Milan – Inter | FUT Match del derby della Madonnina

Riflettori puntati sul derby di San Siro tra Milan ed Inter per il terzo posto in classifica e l'orgoglio in una rivalità storica del nostro calcio.

By |17/03/2019|Categories: Rubriche|Tags: , |

La 28a giornata del massimo campionato di calcio nostrano catalizza, nel posticipo di domenica sera, l’attenzione di qualsiasi appassionato nel big match tra Milan ed Inter. Il ritorno del derby della Madonnina non poteva capitare in un momento più delicato per entrambe le squadre considerando la distanza di solo un punto nella lotta al terzo posto a favore dei rossoneri. Una condizione mentale completamente ribaltata rispetto all’andata, dove L’inter è riuscita a trionfare all’ultimo giro d’orologio con l’uomo più importante e che paradossalmente adesso rischia di essere l’emblema di un team in estrema difficoltà, mentre i cugini attraversano il miglior momento di forma della stagione. Nonostante ciò in un match del genere poco possono pesare i precedenti e 90 minuti possono bastare per rialzare la testa e ribaltare qualsiasi pronostico; abbiamo quindi deciso di analizzare, secondo le probabili formazioni, le condizioni delle due squadre basandoci sulle valutazioni aggiornate di FIFA 19 ULTIMATE TEAM e provare ad estrapolare qualche curiosa considerazione finale.

Milan

Milan 4-3-3 (2)

Dalla fine del mercato di riparazione il Milan sembra aver ingranato la giusta marcia per lottare con fermezza per un posto in Champions e, dopo aver ottenuto bottino pieno nelle ultime 5 gare di campionato, Gattuso è intenzionato a dar la giusta carica per aumentare la striscia positiva nel derby contro la storica rivale. In porta la sicurezza Donnarumma (89) difende la porta rossonera supportato dalla solita linea a 4 composta da Calabria (88), Romagnoli (84), Musacchio (80) e Rodriguez (80), con il capitano pronto a caricarsi sulle spalle l’intero reparto difensivo. In cabina di regia dovrebbe tornare titolare Bakayoko (83), supportato da Kessié (78) e Paquetá (79) , mentre Biglia dopo l’ottima partita contro il Chievo scalpita per una nuova opportunità rimanendo leggermente sfavorito in un ipotetico ballottaggio. Il tridente d’attacco mantiene la stessa fisionomia con Çalhanoğlu (81) e Suso (88) sugli esterni ed il pistolero Piatek (85) al centro pronto a far impazzire la Curva Sud per l’ennesima volta.

Inter derby

Inter 4-3-3 (3)

Svanito anche il sogno Europa League con l’eliminazione per mano dell’Eintracht Francoforte, l’Inter ha per le mani un’occasione fondamentale per riscattarsi dopo settimane difficili per spogliatoio e società. Tra infortuni e problemi disciplinari più o meno noti, Spalletti per il derby si prepara a richiamare l’attenzione dei suoi giocatori. Handanovic (89) in porta, mentre la difesa a 4 è composta da D’ambrosio (76) ed Asamoah (79) come terzini ed il binomio De Vrij (84) –Škriniar (88) nel ruolo di centrali. La coppia di centrocampo è formata da Brozovic (80) e Vecino (83) focalizzati sul pressing costante ed il recupero di palloni per favorire le manovre offensive di Gagliardini. Scelte in attacco forzate per Spalletti con Politano (80) e Perisic (88) sulle fasce e Lautaro Martinez (84) come unica punta centrale essenziale per cercare di far dimenticare i problemi di goal legati all’assenza del connazionale ex capitano Icardi.

I motivi che potenzialmente ci fanno pensare a questo derby come uno dei più interessanti degli ultimi anni sono numerosi; da un lato il Milan presenta sulla carta una miglior condizione fisica e soprattutto mentale, con un equilibrio ed un entusiasmo che mancava da tempo nell’ambiente, mentre l’Inter fatica a rialzarsi e potrebbe seriamente compromettere una stagione fino a due mesi fa in linea e ben oltre le aspettative dal punto di vista degli obiettivi da raggiungere. Analizzando le valutazioni di FUT, il team di Gattuso presenta una maggior qualità a centrocampo ed incisività sotto porta, mentre i neroazzurri con la De Vrij e Škriniar possono puntare su una maggior presenza nei calci d’angolo a favore ed una miglior compattezza, sempre che riescano a trovare la giusta mentalità persa da un paio di partite. Piantek è l’uomo in più per far volare il Milan a +4 in classifica, mentre l’inter deve aggrapparsi ad una coesione ed un lavoro di squadra molto più importanti degli exploit di qualsiasi singolo per avere la meglio.

Chi avrà la meglio tra Milan ed Inter per il derby della Madonnina n° 223? Una sfida fondamentale sia considerando la storica rivalità, sia la lotta per il terzo posto in vicinanza alla fase finale del campionato di Serie A.