Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Sviluppatore minaccia dipendenti: recensite positivamente i nostri giochi o vi licenzio, Steam lo banna

Valve usa il martello per risolvere il caso di Insel Games

Steam
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 14/02/2018
Valve ha deciso di andare per le vie più dirette per risolvere il problema insorto con Insel Games, sviluppatore e publisher di diversi videogiochi. La casa di Gabe Newell ha infatti rimosso tutti i giochi della compagnia dal suo catalogo Steam, dopo aver scoperto e verificato che le recensioni dei titoli in questione erano state scritte da account appositamente iscritti, con l'intento di migliorare la valutazione dei prodotti per attirare nuovi utenti.

Tra i giochi del publisher citiamo Guardians of Ember e Wild Buster: Heroes of Titan.
Il caso era esploso quando, su Reddit, era arrivato lo screenshot di una email in cui il CEO di Insel Games "invitava" i dipendenti della compagnia a lasciare recensioni positive sui loro giochi su Steam. In caso contrario, potevano dire "velatamente" addio al posto di lavoro.

Alcuni passaggi della lettera, ora di dominio pubblico, spiega bene perché diversi dipendenti di Insel abbiano deciso di accettare di scrivere le false recensioni, poi costate l'addio a Steam: "attualmente abbiamo solo sei recensioni, ma se conto le persone in IME e Insel, mi sembra che siamo più di sei" scrive il CEO. "Ho già inviato in precedenza un e-mail, ma mi è stato detto che alcuni di voi non vogliono comprare il gioco per recensirlo. Francamente, questa è una cosa che mi lascia abbastanza deluso. Ovviamente non posso forzarvi a scrivere una recensione, o dirvi cosa scrivere, ma non dovrei farlo. Ignorare l'importanza delle recensioni costerà dei posti di lavoro. Se WB (Wild Buster, ndr) fallisce, Insel fallisce, IME fallisce e quindi il prossimo anno non avremmo nessun lavoro da fare."

Il CEO prometteva rimborsi per chi avrebbe comprato il gioco su Steam ed esibito al publisher la ricevuta. Inoltre, pretendeva spiegazioni entro l'indomani da tutti coloro che intendevano rifiutare di scrivere una recensione.
La sua strategia, come potete ben vedere, non ha però ripagato. Speriamo solo che ora i dipendenti riescano a mantenere il loro posto di lavoro.

Uno screenshot dell'email inviata dal CEO ai dipendenti di Insel

Fonte: VG24/7.com
0 COMMENTI