“Molti studi” hanno opzionato in passato un videogioco di Cyberpunk

"Quello che ho visto in CD Projekt è che a loro interessava davvero e le cose che erano importanti per noi erano importanti anche per loro"

News
A cura di Paolo Sirio - 4 Luglio 2019 - 19:02

Il creatore di Cyberpunk Mike Pondsmith ha rivelato che nel corso degli anni “molti, molti, diversi studi” hanno opzionato un videogioco dedicato al gioco di ruolo, senza però che i lavori partissero seriamente.

Pondsmith ha spiegato che le cose non hanno funzionato in passato non tanto per una questione tecnologica, quanto perché non aveva parlato con veri appassionati del suo gioco.

“Dall’inizio in CDPR ne sono fan: ci giocano. Molti di loro sono cresciuti giocandoci. Quindi è come se un gruppo di ragazzi che hanno visto i film di Star Wars avessero la possibilità di fare un gioco di Star Wars: farebbero il miglior dannato lavoro che fosse loro possibile”, ha raccontato.

“Questo è il motivo per cui siamo andati avanti con loro. Questo gioco è stato opzionato per anni da molti, molti, diversi studi. Ma quello che ho visto in CD Projekt è che a loro interessava davvero e le cose che erano importanti per noi erano importanti anche per loro. Quindi sapevo che fosse in buone mani”.

Dopo uno sviluppo lungo e abbastanza travagliato, Cyberpunk 2077 è finalmente vicino a vedere la luce del giorno, con una data fissata al 16 aprile 2020 per PC, PS4 e Xbox One.

Tra i personaggi che compariranno nel gioco ci sarà anche Johnny Silverhand, che sarà interpretato a sorpresa dalla star di Matrix Keanu Reeves. A detta di Pondsmith, questa collaborazione potrebbe aprire la strada alla realizzazione di un film in futuro.

Fonte




TAG: cyberpunk 2077