Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK

Rovio, causa autrice di Angry Birds, annuncia MumJam, la game jam che riavvicina mamme e videogiochi

I finlandesi organizzano la jam per riaccostare le sviluppatrici divenute mamme all'industry

Rovio
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 06/09/2017
Rovio, software house finlandese autrice della popolarissima serie Angry Birds, ha annunciato la MumJam 2017, nuova game jam che strizzerà particolarmente l'occhio alle mamme che vogliono riavvicinarsi all'industria videoludica.
La manifestazione, che durerà per un weekend tra l'11 e il 12 novembre, sarà aperta a chiunque—aspiranti sviluppatori, amanti di videogiochi e professionisti, a patto che in ciascun team ci sia almeno una mamma.

In questo modo, sarà più facile riavvicinare all'industria videoludica le donne che se ne sono dovute allontanare a causa della maternità, non potendo più a coniugare i tempi del lavoro agli impegni con i loro figli. Inoltre, potrebbe anche avvicinare alcune mamme per la prima volta ai videogiochi, ai quali potrebbero appassionarsi al punto da farne una professione.

Rovio
Per chi non conoscesse la game jam, si tratta di manifestazioni in full-immersion che durano per alcune giornate consecutive: organizzati in team di sviluppo, i partecipanti devono creare il prototipo di un videogioco entro il tempo massimo, a partire da quando gli organizzatori annunceranno il tema dell'evento. Alcune game jam si tengono spesso anche in Italia, altre sono facilmente raggiungibili in Scandinavia (ricordiamo la suggestiva Nordic Game Jam), mentre un'altra si svolge solitamente durante la Gamescom di Colonia.

Fonte: GamesIndustry
0 COMMENTI