Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Polemiche su Destiny 2: microtransazioni accusate di pay-to-win dai giocatori

I crediti pagati con moneta reale consentono di avere dei boost

Destiny 2
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 06/09/2017
Destiny 2 ha fatto il suo debutto su console da qualche ora, ma sul web stanno già circolando discussioni a tema. I giocatori, infatti, si sono accorti che i crediti d'Argento di cui vi avevamo già parlato consentono anche di acquistare degli oggetti noti come "Bright Engram". Questi ultimi, includono al loro interno mod per abilità, personaggi o armi, con la possibilità di ridurre i tempi di raffreddamento di alcune armi e quindi di offrire un vantaggio sul campo di battaglia.

I Bright Entram possono essere quindi acquistati spendendo moneta reale, il che significa che chi è intenzionato a spendere tanti soldi in microtransazioni rischierebbe di avvantaggiarsi rispetto a chi vuole giocare senza investire ulteriore denaro. Da segnalare, in ogni caso, che gli oggetti ottenuti all'interno di questo cofanetto si possono equipaggiare solo dopo aver raggiunto il livello 20 e possono essere ottenuti anche senza pagare, a patto che venga riempita la barra di esperienza richiesta. In alternativa, mod per armi e armature si possono ottenere anche vendendo negli appositi negozi di armamenti le parti smantellate dei vostri equipaggiamenti.

Destiny 2
La discussione sta comunque tenendo banco, dal momento che pagare per ottenere i Bright Engram rende più rapido accedervi, rispetto alla necessità di giocare per cercare di avere questi potenziamenti. Oltretutto, considerando che i potenziamenti trovati dentro questi cofanetti vengono estratti in modo casuale da un range di possibilità, chi paga per averne diversi subito avrebbe più possibilità di trovare qualcosa di interessante, rispetto a chi si limita ad accumulare esperienza passo passo.

Siamo comunque solo alle prime ore di gioco per la community di Destiny 2, quindi a prescindere dalle polemiche su Reddit bisognerà vedere in che modo questa decisione di Bungie andrà effettivamente ad impattare sul gameplay. Considerando che la software house conta di supportare il gioco per diverso tempo, è probabile che in caso di sbilanciamenti si punterà a riequilibrare le cose.
Attendiamo in ogni caso novità dalla software house e vi rimandiamo al nostro primo approfondimento dedicato al gioco nel suo post-release, in attesa della recensione definitiva.

Fonte: VG24/7.com
0 COMMENTI