Golf Story

Ammazza che mazza!

A cura di GamesForum - 9 Giugno 2020 - 9:00

Autore della recensione: Daisuke

Golf Story è un videogioco di avventura a tema sportivo con elementi (piccoli) ruolistici del 2017 sviluppato dallo studio australiano Sidebar Games in esclusiva per Nintendo Switch. Il gioco è stato rilasciato in Nord America, Europa e Australia il 28 settembre 2017.

Incipit narrativo

Golf Story propone una storia molto semplice e stereotipata, una sorta di “tipica storia degli anime shonen“: il nostro personaggio è il classico ragazzo con una passione (qui per il golf) e con una abilità stratosferica che, ora per inesperienza ora per colpa di altri, non riesce a dimostrare. Ma qual è l’obiettivo del nostro ometto? Semplice, vincere il prestigioso torneo pro di golf. La trama è proprio questa, semplice e senza particolari momenti clou e personaggi davvero memorabili, ma condita con un bel pizzico di sano umorismo, il sorriso è assicurato.

Grafica e sonoro

Il gioco sfoggia una buona pixel art, personaggi esteticamente curati cosi come in generale gli ambienti. Nulla brilla però particolarmente dal punto di vista sia stilistico che artistico, non ci sono luoghi memorabili o che denotano un gusto stilistico sopraffino degli sviluppatori, tutto è molto… normale. La colonna sonora è sufficiente, accompagna bene durante le sfide, ma col passare delle ore oltre ad un ripetersi degli stessi temi è facile notare anche qui una mancata e decisa volontà di dare maggiore personalità al titolo. Da citare anche la mancanza di alcuni effetti sonori, che sia il vento, il rumore dei propri passi o qualunque altro suono ambientale, davvero incomprensibile.

Gameplay

Il gioco è presentato come un gioco di ruolo tradizionale, con la sola differenza che il combattimento è sostituito dal golf. Il giocatore è libero di esplorare otto aree di gioco (alcune delle quali però bloccate inizialmente), ognuna caratterizzata da missioni secondarie e mini-giochi che consentono al giocatore di guadagnare esperienza e denaro, che può essere utilizzato per acquistare pezzi di equipaggiamento, in questo caso mazze da golf ovviamente.

Golf Story

Le sfide principali saranno caratterizzate da una sessione di buche e i classici punteggi: par, birdie, etc.: chi fa più punti vince. Non mancheranno però distrazioni, terreni differenti, sfide a 2 e a 4, e beh… sfide più inusuali, senza spoilerare nulla. Da queste righe si capisce quindi quanto gli sviluppatori ce l’abbiano messa tutta per aumentare la varietà di gioco, con situazioni differenti e condizioni strambe. Ma ci sono riusciti effettivamente? Nì. Il gioco dà costantemente l’impressione di esplodere, ma la maggior personalità viene fuori solo nell’ultima parte, lasciandoci lì dispiaciuti, osservando i titoli di coda, per la mancata occasione di sviluppare maggiormente la formula di gioco.

A questo si unisce anche, purtroppo, un lato ruolistico poco impattante e davvero troppo semplicistico: poche mazze da golf acquistabili, potenziamento del personaggio che di davvero ruolistico ha ben poco. Si ha l’idea che tutto ciò che acquistiamo e potenziamo non abbia un reale impatto, non si ha la classica sensazione del “adesso sono più forte di prima“, comune appunto nei videogiochi di ruolo.

Altre note dolenti del gameplay sono gli elementi QoL e alcune scelte di game design: non poter tornare indietro se accettate una missione, nessuna mappa di gioco o un elenco migliore che riassume le missioni, nessuna possibilità di confrontare le mazze da acquistare con quella già in possesso, continuare una partita anche se palesemente già persa e via discorrendo.

Longevità

Il titolo ha una durata che oscilla tra le 10 e le 20 ore, a seconda del tempo dedicato alla missioni secondarie e alla volontà di ottenere il punteggio massimo nelle sfide. Durata quindi giusta.

+ Buona pixel art...
+ Varietà buona...
+ Gameplay puro che sa regalare soddisfazioni
+ Umorismo che lascia spazio a qualche risata
- ... ma manca la cura di altri indie
- ... ma manca l'esatto momento in cui il gioco esplode e tiri fuori le sue migliori idee
- Mancanza di alcuni elementi QoL e scelte di Ggame design inesperte
- OST poco memorabile

7.0

Golf Story è un buon titolo, un titolo che sicuramente verrà amato da chi mastica golf, ma anche da chi col golf (come il sottoscritto) non c’azzecca nulla. Con le giuste accortezze il seguito potrebbe rivelarsi l’ottimo titolo che questo Golf Story purtroppo non è riuscito ad essere.




TAG: golf story, nintendo switch, Sidebar Games