Recensioni degli utenti 2 min

Paradox Error

Quando i glitch sono parte dell'esperienza

Questo è un contenuto creato dalla community degli utenti del forum di SpazioGames.it e pertanto non è rappresentativo della testata giornalistica SpazioGames.it, né della sua redazione.

Come si potrebbe definire Paradox Error? Beh, con poche parole, lo si può definire un gioco glitchato, e tanto, ma non in senso negativo, dato che i glitch presenti nel gioco fanno parte dell’esperienza del titolo stesso: ebbene sì, questa è proprio la peculiarità del titolo sviluppato da Nerd Games e pubblicato da EastAsiaSoft.

Il gioco è molto basilare, si tratta di un platform game senza troppe pretese, molto basico nei comandi, che comunque risultano efficaci e e reattivi nella loro semplicità, ma il vero punto di forza del titolo è la struttura dei livelli, resa molto particolari sfruttando volutamente i glitch: ad esempio in un livello si può usare il tasto “Start Level” come piattaforma mobile, in un altro è possibile usare il titolo stesso del gioco come piattaforma, oppure usare “errori” presenti sui muri per saltare più in alto, e così via… situazioni che potrebbero sembrare banali, ma che funzionano e che lo rendono un gioco anche un po’ ricercato su certe meccaniche.

La difficoltà è abbastanza alta, già intorno al decimo livello si comincia a sentire la frustrazione derivante dalla natura trial & error del titolo, che potrebbe far desistere la maggior parte dei giocatori. Nonostante ciò, i trofei sono molto facili e veloci da ottenere, in meno di mezz’ora i cacciatori di trofei avranno il loro bel Platino.

Narrazione presente in maniera molto striminzita, con pochi dialoghi che cercano di introdurre la lore del mondo di gioco, in cui la visuale si sposta a volo d’uccello. Lore che comunque sa di già visto: senza entrare troppo nei dettagli, è il classico tema del rapporto tra uomo e macchina, nulla di trascendentale insomma.

Visivamente il gioco si presenta con una in pixel-art in 8 bit che però potrebbe far storcere il naso a qualcuno, soprattutto a chi non è abituato ad uno certo tipo di stile retrò, perché in alcuni frangenti non è proprio curatissima, ad esempio con piattaforme tutte uguali, o addirittura potrebbe proprio provocare fastidio alla vista per la scelta degli sviluppatori di virare sul monocromatico, anche se c’è da dire che nelle fasi avanzate sono presenti livelli colorati, ma la solfa non cambia più di tanto. Accompagnamento sonoro carino che non stona affatto, con effetti sonori che risultano piacevoli all’orecchio e contestualizzati.

VOTO: 6

Nel complesso, Paradox Error è un indie trial&error simpatico, che fa il suo dovere riuscendo ad intrattenere il giocatore grazie a dei guizzi di genialità davvero ben riusciti. Nonostante possa risultare davvero ostico già dai primi livelli, è un titolo da provare.

Pro

  • Buona struttura dei livelli
  • Comandi intuitivi e semplici

Contro

  • Pixel art non curatissima
  • Difficoltà alta che può risultare frustrante nel lungo periodo