Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Assassin's Creed Origins, arriva la modalità difficile per le Prove degli dèi

Insieme a tante novità

Assassin's Creed Origins
A cura di Paolo “Boyscout” Sirio del 05/03/2018
Ubisoft ha annunciato l'arrivo, previsto per la giornata di domani come parte di un nuovo aggiornamento, della modalità difficile per le Prove degli dèi di Assassin's Creed Origins.

In occasione dell'introduzione della modalità Difficile per le Prove degli dèi, saranno disponibili due sfide a settimana, una in modalità normale e l'altra in modalità difficile.

Questo il calendario del primo mese:

- Dal 6 al 13 marzo → Anubi normale + Sekhmet difficile
- Dal 13 al 20 marzo → Sobek normale + Anubi difficile
- Dal 20 al 27 marzo → Sekhmet normale + Sobek difficile
- Dal 27 marzo al 3 aprile → Anubi normale + Sekhmet difficile

Da domani sarà disponibile anche il pacchetto Non Morto, che includerà armi ispirate agli scorpioni. Il pacchetto comprende la cavalcatura Veglia eterna, il Tocco di Selkis (arco da guerra), lo Scudo dello scorpione, la Canzone del deserto (spada ricurva) e l'abito Vesti del faraone.

Dalla prossima settimana toccherà invece al secondo DLC, La Maledizione dei Faraoni, con queste caratteristiche (così come descritte da Ubisoft):

- Esplorate Tebe, l'antica capitale, con i suoi templi di Karnak e Luxor
- Addentratevi in tombe segrete della Valle dei Re e scoprite cosa si cela al loro interno
- Nuove attrezzature, abiti e cavalcature
- Limite di livello innalzato a 55
- Incluso all'interno del Season Pass o acquistabile separatamente dal 13 marzo

Il primo DLC, Gli Occulti, ci era piaciuto non poco: chi di voi lo ha provato e condivide il nostro parere?

Assassin's Creed Origins

Fonte: Ubisoft
0 COMMENTI