Il Principe Harry contro Fortnite: creato per dare dipendenza, dovremmo bandirlo

Il Duca di Sussex e Principe d'Inghilterra Harry accusa Fortnite di dare dipendenza ai giovanissimi e si scaglia contro il gioco

By |04/04/2019|Categories: News|Tags: |

Il Principe Harry d’Inghilterra, Duca di Sussex e sesto nella linea di successione al trono del Regno Unito, è intervenuto durante una visita presso lo YMCA di West London — dove ha potuto confrontarsi con alcuni esperti di salute mentale su alcuni temi molto vicini alle giovani generazioni.

Il Principe Harry ha parlato prima di tutto di Fortnite, in termini non esattamente lusinghieri. Secondo Sua Altezza Reale, infatti, a modo suo il videogioco sarebbe in qualche modo pericoloso e sarebbe «creato per dare dipendenza ai suoi giocatori, in maniera da tenerti davanti a un computer il più a lungo possibile.» Dal punto di vista del Principe, in questo Fortnite sarebbe in qualche modo «irresponsabile», «non dovrebbe essere consentito», con il Duca di Sussex che arriva anche a chiedersi «qual è il beneficio che si ha dal mettersi in casa Fortnite?»

fortnite prince harry 1811874

Getty Images

Il secondogenito del Principe Carlo d’Inghilterra e della scomparsa Principessa Diana Spencer ha parlato anche dei social media, che ha definito a loro volta pericolosi per i giovanissimi. Secondo Harry «è molto pericoloso, perché ora sono normalizzati e non c’è alcun tipo di restrizione. Siamo in un’epoca che ci sta cambiando le menti. Senza le connessioni umane, quando hai un problema non hai nessun posto dove andare, l’unico che ti viene in mente finisce con essere Internet e qui probabilmente finirai con l’essere bullizzato da qualcuno.»

Come sempre, per noi di SpazioGames la verità passa semplicemente per l’equilibrio. Fortnite non si scarica, avvia nè gioca da solo e, se siete preoccupati perché un minore passa troppo tempo davanti a un videogioco, è opportuno fare in modo che la cosa si svolga con il giusto equilibrio. L’eccesso è dannoso, di qualsiasi attività si tratti, e per evitare che un minore ci cada senza rendersene conto è importante che abbia dietro un adulto e tutore che lo tuteli e che non conferisca al videogioco — su qualsiasi piattaforma esso sia — la funzione di baby-sitter/genitore.

Che opinione vi siete fatti, voi, del pensiero del Principe Harry?

Fonte: Express UK