Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK

Bethesda ingloba BattleCry per 'fare grandi cose insieme', c'entra Starfield?

Quale sarà il contributo del nuovo studio di Austin?

Bethesda Softworks
A cura di Paolo “Boyscout” Sirio del 09/03/2018
Bethesda Game Studios ha annunciato quest'oggi di aver inglobato BattleCry Studios, la software house già parte del gruppo di ZeniMax nota per aver lavorato all'omonimo free-to-play multiplayer poi cancellato.

BattleCry Studios acquisisce, in questo passaggio, la nuova denominazione di Bethesda Game Studios Austin, andando ad affiancare le software house del Maryland (quella storica a Rockville) e Montreal.

Il game director ed executive producer Todd Howard ha spiegato per l'occasione che "col crescere della vision, delle dimensioni e delle ambizioni dei nostri giochi, cresce anche Bethesda Game Studios".

"Abbiamo avuto il piacere di conoscere i talentuosi sviluppatori di BattleCry, e sapevamo che avremmo potuto fare grandi cose insieme".

Bethesda Softworks

Bethesda, c'è Starfield dietro questa mossa?


Non è chiaro a cosa faccia riferimento di preciso Howard nella sua dichiarazione ufficiale, né quali siano i piani di Bethesda dopo questa mossa.

Di certo l'ipotesi più accreditata è un contributo da parte della nuova software house sulla prossima grande IP dei creatori di Skyrim e Fallout.

Esattamente quella che, come precisato più volte, precederà lo sviluppo di nuovi capitoli di serie già note e che per qualcuno potrebbe essere il gioco di ruolo sci-fi Starfield.

Si parla da tempo di Starfield, un RPG che dovrebbe piazzarsi al centro della stessa timeline di Fallout (passato) e The Elder Scrolls (futuro), ma al momento non c'è alcun annuncio formale. Che l'E3 2018 sia l'occasione giusta per presentarlo?

Fonte: WCCFTech
0 COMMENTI