Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.
Cliccando sul tasto ACCETTA dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto. 

Blizzard sui ban di Overwatch: preferiremmo passare il tempo a premiare i bravi giocatori

Le persone, purtroppo, mancano di autocontrollo, secondo il team

Overwatch
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 30/08/2017
Spesso, sulle nostre pagine, ci siamo ritrovati a parlare dei severi provvedimenti che Blizzard si è vista costretta a prendere per mantenere il più godibile possibile la community del suo Overwatch. L'autore, Jeff Kaplan, ha parlato della questione ai microfoni dei colleghi britannici del sito Eurogamer.net, promettendo misure sempre più severe per chi non rispetta l'ambiente di gioco e il divertimento altrui.

«La nostra idea, nel lungo termine, è quella di lavorare su sistemi che siano in grado di incoraggiare comportamenti positivi e di ricompensare i giocatori onesti. Ci fa sentire davvero tristi il fatto di dover passare così tanto tempo a punire la gente perché non sa comportarsi in modo sportivo. Ci piace creare bei sistemi di gioco che siano divertenti, è questo il lavoro di cui viviamo. Invece, a causa del fatto che le persone non sanno controllarsi e gli piace abusare dell'anonimato e della libertà di espressione, ci ritroviamo in una posizione in cui siamo costretti a passare una quantità mostruosa di tempo a riordinare la community» ha constatato lo sviluppatore.

Overwatch
«Continueremo a farlo, perché è una nostra responsabilità, ma ci piacerebbe davvero poter passare più tempo a premiare i giocatori onesti e bravi, piuttosto che doverci concentrare su quelli che non sanno cosa significhi essere sportivi ed hanno atteggiamenti inaccettabili. Che ci piaccia o no, siamo noi a dovercene occupare, è un problema della community di Overwatch, non solo del team: dobbiamo occuparcene, e dobbiamo farlo tutti assieme» ha aggiunto Kaplan, anche in riferimento al fatto che gli utenti possono segnalare i giocatori scorretti, aiutando così il team di sviluppo ad identificarli e isolarli.

Vi ricordiamo che Overwatch, vincitore di numerosi premi come gioco dell'anno 2016, è attualmente disponibile su PC, PS4 e Xbox One.
Per tutti i dettagli, fate riferimento alla nostra scheda.

Fonte: Eurogamer.net
0 COMMENTI