Il leak del nuovo iPhone e le altre novità – Spazio Tech

By |settembre 3rd, 2018|Categories: RUBRICHE|Tags: |
Anche questa settimana, tra le tante novità del mondo videoludico che si avvicina all’autunno, quello tech non è stato certo a guardare: dal leak dei nuovi modelli di iPhone all’evento fissato ufficialmente da Apple per presentarli, passando dall’esposto contro Sky e DAZN e dai miglioramenti nello streaming di quest’ultimo. Passiamo tutto in rassegna, come di consueto, nelle righe di Spazio Tech.

Il dietrofront di Skype

Dopo aver tentato di calcare una nuova via, Skype è tornato decisamente sui suoi passi: con un post sul blog ufficiale, infatti, apprendiamo che il programma celebre per le possibilità di utilizzo della chat e per le sue videochiamate, ricomincerà a concentrarsi proprio su queste ultime.

Verranno così rimosse alcune delle feature che avevano tentato di ampliarne gli utilizzi, tra cui gli Highlights, che dovevano rifarsi alle Storie di Instagram, anche se con la differenza che rimanevano visibili per una settimana, dopo la pubblicazione. Via tutto e ritorno alla tradizione, in nome della semplicità. Una scelta che probabilmente gli utenti gradiranno.

Il caso di Sky e DAZN, migliorano gli streaming

A sorpresa, abbiamo appreso in settimana che l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di aprire delle istruttorie nei confronti di Sky e DAZN, in merito alla questione dei diritti per le partite di Serie A.

Secondo l’Autorità, infatti, la lente d’ingrandimento si deve posare su come Sky sta pubblicizzando la sua offerta, che potrebbe aver fatto compiere scelte non consapevoli ai consumatori. Inoltre, Sky sarebbe colpevole di aver indotto i consumatori a rinnovare gli abbonamenti senza informarli adeguatamente che i contenuti dell’offerta sono cambiati, con l’ingresso sul mercato di DAZN.
A proposito del sistema di streaming di proprietà di Perform, secondo l’Autorità il claim “dove vuoi, quando vuoi” omette il fatto che la proposta è sottoposta a limitazioni tecniche. Accuse anche al mese gratuito, che è di fatto una sottoscrizione con primo mese gratis ma che richiede il recesso per non avere un rinnovo al prezzo standard.
In attesa di scoprire come si muoveranno questi accertamenti, DAZN ha fatto sapere che i suoi streaming stanno nettamente migliorando: dall’inizio, gli abbonati sono raddoppiati, mentre il tempo medio di buffering si è dimezzato. Presto, insomma, si dovrebbe avere stabilmente una buona qualità, e DAZN promette che continuerà a lavorare in questo senso.

Lo stallo di Telegram

Continua la battaglia di Telegram per sopravvivere in Russia: mesi fa, il servizio di messaggistica è stato dichiarato fuorilegge, quando il fondatore Pavel Durov si è rifiutato di fornire alle autorità locali le chiavi necessarie per decriptare le conversazioni. Secondo la Russia, erano necessarie per misure antiterrorismo, ma Durov ritiene che sia fondamentale salvaguardare la privacy degli utenti, motivo per cui si è rifiutato e si è arrivati al blocco dell’app nell’intera nazione.

Ora che è passato del tempo, apprendiamo proprio da Durov che la situazione è ancora invariata: il Roskomnadzor ritiene di poter invertire il provvedimento solo a fronte delle chiavi per decriptare le conversazioni, mentre Durov non ha nessuna intenzione di fornirle. E la lotta continua. 

Arriva iPhone XS, versione migliorata di iPhone X

In settimana, Apple ha finalmente fissato l’appuntamento con l’annuncio dei nuovi iPhone. La data individuata è quella del prossimo 12 settembre quando, alle 19 italiane, lo Steve Jobs Theater ospiterà il nuovo keynote.

Nel frattempo, però, il leak è già bello che compiuto, e c’è la prima foto del nuovo modello di iPhone, che sarà conosciuto come iPhone XS. Identico, nel design, la precedente iPhone X, manterrà il notch frontale e avrà anche una colorazione oro. Inoltre sarà reso disponibile in due modelli, entrambi con schermo OLED: uno da 5,8″ e uno più generoso da 6,5″, che sarà quindi la sua variante “Plus”.
Da scoprire, per ora, il nuovo iPhone più economico, che avrà un display LED da 6,1″. Non ci rimane che aspettare il 12 settembre per tutti i dettagli ufficiali.






Si prospettano settimane movimentate, anche per il mondo della tecnologia: a fare la parte della protagonista sarà probabilmente Apple che, dopo gli annunci di Note 9 dalla concorrente Samsung, si prepara a sfoderare la nuova generazione di iPhone. Riusciranno a conquistare davvero i consumatori, a differenza del precedente iPhone X? Sta a Apple provarci.