Recensioni degli utenti 2 min

Jenny LeClue Detectivu

Elementare Watson!

Siamo approssimativamente negli anni 50 e la città di Arthurton non è avvezza ai crimini. L’università locale però, ha un dipartimento di medicina forense e Jenny LeClue, figlia dell’insegnante di questo corso, è una detective in erba a pieno titolo. Sempre in cerca di nuove esperienze, la ragazza tenta di risolvere crimini e misteri, anche se spesso poco entusiasmanti, come la ricerca di occhiali o panini perduti. Tutto questo cambia però, quando la tranquilla cittadina viene scossa dall’assassinio del preside dell’università e con la successiva accusa proprio della madre di Jenny. Determinata a chiarire la faccenda il prima possibile, la nostra protagonista si fa carico di questo caso, notando come la cittadina di Arthuron sia improvvisamente più misteriosa.

Fin dalle prime battute, si scopre che in realtà Jenny è un personaggio di fantasia, protagonista di un romanzo il cui autore è Arthur Finklestein, creatore della serie di libri “Jenny LeClue“. In parallelo infatti ci viene raccontata la storia dello scrittore: la sua popolarità stava scendendo sempre di più visti i toni spensierati e innocenti dei suoi romanzi e quindi si trova costretto, per accattivare il pubblico, ad inserire nei suoi libri casi più crudi da far affrontare alla nostra Jenny. Durante il gioco è avvincente vedere la storia di questi due personaggi intrecciarsi e influenzarsi a vicenda, soprattutto perché Jenny e Arthur hanno caratteri polarmente opposti, ma collegati.

Nel corso della storia il giocatore dovrà compiere delle scelte narrative che modificheranno l’avvicendarsi di molte scene e di conseguenza le relazioni che Jenny ha con gli altri personaggi. Sarà lo stesso giocatore a decidere come alternare atteggiamenti bruschi e gentili per arrivare ai propri obbiettivi. Grazie alla scrittura brillante e all’ampio insieme di personalità, ogni interazione risulterà intrigante e scopriremo ben presto che per essere un buon detective, bisogna saper interagire con gli altri oltre che avere intuito e risolvere i puzzle.

Il mondo di gioco di Jenny LeClue è molto caratteristico e suggestivo

La maggior parte del tempo verrà spesa dal giocatore esplorando il vasto mondo 2D diviso in molteplici scenari. Vengono presentati diversi punti d’interesse da analizzare per scoprire indizi come: oggetti, piccole scene del crimine che necessitano di uno sguardo più attento o personaggi da interrogare.

Il cuore di Jenny LeClue è quella di una tipica avventura punta e clicca vecchia scuola, con il giocatore che deve raccogliere oggetti e usarli nell’ambiente in vari modi, per raccogliere più prove. Il gioco ci offre anche un’ampia varietà di puzzle, alcuni dei quali veri e propri grattacapi. Tuttavia, non è presente un singolo puzzle che non sia divertente da risolvere.

La durata del gioco risulta essere di circa 8 ore ed il finale lascia il giocatore con la voglia di sapere di più. Per coloro che non si sono stancati con la storia principale, sarà un piacere scoprire che ci sono collezionabili da trovare, sparsi per tutta la mappa. Infine, per aumentare ancora la longevità si possono persino rigiocare le singole scene, cambiando le scelte fatte in precedenza, per poter vedere come queste hanno influenzato la storia.

VOTO: 8

Jenny LeClue è una piacevolissima avventura, sempre stimolante e bella da vedere. Consigliato a tutti quelli che cercano un titolo leggero ma appagante.

Pro

  • Grafica semplice ma accattivante
  • Puzzle divertenti
  • Storia interessante

Contro

  • Finale aperto