ha seguito per voi da vicino l’appuntamento con Inside Xbox, che si è rivelato essere particolarmente ricco. Tra le novità discusse da Microsoft, abbiamo trovato anche il ritorno di Project xCloud e, finalmente, l’arrivo di Halo: The Master Chief Collection anche su PC.

xbox one

Riassumere tutto in poche righe sarebbe riduttivo, anche perché come ormai sapete il buon Paolo riesce a far il punto di tutto nei suoi articoli di recap: potete leggere l’ultimo al link che vi proponiamo qui sotto.

Il debutto di The Division 2: tra primo impatto e prime guide

Il nostro Valentino Cinefra sta seguendo Tom Clancy’s The Division 2, che nei giorni scorsi ha vissuto il suo atteso debutto. Stiamo dedicando al titolo firmato Ubisoft un ampio coverage, che è partito proprio dalle primissime conclusioni a caldo provate dal collega dopo aver vissuto fatto vivere i primi dieci livelli al suo protagonista.

Le impressioni sono positive, per ora, ma c’è di più: abbiamo iniziato a dedicare al gioco delle guide, in cui vi riveliamo ad esempio come muovervi tra equipaggiamenti e armi, ma anche tra meccaniche e combattimenti. Trovate tutti gli articoli qui sotto.

The Division 2

Il mondo del fai da te popolato da Yoshi

Il nostro Nicolò Bicego si è tuffato a piene mani in Yoshi’s Crafted World, che abbiamo potuto provare in anteprima e mostrarvi in alcuni scorci. In vista dell’uscita di fine mese, il platform targato Nintendo si rivela (come immaginabile) come un trionfo di colore, che strizza anche e soprattutto l’occhio ai giovanissimi per la sua accessibilità. Non si tratta però di un’esperienza da sottovalutare, perché le trovate di level design abbondano già dalla nostra prova e chi vorrà recuperare tutti i collezionabili dovrà darsi parecchio da fare.

Potete leggere tutte le prime impressioni del collega su questo viaggio nel mondo del fai da te popolato da Yoshi, in vista della recensione, all’articolo che vi linkiamo qui sotto.

yoshi's crafted world

What is Left Alive?

Non c’è molto di che girarci intorno: Left Alive è un disastro sotto molteplici punti di vista. Le grandi firme che ci hanno lavorato e le atmosfere che mostrava avevano fatto ben sperare, ma quella presa dai videogiocatori in attesa, compreso il nostro Domenico Musicò, è stata una cocente delusione.

L’opera pubblicata da Square Enix si propone, anche in virtù del character design di Yoji Shinkawa, come una sorta di piccolo erede-omaggio alla saga Metal Gear, ma quello che ne viene fuori è un lavoro in cui le meccaniche stealth vi frustreranno e vi colpiranno come un pugno in faccia, anziché coinvolgervi. Oltretutto, il gioco è pieno zeppo di discutibili trovate di game design, che vi porteranno a morire spesso e per i motivi tutti sbagliati.

left alive

Il risultato è un prodotto che scatenerà frustrazione, che si propone con un comparto grafico che sembra quasi da work-in-progress e con un’intelligenza artificiale da dimenticare — il che, ovviamente, è inaccettabile per un titolo che miri anche solo lontanamente ad attirare i fan degli stealth. Peccato.

PlayStation Now è realtà, anche in Italia

Nei giorni scorsi, abbiamo assistito al lancio di PlayStation Now anche in Italia. Sony ha ritenuto che l’attuale infrastruttura delle Reti internet nel Belpaese consenta di godere del suo servizio di giochi in streaming e ha deciso di aprire le sue porte. Il funzionamento è semplice: con un abbonamento che può andare dai 14,99€ mensili ai 99,99€ annuali, a vostra scelta, potrete accedere liberamente da PS4 e PC a una libreria di titoli che vanno dall’attuale generazione a quella PS2.

playstation now streamingMolti giochi si possono scaricare, altri possono essere eseguiti solo in streaming. La libreria è abbastanza ricca anche se non in tutti i settori (quella PS2, ad esempio, è per ora abbastanza povera) e sicuramente, con il tempo, è lecito attendersi che venga rimpolpata. Sulle nostre pagine, il buon Matteo Bussani ha fatto il punto su tutte le novità e le caratteristiche, mentre Adriano Di Medio ha preso in analisi i giochi fino ad ora disponibili per il servizio.

Trovate gli articoli a tema ai link qui sotto.

Il futuro passa per lo streaming? Gli indizi che ci arrivano da questa settimana ci danno più di un’idea, in tal senso: mentre Microsoft ribadisce che Project xCloud non sostituirà la tradizionale Xbox, il servizio è comunque tra le notizie principali che arrivano da Inside Xbox. Sony, nel frattempo, allarga l’orizzonte di PlayStation Now anche all’Italia e ad altri Paesi europei, proprio mentre Google attende il 19 marzo per annunciare la sua mossa relativa al gaming — anche in questo caso, parrebbe, tutto in streaming.

In tutto questo, c’è stato spazio per le recensioni: dalle delusioni di Left AliveOne Piece: World Seeker, alle prime impressioni a caldo su The Division 2, fresco di debutto.

SpazioGames vi augura buon weekend!